Sport e movimento

Questione di ossigeno

Adv

Un nuovo studio ha suggerito che l’esercizio fisico ad alta quota e in altri ambienti in cui ci sono bassi livelli di ossigeno può compromettere la capacità di giudizio.

Quando quantità inferiori di ossigeno vengono trasportate nel corpo, le parti del cervello responsabili di funzioni meno critiche sono a rischio di un ridotto apporto di ossigeno. Ciò può influire sulla capacità del cervello di sostenere le normali attività, compreso il coordinamento e il processo decisionale.

I ricercatori dell’Università di Tsukuba in Giappone affermano che mantenere la saturazione di ossigeno durante attività fisicamente impegnative come l’alpinismo potrebbe prevenire questa riduzione dell’attività neurale, che può fare la differenza tra la vita e la morte.

Descrivendo i risultati, l’autore senior, il professor Hideaki Soya, ha affermato: “Abbiamo confrontato gli effetti delle condizioni ipossiche in cui i livelli di ossigeno nel sangue sono ridotti con quelli in cui i livelli di ossigeno nel sangue rimangono stabili durante l’esercizio. In questo modo, abbiamo isolato la bassa saturazione di ossigeno come fattore di diminuzione dell’attività neurale e riduzione delle prestazioni”.

Il team afferma che questa “stanchezza cognitiva” deve essere presa in considerazione quando si pianificano attività fisiche che si basano sul giudizio e sul processo decisionale che verranno intraprese ad alta quota o in situazioni di scarsa ossigenazione.

Leggi lo studio completo sulla rivista Scientific Reports .

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: