Equilibrio

Yoga per una migliore salute mentale

Adv

Con la sua enfasi sulle pratiche di respirazione e meditazione, che aiutano entrambe a calmare e centrare la mente, non sorprende che lo yoga porti anche benefici mentali, come riduzione dell’ansia e della depressione. Ciò che potrebbe essere più sorprendente è che effettivamente fa funzionare meglio il tuo cervello.

Un cervello più acuto

Quando sollevi pesi, i tuoi muscoli diventano più forti e più grandi. Quando fai yoga, le tue cellule cerebrali sviluppano nuove connessioni e si verificano cambiamenti nella struttura e nella funzione del cervello, con conseguente miglioramento delle capacità cognitive, come l’apprendimento e la memoria. Lo yoga rafforza le parti del cervello che svolgono un ruolo chiave nella memoria, nell’attenzione, nella consapevolezza, nel pensiero e nel linguaggio. Pensalo come un sollevamento pesi per il cervello.

Adv

Studi che utilizzano scansioni MRI e altre tecnologie di imaging cerebrale hanno dimostrato che le persone che praticavano regolarmente yoga avevano una corteccia cerebrale (l’area del cervello responsabile dell’elaborazione delle informazioni) e l’ippocampo (l’area del cervello coinvolta nell’apprendimento e nella memoria) più spessi rispetto ai non praticanti . Queste aree del cervello in genere si restringono con l’età, ma i praticanti di yoga più anziani hanno mostrato un restringimento inferiore rispetto a quelli che non praticavano yoga. Ciò suggerisce che lo yoga può contrastare il declino della memoria e di altre abilità cognitive legate all’età.

La ricerca mostra anche che lo yoga e la meditazione possono migliorare le funzioni esecutive, come il ragionamento, il processo decisionale, la memoria, l’apprendimento, il tempo di reazione e l’accuratezza nei test di acuità mentale.

Umore migliorato

Tutto l’esercizio può migliorare il tuo umore abbassando i livelli di ormoni dello stress, aumentando la produzione di sostanze chimiche del benessere note come endorfine e portando più sangue ossigenato al cervello. Ma lo yoga può avere ulteriori vantaggi. Può influenzare l’umore aumentando i livelli di una sostanza chimica cerebrale chiamata acido gamma-aminobutirrico (GABA), che è associato a un migliore umore e a una diminuzione dell’ansia.

La meditazione riduce anche l’attività nel sistema limbico, la parte del cervello dedicata alle emozioni. Man mano che la tua reattività emotiva diminuisce, hai una risposta più temperata di fronte a situazioni stressanti.

I farmaci e la terapia della parola sono stati tradizionalmente i rimedi di riferimento per la depressione e l’ansia. Ma anche gli approcci complementari, come lo yoga, aiutano e lo yoga si accumula bene rispetto ad altre terapie complementari.

Una revisione di 15 studi, pubblicata sulla rivista Aging and Mental Health , ha esaminato l’effetto di una varietà di tecniche di rilassamento sulla depressione e sull’ansia negli anziani. Oltre allo yoga, gli interventi includevano la massoterapia, il rilassamento muscolare progressivo, la gestione dello stress e l’ascolto di musica. Sebbene tutte le tecniche fornissero qualche beneficio, lo yoga e la musica erano le più efficaci sia per la depressione che per l’ansia. E lo yoga sembrava fornire l’effetto più duraturo.

Numerosi piccoli studi hanno scoperto che lo yoga può aiutare con il disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Non viene utilizzato da solo, ma come trattamento aggiuntivo per aiutare a ridurre i ricordi intrusivi e l’eccitazione emotiva e per produrre una respirazione più calma e stabile. La respirazione profonda e lenta è associata a stati più calmi perché aiuta ad attivare il sistema nervoso parasimpatico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: