Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

I diversi tipi di pompe per insulina disponibili nel 2022

Adv

Per le persone con diabete di tipo 1, sono necessarie più iniezioni di insulina ogni giorno per mantenere i normali livelli di zucchero nel sangue. Questo regime rigoroso può essere applicato anche ad alcuni pazienti con diabete di tipo 2.

I metodi principali di iniezione dell’insulina sono manualmente mediante siringa o penna per insulina o automaticamente mediante pompa per insulina.

Il regime di iniezioni giornaliere multiple tramite siringa o penna per insulina richiede tempo e può interferire con le normali attività quotidiane. Per questo motivo, l’utilizzo di un microinfusore per erogare insulina in modo automatico e continuo può rendere la terapia insulinica quotidiana più facile e meno invadente.

Le diverse metodologie per la somministrazione dell’insulina richiedono diversi tipi di insulina. I due tipi più comuni di insulina disponibili sono ad azione rapida e ad azione prolungata. Il primo viene generalmente assunto prima dei pasti o quando c’è un picco nei livelli di glucosio nel sangue, e il secondo viene assunto per mantenere i livelli di glucosio entro l’intervallo normale tra i pasti o per altri lunghi periodi senza mangiare, come durante la notte.

Le iniezioni di insulina tramite siringa o penna per insulina utilizzano entrambi i tipi di insulina, a seconda dell’ora del giorno e del tipo di attività; una pompa per insulina utilizza solo insulina ad azione rapida poiché inietta continuamente insulina in piccole quantità per mantenere sani livelli di zucchero nel sangue.

Ecco le informazioni di cui hai bisogno per capire come funzionano i microinfusori per insulina, i loro vantaggi e svantaggi e quali tipi di microinfusori sono disponibili per te in questo momento.

Cos’è un microinfusore per insulina?

I microinfusori per insulina sono strumenti computerizzati delle dimensioni di un cercapersone progettati per erogare insulina per via sottocutanea secondo un programma preprogrammato. L’insulina viene erogata da un tubo stretto o cannula che viene posizionato appena sotto la pelle da un ago sottile e corto.

Sebbene la pompa per insulina stessa sia abbastanza resistente, alcuni componenti devono essere sostituiti ogni pochi giorni. Questi includono, naturalmente, l’insulina stessa, il serbatoio, il tubo e il set di infusione.

Quali sono le parti fondamentali di un microinfusore per insulina?

La pompa

I microinfusori per insulina contengono una determinata quantità di insulina, il meccanismo di pompaggio, il chip del computer, la batteria e lo schermo. Si tratta di pompe esterne, indossate all’esterno del corpo e collegate al set per infusione da sottili tubi di plastica 

Queste pompe possono essere indossate attaccate a una cintura, attaccate sotto i vestiti da una cinghia o utilizzando una toppa adesiva sullo stomaco o sul braccio. Possono anche essere portati in tasca.

Il set per infusione

Il set per infusione è la connessione che consente all’insulina di fluire nella pelle dal microinfusore. Per fissarlo viene utilizzato un adesivo forte. Alla base del set per infusione c’è una cannula o un tubo corto e sottile che perfora la pelle e riposa nel tessuto adiposo sottocutaneo.

Il tubo

Il tubo eroga l’insulina dalla pompa (serbatoio di insulina) al set di infusione

È disponibile anche un secondo tipo di microinfusore per insulina: il microinfusore tubeless, noto anche come “Pod”

In questo sistema tubeless, un Pod riempito di insulina viene indossato sul corpo, dove l’insulina può essere iniettata, proprio come con la pompa a tubo.

Il Pod contiene un set di infusione integrato che inserisce automaticamente la cannula sotto la pelle. Un altro pezzo di questo sistema tubeless, il controller , controlla l’attività del Pod. Uno dei principali vantaggi di questo sistema è che questo controller deve essere vicino all’utente solo per erogare un picco (“bolo”) di insulina o per modificare le impostazioni di infusione; non ha bisogno di essere attaccato al corpo dell’utente.

Tuttavia, si applicano gli stessi principi operativi generali per quanto riguarda il funzionamento di tutte le pompe, i loro vantaggi e svantaggi.

Come funziona un microinfusore per insulina?

L’insulina viene somministrata dal microinfusore per insulina in piccole dosi continue (insulina basale) durante il giorno, o tramite picchi vicino all’ora dei pasti (bolo di insulina).

L’uso di un microinfusore per insulina richiede comunque il controllo dei livelli di zucchero nel sangue almeno quattro volte al giorno. Un’alternativa più semplice consiste nell’utilizzare un monitor glicemico continuo (CGM) che fornirà letture glicemiche continue. Più recentemente, sono stati sviluppati sistemi automatizzati che forniscono un feed continuo di dati dal CGM al microinfusore per regolare automaticamente le dosi di insulina.

Il microinfusore utilizza queste informazioni sull’assunzione di cibo e sui livelli di zucchero nel sangue per calcolare la quantità di insulina in bolo necessaria. La pompa consiglia quindi una dose in bolo all’utente e la eroga dopo l’approvazione. Inoltre, alcune pompe possono regolare automaticamente le dosi basali in base ai livelli di glucosio nel sangue trasmessi anche da un monitor glicemico continuo.

Definizione dei termini “basale” e “bolo” per la somministrazione di insulina

Insulina basale

L’insulina basale, nota anche come insulina di base, è un’insulina ad azione rapida che viene erogata automaticamente e continuamente durante il giorno in piccole quantità controllate da un microinfusore. Viene somministrato a una velocità precedentemente determinata dall’operatore sanitario per mantenere i livelli di glucosio entro l’intervallo target desiderato tra i pasti e la notte. Questa somministrazione a tempo, nota come velocità basale, elimina la necessità di insulina ad azione prolungata.

Un importante vantaggio della terapia con microinfusore è che la velocità basale può essere regolata in base al fabbisogno di insulina basale previsto dell’utente. L’utente può quindi impostare tariffe diverse per diversi periodi della giornata in cui potrebbe aver bisogno di più o meno insulina.

Un altro vantaggio del microinfusore per insulina è che l’utente può regolare temporaneamente la propria velocità basale per erogare quantità maggiori o minori di insulina per un breve periodo di tempo. Questo è molto utile quando ci si allena quando potrebbe essere necessaria una quantità minore di insulina basale, così come per i periodi di malattia, quando potrebbe essere necessaria una quantità maggiore di insulina basale.

Insulina in bolo

L’insulina bolo è l’insulina erogata prima di mangiare o in risposta a un picco elevato di glucosio nel sangue. L’utente può segnalare al microinfusore di insulina di erogare la dose del bolo secondo necessità. A seconda del design della pompa, l’utente può decidere di assumere la dose del bolo tutta in una volta o allungarla tutta o parte di essa per un certo numero di ore.

Vantaggi dell’utilizzo di un microinfusore per insulina

  • Elimina la necessità di iniezioni regolari con una siringa o una penna per insulina. Una pompa richiede solo un’iniezione ogni pochi giorni quando si cambia il set di infusione
  • Una pompa è più precisa delle iniezioni manuali, consentendo una migliore gestione dei livelli di zucchero nel sangue; ad esempio, meno episodi di ipoglicemia e possibile miglioramento dei livelli di A1C
  • Aiuta a gestire il “fenomeno dell’alba” (glicemia alta mattutina)
  • Capace di regolare i tassi di insulina in base all’ora del giorno o ad attività pianificate come l’esercizio fisico, il sonno o in caso di insulino-resistenza
  • Memorizza tutti i dati di dosaggio, fornendo tutte le informazioni necessarie a te e ai tuoi operatori sanitari per ottimizzare la gestione del diabete
  • Le pompe moderne includono un database nutrizionale per aiutare a determinare l’assunzione di carboidrati e un calcolatore per determinare la dose di insulina necessaria

NOTA: dovresti sempre avere a portata di mano insulina iniettabile regolare nel caso in cui il microinfusore smetta di funzionare.

Svantaggi dell’utilizzo di un microinfusore per insulina

  • La necessità di inserire informazioni nella pompa tutto il giorno e di cambiare il set di infusione ogni pochi giorni
  • La necessità di impegnarsi a seguire le regole per un uso sicuro, incluso il controllo della glicemia almeno 4 volte al giorno per assicurarsi che la pompa funzioni correttamente. Altrimenti, c’è il rischio di un problema pericoloso per la vita chiamato chetoacidosi diabetica (DKA) a causa dell’alto livello di zucchero nel sangue incontrollato.
  • La necessità di formazione su come utilizzare il microinfusore, che richiede diverse visite con il proprio team sanitario o un’intera giornata di formazione ambulatoriale
  • Le forniture per le pompe possono essere costose e pompe particolari potrebbero non essere coperte dalla tua assicurazione
  • Possibili problemi includono irritazione della pelle, blocco della cannula (tubo per insulina) o siti del corpo che non assorbono adeguatamente l’insulina
  • Le pompe a volte possono staccarsi o essere staccate dal corpo
  • Possibile “ affaticamento da dispositivo ” dove c’è la sensazione di un burnout da allarmi o dagli allarmi

Pompe per insulina attualmente disponibili

Queste informazioni sono  aggiornate al 31 luglio 2022.

Tandem t:SLIM X2

L’X2 è l’ultima versione di questo marchio di microinfusore per insulina touchscreen della società californiana Tandem Diabetes Care, che l’ha introdotto per la prima volta nel 2012. L’X2 è dotato di connettività Bluetooth integrata e ha ricevuto l’approvazione della FDA nel 2016.

Tandem’s t:slim X2 è un microinfusore per insulina con tubi con funzionalità avanzate tra cui un touchscreen e una cartuccia di nuova concezione per l’insulina. Invece della tradizionale custodia rigida all’interno del serbatoio, l’insulina viene conservata in una sacca flessibile.

Ciò che distingue anche t:slim X2 è la capacità unica di aggiornare in remoto l’unità da casa, una novità nel mondo delle pompe per il diabete. Questa funzione consente agli utenti di aggiornare le capacità della pompa semplicemente collegandola a Tandem online, invece di dover acquistare un nuovo componente hardware.

Che cos’è un sistema “a circuito chiuso” per le pompe di insulina ? Le pompe per insulina vengono sempre più combinate con i monitor della glicemia costante (CGM) per creare sistemi di “pancreas artificiale” o “circuito chiuso” che automatizzano il monitoraggio e il dosaggio dell’insulina in base ai livelli di zucchero nel sangue.

Al momento, t:slim X2 funziona solo con Dexcom CGM. Tuttavia Tandem ha accordi per la futura integrazione di t: slim X2 con altri CGM, incluso il   monitor per glicemia flash Abbott FreeStyle Libre.

Medtronic con il primo ibrido alias 670G 

Il loro  Minimed 670G  è stato approvato dalla FDA nel 2016 come il primo “sistema ibrido a circuito chiuso” che monitora automaticamente il glucosio e regola le dosi basali di insulina. È stato approvato per l’uso da parte di persone di età pari o superiore a 14 anni con diabete di tipo 1 (T1D). Il 670G monitora il glucosio utilizzando il Guardian 3 CGM di Medtronic e regola automaticamente il dosaggio di insulina basale per mantenere gli utenti il ??più costantemente possibile al livello di zucchero nel sangue target di 120 mg/dL. Ha la capacità di avvisare gli utenti che sono a rischio di ipoglicemia e può quindi regolare le dosi di insulina di conseguenza o disattivare completamente l’insulina di base se il livello di zucchero nel sangue dell’utente scende a quel livello.

Il modello Minimed 780G di Medtronic 

Questo è il sistema di pompa per insulina più avanzato di Medtronic ed è approvato per il trattamento dei diabetici di tipo 1 di età compresa tra 7 e 80 anni.

Sembra proprio come il 670G, ma include queste funzionalità avanzate:

  • Può fornire un bolo di correzione automatica ogni 5 minuti per aiutare gli utenti a rimanere in un intervallo ottimale e regolare automaticamente i pasti saltati
  • Consente target glicemici regolabili tra 100 e 120 mg/dL (rispetto all’attuale target fisso a 120 mg/dL)
  • Connettività Bluetooth integrata per la condivisione dei dati e il monitoraggio remoto
  • Aggiornamenti software remoti (simili a quelli di Tandem) in modo che gli utenti non debbano acquistare un dispositivo completamente nuovo ogni volta che è disponibile un miglioramento.

Pompa patch tubeless Omnipod 5 / Sistema a circuito chiuso

Questa è la pompa per insulina tubeless più avanzata sul mercato

Dopo il suo lancio iniziale nel 2005, questo sistema ha subito diverse iterazioni prima del  rilascio del sistema Omnipod DASH  nel 2019. L’insulina viene erogata tramite un piccolo pod attaccato alla pelle che viene controllato a distanza tramite un PDM (Personal Diabetes Manager). Il modello DASH è già dotato di Bluetooth integrato e PDM touchscreen.

Il nuovissimo  modello Omnipod 5  è la prima tecnologia a circuito chiuso di Insulet in grado di sincronizzarsi con il Dexcom G6 CGM. Consente il controllo remoto dell’erogazione dell’insulina tramite un’app per smartphone mobile. La FDA lo ha approvato nel 2022 ed è ora disponibile.

Pompe per chi ha il diabete di tipo 2

Sebbene i microinfusori per insulina si siano concentrati principalmente sulla popolazione con T1D che richiede una terapia insulinica intensiva,  i dati mostrano  che questi dispositivi possono anche avvantaggiare coloro che convivono con il diabete di tipo 2 (T2D) che usano anche l’insulina.

Oltre alle pompe già discusse, ce ne sono altre due rivolte specificamente alla popolazione con diabete di tipo 2:

Valeritas V-Go

Questa innovativa pompa patch-on monouso per un giorno è stata disponibile per la prima volta nel 2011 e nel 2019 erano già stati venduti oltre 20 milioni di dispositivi .

Questa unità di cerotto adesivo (senza tubo di plastica) contiene un solo giorno di insulina ad azione rapida ed è preimpostata per erogare a una delle tre diverse velocità basali (insulina di fondo) per la giornata.

Pod Omnipod U-500

Questi nuovi pod utilizzano l’insulina U-500 più concentrata di Eli Lilly, che rende la pompa tubeless una vera opzione per i pazienti che richiedono grandi quantità di insulina, come nel caso di molti diabetici di tipo 2.

Qual è il miglior microinfusore per insulina per te?

È meglio discutere le diverse pompe per insulina disponibili con il proprio medico per decidere quale potrebbe funzionare meglio per la gestione del diabete.

Le recensioni degli utenti possono essere molto utili quando si decide quale pompa per insulina potrebbe essere adatta a te.

La linea di fondo

I microinfusori per insulina possono essere un’ottima opzione sia per gli adulti che per i bambini con diabete in quanto offrono molte funzionalità per ottimizzare il controllo del glucosio, inclusa la personalizzazione della gestione personale del diabete, nonché diverse opzioni di somministrazione. Sebbene si tratti di dispositivi medici costosi che l’assicurazione non copre sempre, i microinfusori per insulina stanno aiutando molti diabetici, sia di tipo 1 che di tipo 2, a vivere una vita più sana e meno stressante.


Questa selezione rappresenta i sistemi al top della gamma e con una qualità adeguata si assistenza e formazione nell’uso certifica dall’Associazione Diabetologi USA – ADA, poi di marchi e modelli se ne contano diversi altri in circolazione…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: