Mangiare e bere

Il cetriolo no, non lo avevo considerato

Adv

Il diabete è una malattia metabolica e il suo tasso è in rapido aumento in tutto il mondo. Il consumo di cibi ipercalorici, la sedentarietà e l’aumento di peso sono alcuni dei comuni fattori di rischio del diabete. Il cambiamento nello stile di vita e nella dieta può aiutare a prevenire la malattia e le sue complicazioni, facendo vivere una persona più a lungo con una vita di qualità.

Composti Attivi Nel Cetriolo

In uno studio, molti composti bioattivi sono stati estratti dal cetriolo, responsabile del suo effetto antidiabetico. Includono cucurbitacine, cucumegastgmanes I e II, vitexin, orientin, cucumerina A e B, apigenina e isoscoparina glucoside. [2]

La famiglia delle Cucurbitaceae a cui appartiene il cetriolo è nota per i suoi costituenti chimici che includono saponine, oli volatili e fissi, flavoni, caroteni, tannini, steroidi, resine e proteine, che aiutano a prevenire una serie di malattie, incluso il diabete. [3]

Indice Glicemico E Nutrienti Vitali Nel Cetriolo

L’indice glicemico (IG) è un numero assegnato agli alimenti in base alla velocità o alla lentezza con cui aumentano i livelli di glucosio nel corpo dopo il loro consumo. Se un determinato alimento ha un IG basso, significa aumentare lentamente i livelli di glucosio, riducendo così il rischio di diabete e viceversa.

L’indice glicemico del cetriolo è 15, che è basso rispetto ad altri frutti e ortaggi come zucca e meloni.

I nutrienti vitali nel cetriolo includono fibre alimentari, proteine, vitamine (B, C, K), rame, magnesio, potassio, fosforo e biotina.

Proprietà antinfiammatoria del cetriolo

Come sappiamo il diabete è una malattia infiammatoria cronica (infiammazione delle isole pancreatiche di Langerhans), pertanto il consumo di cetriolo può essere un rimedio efficace per la prevenzione e la gestione del diabete grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.

Secondo uno studio, alti livelli di glucosio aumentano i livelli di citochine infiammatorie e acidi grassi liberi, che sono noti per indurre insulino-resistenza nel corpo.

Il cetriolo aiuta a controllare l’iperglicemia e l’infiammazione. Aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue e migliora la sensibilità all’insulina negli individui con obesità, causando contemporaneamente una riduzione dei grassi viscerali che può aiutare con la gestione del peso e quindi aiutare a gestire il diabete. [4]

Proprietà antiossidante del cetriolo

La generazione eccessiva di radicali liberi dell’ossigeno e delle specie carboniliche può contribuire all’esaurimento dei sistemi di difesa antiossidanti nell’organismo, che a sua volta può causare la progressione di malattie croniche come il diabete.

La presenza di ossigeno reattivo e di radicali carbonilici provoca danni alle cellule e ai tessuti rubandone gli elettroni per l’ossidazione, che porta alla morte delle cellule.

Il consumo regolare di alimenti ricchi di antiossidanti naturali può contribuire a ridurre lo stress ossidativo e lo stress carbonilico nell’organismo, alcune delle principali cause dell’insorgenza del diabete e delle relative complicanze. [5]

In uno studio, sono stati trovati gli effetti protettivi dei composti naturali del cetriolo contro i modelli di stress ossidativo e carbonilico, noti per indurre citotossicità.

Il cetriolo previene la formazione di marcatori di citotossicità sia per lo stress ossidativo che carbonilico grazie alla sua attività antiossidante e aiuta a ridurre i radicali liberi nel corpo. Inoltre, l’effetto anti-iperglicemico del cetriolo aiuta a ridurre i livelli di glucosio e controllare il diabete. [6]

Effetto della buccia di cetriolo sul diabete

In uno studio pilota, l’efficacia della buccia di cetriolo è stata trovata contro alti livelli di glucosio. La quantità sicura di buccia di cetriolo è stata somministrata per 10 giorni consecutivi, seguiti dalla somministrazione di alloxan (un composto chimico che distrugge le cellule produttrici di insulina nel pancreas) l’11° e il 12° giorno insieme alle bucce di cetriolo.

Nel risultato, è stato scoperto che la buccia di cetriolo ha quasi invertito il danno causato dall’alloxan, suggerendo che la buccia può essere efficace contro il diabete di tipo 1 in cui il corpo non è in grado di produrre insulina correttamente.

Inoltre, il contenuto di acido ascorbico, polifenoli e flavonoidi è stato trovato nelle bucce di cetriolo che parlano chiaramente dell’effetto anti-diabetico di questa verdura vitale. [7]

Concludendo

Il cetriolo può essere tranquillamente incluso nella dieta del diabete grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antidiabetiche. I diabetici possono includerlo nelle loro insalate o snack. Tuttavia, ricorda sempre che la dieta fornisce un effetto benefico solo quando viene svolta insieme all’attività fisica. Esegui esercizio fisico regolare insieme ad altri cambiamenti nello stile di vita per prevenire l’insorgenza del diabete.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: