Assistenza sociosanitaria

La malattia epatica pediatrica aumenta il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2

Adv

La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è la malattia epatica pediatrica più comune, che colpisce da 5 a 8 milioni di bambini negli Stati Uniti. Nella NAFLD, le cellule del fegato immagazzinano grosse goccioline di grasso, che possono influenzare la funzione del fegato. I medici hanno da tempo osservato una relazione tra NAFLD e diabete di tipo 2 negli adulti, ma si sa molto meno di una connessione simile nei bambini.  

I tassi di diabete di tipo 2 sono raddoppiati nei bambini negli ultimi 20 anni. I bambini con NAFLD hanno caratteristiche di insulino-resistenza, una caratteristica chiave del diabete di tipo 2, e quindi possono essere a rischio di sviluppare la malattia.

“C’è una crescente crisi di salute pubblica quando i bambini con diabete maturano in adulti con diabete. Dobbiamo capire meglio come la NAFLD contribuisce al rischio di diabete di tipo 2 nei bambini in modo da poter lavorare attivamente per prevenirlo”, ha affermato Jeffrey Schwimmer, MD, professore di pediatria presso l’Università della California San Diego School of Medicine e direttore del Fatty Liver Clinica presso il Rady Children’s Hospital-San Diego.

In un nuovo studio, pubblicato il 13 giugno 2022 in Clinical Gastroenterology and Hepatology , un team nazionale di ricercatori, guidato dall’autore senior Schwimmer, fornisce numeri concreti che descrivono la connessione tra NAFLD e rischio di diabete, scoprendo che tra 892 bambini con NAFLD arruolati nel Rete di ricerca clinica sulla steatoepatite non alcolica, il diabete di tipo 2 era presente nel 6,6% dei bambini alla valutazione iniziale, con il tasso di incidenza in aumento del 3% all’anno nei quattro anni successivi.

Alla fine dello studio, un bambino su sei aveva sviluppato il diabete di tipo 2.

“Questo è allarmante perché il diabete di tipo 2 nei giovani è una malattia molto più aggressiva rispetto agli adulti, con complicazioni ed esiti più immediati e gravi”, ha affermato Schwimmer.

Gli autori hanno anche identificato fattori specifici che aumentano il rischio di diabete di tipo 2 nei bambini con NAFLD: sesso (le femmine avevano maggiori probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2), gravità dell’obesità e quantità di tessuto adiposo e cicatriziale nel fegato.

“Questi risultati hanno implicazioni cliniche per i gastroenterologi che si prendono cura dei bambini con NAFLD”, ha detto Schwimmer. “Dovrebbero essere consapevoli del rischio e fornire monitoraggio, guida preventiva e interventi sullo stile di vita che aiutino i loro pazienti a evitare di sviluppare il diabete di tipo 2”.

I coautori includono: Kimberly P. Newton e Cynthia Behling, UC San Diego; Laura Wilson, Università John Hopkins; Nancy A. Crimmins e Stavros Xanthakos, Centro medico dell’ospedale pediatrico di Cincinnati e Università di Cincinnati; Mark Fishbein, Ann & Robert H. Lurie Children’s Hospital di Chicago; Jean Molleston, Riley Children’s Hospital, Indianapolis.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: