Equilibrio

Migliora la tua autocoscienza

Adv

La consapevolezza di sé, essere in sintonia con le proprie emozioni, può sembrare abbastanza diretta e semplice. Ma le persone tendono a sopravvalutare il proprio livello di autocoscienza.

Naturalmente, siamo tutti esseri profondamente emotivi. Anche se pensi di essere in contatto con le tue emozioni, forse sei qualcuno che piange o ride facilmente, potresti non riconoscere l’intero spettro di tutti i tuoi sentimenti senza scavare un po’ più a fondo.

Diventare più consapevoli di sé è uno dei vantaggi della consapevolezza: la pratica di concentrarsi sul qui e ora e di accettare qualunque cosa sorga nella nostra consapevolezza senza giudizio. Per una pratica incentrata specificamente sulle emozioni, prova il seguente esercizio:

  1. Siediti tranquillamente in una posizione comoda e chiudi gli occhi.
  2. Ricorda qualcosa di un po’ triste, ma non opprimente.
  3. Nota dove nel tuo corpo senti quella tristezza.
  4. Metti una delle tue mani su quella parte del tuo corpo in modo premuroso e rilassante.
  5. Ripeti i passaggi precedenti ma sostituisci emozioni diverse alla tristezza: paura, rabbia, gioia.

Aumentare la consapevolezza di queste sensazioni corporee è fondamentale per diventare emotivamente più intelligenti. Quando esaminiamo attentamente le nostre emozioni, vediamo che consistono in una sensazione corporea accompagnata da un pensiero, un’immagine o entrambi. Più chiaramente riusciamo a riconoscere le emozioni nei nostri corpi, più chiaramente sappiamo quando un sentimento sta sorgendo dentro di noi.

Le sensazioni possono fungere da “segnale di avvertimento precoce” per le emozioni problematiche o negative su cui potresti non voler agire automaticamente. Ad esempio, immagina che il tuo coniuge o partner dica qualcosa che ti turba di fronte ai tuoi amici più cari. Prenditi un momento per sentire le sensazioni di rabbia nel tuo corpo, ma non reagire o dire nulla subito. Aspetta qualche istante finché non riesci a pensare chiaramente prima di rispondere.

Un’altra pratica utile è tenere un diario, prestando particolare attenzione a scrivere come gli eventi specifici o le interazioni personali che hai avuto durante la giornata ti hanno fatto sentire. Anche parlare con amici fidati, familiari o un terapeuta può aiutarti a esplorare le tue emozioni.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: