Equilibrio

Il sonno insufficiente negli adolescenti è associato a sovrappeso e obesità

Adv

Secondo una ricerca presentata al Congresso ESC 2022, gli adolescenti che dormono meno di otto ore a notte hanno maggiori probabilità di essere sovrappeso o obesi rispetto ai loro coetanei che dormono a sufficienza . hanno una combinazione di altre caratteristiche malsane tra cui grasso in eccesso intorno al centro, pressione sanguigna elevata e livelli anormali di lipidi e glucosio nel sangue.

“Il nostro studio mostra che la maggior parte degli adolescenti non dorme abbastanza e questo è collegato all’eccesso di peso e alle caratteristiche che promuovono l’aumento di peso, potenzialmente predisponendoli a problemi futuri”, ha affermato l’autore dello studio Jesús Martínez Gómez, ricercatore in formazione presso il Laboratorio di imaging e salute cardiovascolare, Centro nazionale spagnolo per la ricerca cardiovascolare (CNIC), Madrid, Spagna. “Attualmente stiamo studiando se le cattive abitudini del sonno siano correlate a un tempo passato davanti allo schermo eccessivo, il che potrebbe spiegare perché gli adolescenti più grandi dormono ancora meno di quelli più giovani”.

Questo studio ha esaminato l’associazione tra durata del sonno e salute in 1.229 adolescenti nel SI! Programma per la sperimentazione delle scuole secondarie in Spagna. 2 I partecipanti avevano un’età media di 12 anni al basale con un numero uguale di ragazzi e ragazze.

Il sonno è stato misurato per sette giorni con un tracker di attività indossabile tre volte in ciascun partecipante all’età di 12, 14 e 16 anni. Per una salute ottimale, l’American Academy of Sleep Medicine consiglia di dormire dalle 9 alle 12 ore a notte per i bambini dai 6 ai 12 anni e dalle 8 alle 10 ore per i ragazzi dai 13 ai 18 anni. 3 Per semplificare l’analisi, lo studio ha utilizzato 8 ore o più come ottimali. I partecipanti sono stati classificati come dormienti molto brevi (meno di 7 ore), dormienti brevi (da 7 a 8 ore) e ottimali (8 ore o più).

Sovrappeso e obesità sono stati determinati in base all’indice di massa corporea. I ricercatori hanno calcolato un punteggio di sindrome metabolica continua che va da valori negativi (più sani) a valori positivi (più malsani) che includevano la circonferenza della vita, la pressione sanguigna e i livelli di glucosio nel sangue e lipidi.

All’età di 12 anni, solo il 34% dei partecipanti dormiva almeno 8 ore a notte, e questo è sceso al 23% e al 19% rispettivamente a 14 e 16 anni. I ragazzi tendevano a dormire meno. Gli adolescenti che dormivano di più avevano anche una qualità del sonno migliore, il che significa che si svegliavano meno durante la notte e trascorrevano una percentuale maggiore del tempo a letto rispetto a quelli con un sonno più breve. La prevalenza di sovrappeso/obesità era del 27%, 24% e 21% rispettivamente a 12, 14 e 16 anni di età.

Le associazioni tra durata del sonno, sovrappeso/obesità e punteggio della sindrome metabolica sono state analizzate dopo aver aggiustato per l’educazione dei genitori, lo stato di migrante, l’attività fisica da moderata a vigorosa, lo stato di fumatore, l’assunzione di energia, la città (Madrid o Barcellona) e la scuola.

Rispetto ai dormienti ottimali, il sovrappeso/obesità era del 21% e del 72% più probabile nei dormienti molto brevi rispettivamente a 12 e 14 anni. I dormienti corti avevano il 19% e il 29% in più di probabilità di essere sovrappeso/obesi rispetto ai dormienti ottimali rispettivamente a 12 e 14 anni. Allo stesso modo, sia i dormienti molto corti che quelli corti avevano punteggi medi di sindrome metabolica più alti a 12 e 14 anni rispetto ai dormienti ottimali.

Il Sig. Martínez Gómez ha dichiarato: “Le connessioni tra sonno insufficiente e salute avversa erano indipendenti dall’assunzione di energia e dai livelli di attività fisica, indicando che il sonno stesso è importante. L’eccesso di peso e la sindrome metabolica sono in definitiva associati a malattie cardiovascolari, suggerendo che i programmi di promozione della salute nelle scuole dovrebbero insegnare buone abitudini del sonno. I genitori possono dare il buon esempio avendo una buona ora di andare a letto e limitando il tempo trascorso davanti allo schermo la sera. Sono necessarie anche politiche pubbliche per affrontare questo problema di salute globale”.

Finanziamento: The SI! Program for Secondary School trial is funded by the Carlos III Institute of Health (ISCIII)-Fondo de Investigacion Sanitaria (PI19/01704), the Fundació la Marató de TV3 (369/C/2016), ‘la Caixa’ Foundation (LCF/PR/CE16/10700001 and LCF/PR/MS19/12220001), the Ministerio de Ciencia e Innovación (AGL2016–75329-R), the Generalitat de Catalunya, and the SHE Foundation. Jesús Martínez-Gómez, the first author of the study, is a postgraduate fellow of the Ministerio de Ciencia e Innovación of Spain at the Residencia de Estudiantes (2020–ongoing). Rodrigo Fernández-Jiménez, group leader of the Cardiovascular Health and Imaging lab, is recipient of grants from the ISCIII-Fondo de Investigación Sanitaria (PI19/01704) and the European Regional Development Fund/European Social Fund (“A way to make Europe”/”Investing in your future”). The CNIC is supported by the ISCIII, the Ministerio de Ciencia e Innovación (MCIN) and the Pro CNIC Foundation, and is a Severo Ochoa Center of Excellence (grant CEX2020-001041-S funded by MICIN/AEI/10.13039/501100011033).

Riferimenti e note

1 L’abstract “La durata del sonno e la sua associazione con gli esiti cardiometabolici tra gli adolescenti iscritti al Programma SI in Spagna” sarà presentato durante la sessione Fattori di rischio e prevenzione – Epidemiologia 2 lunedì 29 agosto dalle 14:15 alle 15:00 CEST alla Stazione 4.

2 Il SI! Il programma per la sperimentazione delle scuole secondarie in Spagna è un progetto collaborativo della Fondazione SHE – “la Caixa”, dell’Università di Barcellona e del CNIC.

3 Paruthi S, Brooks LJ, D’Ambrosio C, et al . Quantità di sonno consigliata per le popolazioni pediatriche: una dichiarazione di consenso dell’American Academy of Sleep Medicine. JClin Sleep Med . 2016;12:785–786.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: