Assistenza sociosanitaria

Vaccinazioni multiple BCG proteggono i diabetici di tipo 1 da COVID-19

I ricercatori hanno scoperto che il 12,5% degli individui trattati con placebo e l’1% degli individui trattati con BCG soddisfacevano i criteri per il COVID-19 confermato, ottenendo un’efficacia del vaccino del 92%

I ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH), hanno pubblicato un nuovo articolo su Cell Reports Medicine che dimostra il potenziale protettivo di dosi multiple del vaccino Bacillus Calmette-Guerin (BCG) contro COVID-19 e altre malattie infettive.

In uno studio in doppio cieco, controllato con placebo su pazienti con diabete di tipo 1 condotto all’inizio della pandemia (prima che fossero disponibili vaccini specifici per COVID), i ricercatori hanno scoperto che il 12,5% degli individui trattati con placebo e l’1% di BCG- gli individui trattati soddisfacevano i criteri per il COVID-19 confermato, ottenendo un’efficacia del vaccino del 92%.

Il gruppo vaccinato con BCG ha anche mostrato effetti protettivi contro altre malattie infettive, inclusi meno sintomi, minore gravità e meno eventi di malattie infettive per paziente. Non si sono verificati eventi avversi sistemici correlati al BCG.

L’ampia protezione dalle infezioni di BCG suggerisce che, oltre a COVID-19, potrebbe potenzialmente fornire protezione contro nuove varianti di SARS-CoV-2 e altri agenti patogeni.

I ricercatori sperano che i risultati stimoleranno uno studio su larga scala degli effetti del vaccino BCG nei pazienti con diabete di tipo 1, considerato tra i gruppi più vulnerabili al COVID-19.

Il vaccino BCG è un ceppo di tubercolosi avirulento  Mycobacterium bovis  storicamente somministrato per la protezione contro la tubercolosi e, sin dalla sua introduzione nel 1921, è stato il vaccino più ampiamente somministrato nella storia della medicina.

Considerato estremamente sicuro, BCG è nell’elenco dei farmaci essenziali dell’Organizzazione mondiale della sanità e viene somministrato a circa 100 milioni di bambini all’anno in tutto il mondo. BCG è anche uno dei farmaci più convenienti, che costa meno di un dollaro a dose in molte parti del mondo.

“Diversi studi hanno dimostrato che gli adulti con diabete di tipo 1 a cui è stato diagnosticato il COVID-19 sono maggiormente a rischio di malattie gravi.

Abbiamo scoperto che tre dosi di BCG somministrate prima dell’inizio della pandemia hanno impedito l’infezione e limitato i sintomi gravi da COVID-19 e altre malattie infettive.

A differenza dei vaccini antigene-specifici attualmente in uso per prevenire COVID-19, il meccanismo d’azione di BCG non si limita a un virus o un’infezione specifici”, afferma Denise Faustman, MD, PhD, direttore del  Laboratorio di immunobiologia  del Massachusetts General Hospital.

I partecipanti allo studio COVID si erano precedentemente iscritti a uno studio clinico per testare l’efficacia del vaccino BCG per il diabete di tipo 1. I partecipanti al gruppo di test avevano ricevuto più vaccinazioni prima dell’inizio della pandemia all’inizio del 2020.

“Questo set di dati è unico ed entusiasmante perché i pazienti sono stati tutti vaccinati con dosi multiple di BCG prima dell’inizio dell’epidemia. Prima dello studio non avevano alcuna esposizione nota alla tubercolosi o una precedente vaccinazione con BCG. Ciò elimina i principali fattori di confusione che hanno limitato altri studi.

I risultati supportano l’idea che il BCG abbia bisogno di tempo per avere un effetto clinico, ma i suoi effetti potrebbero quindi essere molto duraturi e duraturi”, afferma Hazel Dockrell, London School of Hygiene & Tropical Medicine, un’esperta di malattie infettive che non è stata ufficialmente coinvolta nello studio .

I 144 diabetici di tipo adulto (96 trattati con BGC e 48 con placebo) analizzati nello studio COVID-19 facevano parte di uno studio clinico di Fase IIb in corso che testava il BCG come trattamento per gli adulti con diabete di tipo 1 accertato. I pazienti sono stati seguiti per gli esiti correlati a COVID-19 per 15 mesi.

I risultati dello studio COVID-19 includevano: tasso di infezione da COVID-19, sintomi correlati a COVID-19, riduzione della malattia infettiva generale e presenza e intensità a livello di anticorpi SARS-CoV-2. I risultati del diabete di tipo 1 non sono stati aperti in cieco come parte di questo studio e saranno aperti al completamento dello studio nel 2023.

A proposito del Massachusetts General Hospital

Il Massachusetts General Hospital, fondato nel 1811, è l’originale e più grande ospedale universitario della Harvard Medical School. Il  Mass General Research Institute  conduce il più grande programma di ricerca ospedaliero della nazione, con operazioni di ricerca annuali di oltre 1 miliardo di dollari e comprende più di 9.500 ricercatori che lavorano in più di 30 istituti, centri e dipartimenti. Nel luglio 2022, Mass General è stato nominato #5 nell’elenco  US News & World Report  di “America’s Best Hospitals”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: