Benessere

Perché il tuo viso invecchia e cosa puoi fare

Adv

Un viso che invecchia con grazia è una cosa bellissima, ma ci sono cambiamenti che si verificano con l’età che vorremmo rallentare. L’età colpisce ogni angolo e fessura del corpo. Insieme alla saggezza, all’esperienza e ai risultati che derivano dall’invecchiamento, ci sono cambiamenti che si verificano nel nostro aspetto esteriore. I cambiamenti nei nostri volti sono i più in prima linea.

Come invecchia il viso

Decine di cambiamenti avvengono con il passare degli anni, alcuni dei quali ovvi e familiari:

Adv
  • Le fronti si espandono mentre le attaccature dei capelli si ritirano
  • Le orecchie spesso si allungano un po’ perché la cartilagine al loro interno cresce
  • La punta del naso può abbassarsi perché il tessuto connettivo che sostiene la cartilagine nasale si indebolisce.

There are also structural rearrangements going on behind the scenes. When we’re young, fat in the face is evenly distributed, with some pockets here and there that plump up the forehead, temples, cheeks, and areas around the eyes and mouth. With age, that fat loses volume, clumps up, and shifts downward, so features that were formerly round may sink, and skin that was smooth and tight gets loose and sags. Meanwhile other parts of the face gain fat, particularly the lower half, so we tend to get baggy around the chin and jowly in the neck.

E, naturalmente, ci sono le rughe. Quelli profondi nella fronte e tra le sopracciglia sono chiamati espressione, o animazione, linee. Sono il risultato dei muscoli facciali che tirano continuamente e alla fine sgualciscono la pelle. Altre pieghe possono diventare più profonde a causa del modo in cui il grasso diminuisce e si sposta. Le rughe più fini sono dovute ai danni del sole, al fumo e alla naturale degenerazione degli elementi della pelle che la mantengono spessa ed elastica.

Cosa posso fare per il mio viso che invecchia?

Anche se hai grandi geni e sembri molto più giovane di te, i cambiamenti legati all’età nel nostro aspetto del viso sono inevitabili. Questi cambiamenti riflettono le nostre gioie e sfide nella vita. Un approccio è semplicemente celebrare la nostra età e il nostro aspetto per quello che sono.

Non tutti sono a proprio agio con questo, e alcuni potrebbero voler rimandare l’adozione di quei cambiamenti. Il lifting antietà, che rimuove chirurgicamente il tessuto in eccesso e solleva la pelle cadente nella parte inferiore del viso, è un modo per cercare di arginare le maree del tempo. I lifting sono migliorati, quindi i risultati tendono ad apparire più naturali. Ma l’intervento chirurgico è costoso e potrebbero essere necessarie altre procedure per ottenere i risultati desiderati. La procedura di lifting è solo una delle procedure cosmetiche più popolari; ci sono molte alternative per alterare il viso che invecchia.

Sebbene la maggior parte di queste procedure di ringiovanimento non siano chirurgiche, non sono economiche, specialmente quando si tiene conto della necessità di ripetere i trattamenti.

Ecco solo un esempio di alcune delle cose che puoi fare – o fare – per dare al tuo viso un aspetto più giovane:

Protezione solare.  Proteggere il viso dal sole è il modo migliore per mantenerlo giovane. Gran parte del danno proviene dalla parte UVA dello spettro luminoso, quindi è necessario applicare una crema solare che la protegga e la luce UVB, che provoca scottature. Anche indossare un cappello a tesa larga è una buona idea.

Creme e lozioni.  Gli idratanti leniscono la pelle secca e possono temporaneamente rendere meno evidenti le rughe. Le creme idratanti per il viso contengono acqua per renderle meno unte e molte contengono sostanze, ad esempio la glicerina, che possono aiutare a legare l’acqua alla pelle. Le creme esfolianti possono migliorare l’aspetto della pelle più vecchia eliminando le cellule morte della pelle che non si staccano facilmente come quando eravamo giovani.

Diverse creme da prescrizione (Avita, Avage, Renova, Retin-A) hanno dimostrato di ridurre le rughe e le cosiddette macchie epatiche causate dall’esposizione al sole. Queste creme approvate dalla FDA contengono retinoidi, composti correlati alla vitamina A che sembrano agire inducendo la produzione di collagene nel derma e alterando la melanina, il pigmento che causa le macchie epatiche. Esistono diverse varietà di retinoidi. Tazarotene e tretinoina sono due di quelli utilizzati nei prodotti approvati dalla FDA.

Iniezioni di tossina botulinica.  Queste iniezioni vengono utilizzate per trattare le rughe di espressione della fronte e tra le sopracciglia. Funzionano immobilizzando parzialmente i muscoli che formano le rughe di espressione in modo che la pelle si appiana, anche se alcune rughe di espressione profonde potrebbero non andare via. Botox è il marchio familiare. Altre tossine botuliniche approvate dalla FDA sono Myobloc e Dysport.

Filler dermici.  I filler dermici sono usati per trattare le rughe create dalla perdita di collagene e grasso. Dopo le iniezioni di tossina botulinica, le iniezioni di filler dermico sono la procedura cosmetica più comune eseguita negli Stati Uniti. Le posizioni principali per le iniezioni sono due serie di parentesi: la coppia di linee che si estendono dal naso agli angoli della bocca, note come pieghe naso-labiali, e un’altra coppia che si estende dagli angoli della bocca al mento, noto come linee di marionette.

Molti materiali diversi sono usati come filler dermico. Il collagene è caduto in disgrazia. Attualmente il più diffuso è l’acido ialuronico, uno zucchero complesso che si trova naturalmente in molti tessuti. L’acido ialuronico è più costoso del collagene ma dura più a lungo, fino a sei mesi nelle pieghe naso-labiali. Come le iniezioni di tossina botulinica, l’effetto dei colpi di filler dermico svanisce dopo diversi mesi – quanto tempo dipende dal sito di iniezione – ma con iniezioni ripetute sembra durare un po’ più a lungo.

Trattamenti laser.  I laser possono essere utilizzati per puntare su determinati pigmenti: marrone, se l’obiettivo è eliminare le lentiggini e le macchie del fegato, rosso se l’obiettivo sono i capillari rotti. Sono anche usati per il resurfacing all’ingrosso della pelle del viso. Gli strati più alti vengono strappati via e, con essi, le rughe dovute ai danni del sole e le cicatrici dell’acne. L’energia di alcuni laser resurfacing “non ablativi” passa attraverso lo strato esterno della pelle per lavorare a un livello più profondo, nel derma, per stimolare l’infiammazione, che porta alla formazione di collagene.

La pelle ha bisogno di tempo per riprendersi dopo la maggior parte dei trattamenti laser. Possono essere necessarie un paio di settimane per guarire, a seconda del tipo e dell’entità del trattamento. I trattamenti non ablativi tendono a guarire un po’ più velocemente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: