Batticuore Terapie

Prossimi a una terapia rivolta alle cardiopatie nelle persone con diabete tipo 2

Adv

I ricercatori dell’Università di Otago sono più vicini alla prevenzione della morte immatura e al miglioramento della salute generale delle persone con diabete.

Più del 60% delle persone nel mondo con diabete di tipo 2 muore per qualche tipo di malattia cardiaca .

Il Professore Associato Rajesh Katare, del Dipartimento di Fisiologia, guida un team di ricercatori di Otago che hanno lavorato per sviluppare un trattamento per le persone con diabete di tipo 2 che sviluppano malattie cardiache.

In precedenza, il gruppo ha identificato i regolatori molecolari (microRNA) che svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle malattie cardiache e li ha modificati prima che cambiassero, per prevenire la malattia nei diabetici.

“Tuttavia, nella realtà e in clinica, non vediamo pazienti prima che sviluppino qualsiasi forma di malattia”, afferma la professoressa associata Katare. “In effetti, le persone non vanno da un medico di famiglia o in ospedale a meno che non ci sia un problema”.

Infografica. Credito: Terapia Molecolare – Acidi Nucleici (2022). DOI: 10.1016/j.omtn.2022.07.007

Utilizzando modelli murini, che reagiscono in modo simile agli esseri umani con diabete di tipo 2, il gruppo ha deciso di curare le malattie cardiache.

“Abbiamo identificato che il nostro trattamento è stato in grado di ripristinare la funzione cardiaca riducendo la morte delle cellule del cuore”, afferma la professoressa associata Katare. “Questo è un risultato entusiasmante, poiché siamo in grado di iniziare il trattamento dopo lo sviluppo della malattia, ma migliorare comunque la funzione cardiaca . Questo risultato ci ha dato la certezza che la terapia con microRNA può essere utilizzata in clinica”.

La professoressa associata Katare afferma che l’impatto sarà enorme, in particolare tra la comunità Maori, a causa della natura semplice del trattamento e dell’uso di prodotti privi di cellule, che lo rendono culturalmente sicuro da usare.

Migliorerà la salute delle persone con diabete di tipo 2 e ridurrà la morte immatura, dice.

“Questo a sua volta avrà un impatto enorme sull’intero wh?nau”.

La fase successiva del progetto consiste nel verificare se ci saranno miglioramenti simili in modelli animali più grandi.

“Se finanziato, ciò porterà i risultati della nostra ricerca un ulteriore passo avanti verso la traduzione nella clinica”.

L’attuale studio è pubblicato in Molecular Therapy—Nucleic Acids


Ulteriori informazioni: Nilanjan Ghosh et al, Therapeutic knockdown of miR-320 migliora la funzione cardiaca deteriorata in un modello preclinico di cardiopatia diabetica non ischemica, Molecular Therapy—Nucleic Acids (2022). DOI: 10.1016/j.omtn.2022.07.007

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: