Donne e diabete

La PCOS nelle madri è collegata a un aumento del rischio di problemi di salute nei loro figli

I bambini nati da madri con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) hanno un rischio maggiore di sviluppare infezioni, allergie e altre malattie infantili all’età di 13 anni, secondo il più grande studio per indagare su questo.

Lo studio, pubblicato il 14 luglio su Human Reproduction , una delle principali riviste mondiali di medicina riproduttiva, ha esaminato 1.038.375 bambini nati in Quebec, Canada, tra il 2006 e il 2020. Di questi, 7.160 bambini sono nati da madri con PCOS.

I ricercatori hanno scoperto che i figli di madri con PCOS avevano il 32% in più di probabilità di essere ricoverati in ospedale con una varietà di problemi di salute rispetto ai figli di madri senza PCOS. Avevano il 31% in più di probabilità di essere ricoverati per malattie infettive e il 47% in più di probabilità di essere ricoverati per problemi legati all’allergia , come l’asma.

Il rischio di ricovero è aumentato per problemi relativi al metabolismo (+59%), all’intestino (72%), al sistema nervoso centrale (74%) e alle orecchie (34%); è stato aumentato anche per problemi respiratori, come la polmonite (32%) e problemi mentali e comportamentali (68%). Non c’era alcun legame con il cancro e c’era poca differenza tra ragazzi e ragazze nell’associazione della PCOS con il ricovero in ospedale.

La PCOS è un disturbo comune delle ovaie che può colpire fino al 10% delle donne in età riproduttiva. Le caratteristiche principali sono periodi irregolari; alti livelli dell’ormone maschile androgeno, che possono causare un eccesso di peli sul viso o sul corpo; e il fatto che le ovaie possono ingrandirsi e contenere sacche piene di liquido ( follicoli) che circondano le uova. La PCOS può rendere difficile la gravidanza alle donne e può causare aumento di peso, diradamento dei capelli e pelle grassa o acne. Le donne con PCOS sono a rischio di obesità, diabete di tipo 2 e malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Diversi studi hanno mostrato legami con problemi in gravidanza e parto, come diabete gestazionale, pre-eclampsia e parto pretermine. Tuttavia, l’effetto a lungo termine della PCOS sulla prole è poco compreso e ha ricevuto poca attenzione.

La dott.ssa Nathalie Auger, professore associato di epidemiologia presso la School of Public Health dell’Università di Montreal, Canada, che ha condotto lo studio, ha affermato: “Questi risultati colmano una grande lacuna in ciò che sappiamo sulla salute a lungo termine dei bambini le cui madri hanno la PCOS. I medici di base e le ostetriche dovrebbero prendere in considerazione l’identificazione delle donne con PCOS prima del concepimento e offrire interventi precoci come la gestione del peso e strategie per aiutare a prevenire problemi come il diabete e le malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Medici di famiglia e pediatri dovrebbero considerare di monitorare più da vicino i bambini dopo la nascita per ridurre al minimo la morbilità. Una maggiore consapevolezza dei genitori può aiutare a migliorare i risultati nei bambini”.

Poiché si tratta di uno studio osservazionale, non è in grado di dimostrare che la PCOS causa problemi di salute nei bambini, solo che è associata a loro, e non può mostrare quali meccanismi possono essere coinvolti. Tuttavia, il dottor Auger ha affermato: “Le donne con PCOS possono avere alti livelli di androgeni e insulino-resistenza, che sono stati collegati a problemi con la placenta, come l’ infiammazione della membrana che circonda il feto, danni ai tessuti e funzionalità compromessa della placenta Questi creano un ambiente non ottimale nell’utero per i bambini che potrebbe portare a una funzione immunitaria compromessa e a un’infiammazione sistemica di basso grado”.

Ha detto che anche i fattori genetici potrebbero svolgere un ruolo, con l’ambiente nell’utero che causa modifiche nel modo in cui alcuni geni funzionano nella prole.

I ricercatori hanno adattato i loro risultati per tenere conto di fattori che potrebbero influenzare i risultati come altri problemi di salute delle madri, età, parità, consumo di alcol e tabacco e privazione socioeconomica. Hanno scoperto che le associazioni tra PCOS materna e salute della prole non erano spiegate da trattamenti per la fertilità, nascite multiple, nascite pretermine o altri problemi di salute delle madri.

I punti di forza dello studio includono le sue dimensioni e il fatto che ha valutato un’ampia gamma di infezioni, allergie e malattie maligne, nonché problemi di salute specifici come il sistema respiratorio, cardiovascolare, metabolico, gastrointestinale, urinario, genitale, muscolo-scheletrico, del sistema nervoso centrale, disturbi dell’udito, dell’occhio e della mente e del comportamento.

Le limitazioni includono il fatto che i ricercatori hanno utilizzato i dati del repository Maintenance and Use of Data for the Study of Hospital Clientele, che contiene i record di dimissione per tutti i pazienti ricoverati, il che significa che hanno analizzato solo i risultati per i bambini che sono stati ricoverati in ospedale. Non sono stati in grado di identificare donne con PCOS lieve che non sono mai state diagnosticate o bambini con malattie meno gravi che non sono stati curati in ospedale. Mancavano anche dati su etnia, istruzione, indice di massa corporea pre-gravidanza, aumento di peso durante la gravidanza, attività fisica, informazioni sull’uso di farmaci come la metformina e sull’età dei padri.

“Riteniamo che siano necessarie ulteriori ricerche per vedere se una gestione efficace della PCOS materna può ridurre il rischio di problemi di salute nella prole e migliorare la salute a lungo termine. Dobbiamo sapere se l’esercizio fisico, i cambiamenti nella dieta e i farmaci possono fare la differenza”, ha affermato Dott. Auger.

“Nel lavoro futuro, intendiamo esaminare gli esiti della gravidanza, così come gli esiti futuri delle donne con PCOS. Queste donne possono essere a rischio di sviluppare malattie cardiovascolari o altri problemi di salute e la ricerca epidemiologica che documenti questa possibilità è necessaria per aiutare a migliorare il gestione di questi pazienti”.


Ulteriori informazioni: Associazione di PCOS con morbilità della prole: uno studio di coorte longitudinale, Riproduzione umana (2022). DOI: 10.1093/humrep/deac154

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: