Batticuore

Fuma che si trapassa

Adv

Il fumo è ancora più dannoso per il cuore di quanto si pensasse

fumatore

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

I fumatori hanno un cuore più debole rispetto ai non fumatori, secondo una ricerca presentata al Congresso ESC 2022. Lo studio ha rilevato che più persone fumavano, peggiore diventava la loro funzione cardiaca. Alcune funzioni sono state ripristinate quando le persone hanno perso l’abitudine.

“È risaputo che il fumo provoca l’ostruzione delle arterie, che porta a malattie coronariche e ictus”, ha affermato l’autrice dello studio, la dott.ssa Eva Holt dell’ospedale Herlev e Gentofte, Copenaghen, Danimarca. “Il nostro studio mostra che il fumo porta anche a cuori più spessi e deboli. Significa che i fumatori hanno un volume di sangue minore nella camera cardiaca sinistra e meno potenza per pomparlo nel resto del corpo. Più fumi, peggio è la tua funzione cardiaca diventa. Il cuore può recuperare in una certa misura con la cessazione del fumo, quindi non è mai troppo tardi per smettere. “.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il tabacco uccide più di otto milioni di persone ogni anno. Il fumo di sigaretta è responsabile del 50% di tutte le morti evitabili nei fumatori, di cui la metà dovute a malattie cardiovascolari aterosclerotiche come infarto e ictus. Gli effetti dannosi del fumo sulle arterie e sulle malattie arteriose come infarto e ictus sono ben noti.

Gli studi hanno anche dimostrato che il fumo è associato a un rischio maggiore di insufficienza cardiaca, in cui il muscolo cardiaco non pompa il sangue nel corpo come dovrebbe, di solito perché è troppo debole o rigido. Ciò significa che il corpo non riceve l’ossigeno e le sostanze nutritive di cui ha bisogno per funzionare normalmente. Il legame tra fumo e struttura e funzione del cuore non è stato completamente esaminato. Questo studio ha quindi esplorato se il fumo fosse correlato ai cambiamenti nella struttura e nella funzione del cuore nelle persone senza malattie cardiovascolari e l’effetto del cambiamento delle abitudini di fumo.

Lo studio ha utilizzato i dati del 5 ° Copenhagen City Heart Study, che ha studiato i fattori di rischio cardiovascolare e le malattie nella popolazione generale. Sono stati arruolati un totale di 3.874 partecipanti di età compresa tra 20 e 99 anni senza malattie cardiache . È stato utilizzato un questionario auto-somministrato per ottenere informazioni sulla storia del fumo e per stimare gli anni pacchetto, che è il numero di sigarette fumate nel corso della vita. Un pacchetto-anno è definito come 20 sigarette fumate ogni giorno per un anno.

I partecipanti hanno avuto un’ecografia del cuore, chiamata ecocardiografia, che fornisce informazioni sulla sua struttura e sul suo funzionamento. I ricercatori hanno confrontato le misure ecocardiografiche dei fumatori attuali con quelle dei non fumatori dopo aver aggiustato per età, sesso, indice di massa corporea, ipertensione, colesterolo alto, diabete e funzionalità polmonare.

L’età media dei partecipanti era di 56 anni e il 43% erano donne. Quasi uno su cinque partecipanti erano fumatori attuali (18,6%), mentre il 40,9% erano ex fumatori e il 40,5% non aveva mai fumato. Rispetto ai non fumatori, i fumatori attuali avevano cuori più spessi, più deboli e più pesanti. L’aumento degli anni pacchetto è stato associato al pompaggio di meno sangue. Il Dr. Holt ha spiegato: “Abbiamo scoperto che il fumo attuale e gli anni accumulati erano associati al peggioramento della struttura e della funzione della camera cardiaca sinistra, la parte più importante del cuore. Inoltre, abbiamo scoperto che in un periodo di 10 anni , coloro che hanno continuato a fumare hanno sviluppato cuori più spessi, più pesanti e più deboli che erano meno in grado di pompare sangue rispetto ai non fumatori e a coloro che hanno smesso durante quel periodo”.

Ha concluso: “Il nostro studio indica che il fumo non solo danneggia i vasi sanguigni, ma danneggia direttamente anche il cuore. La buona notizia è che alcuni dei danni sono reversibili rinunciando”.

Maggiori informazioni: L’abstract “Gli effetti del fumo sulla struttura e funzione cardiaca in una popolazione generale” sarà presentato durante la sessione Stratificazione del rischio con parametri ecocardiografici venerdì 26 agosto dalle 10:15 alle 11:00 CEST presso la Stazione 1.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: