Ricerca Solidarietà/filantropia/Charity

Il coraggio di curare il diabete

Adv

Il film documentario Human Trial è uno sguardo intimo alla natura travolgente, disordinata e imprevedibile della convivenza con il diabete di tipo 1 insieme a una sperimentazione clinica definita in modo simile che cerca di finanziare e trovare una cura per la condizione. I registi Lisa Hepner e Guy Mossman hanno lavorato scrupolosamente a The Human Trial per più di un decennio, rispettivamente come produttore, scrittore e direttore della fotografia. Abramorama ha distribuito il film nelle sale il 24 giugno 2022.

Diagnosticato con il diabete di tipo 1 all’età di 21 anni, Hepner, che narra il film, rappresenta milioni di persone nella comunità del diabete – comprese famiglie, operatori sanitari, avvocati e altro – che farebbero di tutto per porre fine alla condizione autoimmune che porta a terribili complicazioni e mortalità precoce.

Mossman definisce il suo documentario un film di osservazione ed è difficile non essere d’accordo. L’approccio cinéma vérité consente al pubblico di sperimentare il peso incessante che il diabete grava sulle persone che tocca. Nella prima scena, vediamo Hepner che si punge il dito per cercare sangue mentre suo figlio Jack di 3 anni guarda la striscia reattiva nel glucometro. È eccitato ma tace, mentre osserviamo il conto alla rovescia e Jack dice a sua madre il risultato: 2-9-4. Hepner spazza via la sua delusione, chiedendo ironicamente al marito di testare il suo glucosio. Mossman soddisfa la richiesta di Lisa, ma il risultato, 96 mg/dL è sorprendente. Il divario di salute tra i genitori di Jack è un toccante promemoria del difficile impatto che la malattia ha su una famiglia. “Ho passato gli ultimi 30 anni cercando di superare il diabete, ma non funziona, ” dice Hepner mentre si prepara per un appuntamento con la sua infermiera professionista, esprimendo la speranza di allontanare la retinopatia e la cecità. Senza un’adeguata cura per la stabilità della glicemia, cosa porterà il domani per questa giovane famiglia? Quando le domande pubbliche ben intenzionate danno la priorità a una cura del diabete perché l’insulina è spesso travisata come risposta,The Human Trial offre una forte motivazione per finanziare la ricerca sulla cura del diabete.

Il film è sempre in movimento, simbolo della resistenza necessaria sia per gestire una condizione cronica che per lottare per la cura. Dalla sua macchina, Hepner chiede “Perché la cura per il diabete richiede così tanto tempo?” e ci chiediamo anche noi. Viacyte, una società biotecnologica californiana, offre a Hepner e Mossman l’accesso in tempo reale per filmare vari aspetti del loro primo studio clinico, solo il sesto studio al mondo sulle cellule staminali embrionali. È chiaro che il film si è spostato dalla sfera personale alla scienza medica e, in un certo senso, al business del diabete. Diventiamo spettatori di una celebrazione in una sala conferenze piena di dipendenti e ascoltiamo l’ex CEO di Viacyte, Paul Laikind, annunciare l’approvazione della FDA per il primo studio clinico umano della biotecnologia con un pancreas bio-artificiale. Sentiamo l’impatto della loro eccitazione e ansia.

I nostri metodi funzioneranno? Finiremo i soldi?

Le prove si svolgono in tutto il mondo, ma la telecamera di Hepner e Mossman atterra all’Università del Minnesota, dove ai primi partecipanti, ad alto rischio di complicazioni acute potenzialmente letali, vengono impiantati più dispositivi pieni di cellule di piccolo formato chiamati sentinelle per valutare la sicurezza e fattibilità. Maren, alias Paziente 1, soffre di inconsapevolezza ipoglicemica e convulsioni, e Gregory, Paziente 2, è preoccupato per la perdita della vista. La loro capacità di affrontare le avversità è inquietante e la loro forza d’animo come pionieri in un viaggio chirurgico verso l’ignoto è stimolante da guardare. Osserviamo la sala operatoria dall’alto mentre Maren e Gregory vengono impiantati e assistiamo ai rischi associati al nuovo approccio terapeutico. Hanno domande simili al team di Viacyte, ma la posta in gioco è più alta.

Potrei essere curato?

Ai partecipanti agli studi clinici di solito non viene fornita alcuna indicazione dei risultati prima del completamento dello studio. Questo è comprensibilmente straziante per Maren e Gregory durante il processo. Gli innumerevoli interventi chirurgici e test sono estenuanti e siamo presi dalla loro capacità di recupero sullo schermo e dal nostro reciproco desiderio di un risultato positivo.

The Human Trial dà visibilità all’invisibile: le vite spesso nascoste e sfidate delle persone con diabete di tipo 1 e le migliaia di scienziati e ricercatori che lavorano duramente per finanziare e scoprire cure. I soggetti del film non sono solo combattenti; hanno accettato come gli ostacoli, anche i fallimenti, facciano parte del viaggio verso il successo. Lo chiamo coraggio.

Clicca qui per vedere dove puoi guardare The Human Trial .

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: