Mangiare e bere

I social media ancor più della televisione inducono a mangiare e mettere su chili

Adv

Nello specifico gli annunci di cibo su Twitch possono portare a voglie, acquisti

Gli annunci di cibo sui social media sono pervasivi, ma la ricerca non ha ancora documentato in modo completo gli effetti di questi annunci su adolescenti e giovani adulti. Un nuovo studio condotto da ricercatori del Penn State e del Dartmouth College ha scoperto che la pubblicità sulla piattaforma di social media Twitch può portare al desiderio e all’acquisto di cibi poveri di nutrienti come caramelle e bevande energetiche tra alcuni adolescenti e giovani adulti.

Twitch è una piattaforma di streaming che consente agli spettatori di conversare condividendo un feed video comune. Offre canali su un’ampia gamma di argomenti tra cui viaggi, sport, cibo, arte e musica. Ma il gioco dei videogiochi è l’uso originale – e di gran lunga più comune – della piattaforma.

L’utilizzo di Twitch sta crescendo rapidamente, con oltre sei miliardi di ore di contenuti visualizzati sulla piattaforma durante i primi tre mesi del 2021. Ciò ha rappresentato un aumento del 97% rispetto allo stesso periodo del 2020.

“Le persone possono rimanere sconcertate da Twitch, ma chiunque sia abbastanza grande da aver giocato ai videogiochi casalinghi da adolescente probabilmente ha avuto un’esperienza simile”, ha affermato Travis Masterson, assistente professore di nutrizione, Broadhurst Career Development Professor for the Study of Health Promotion and Disease Prevention, e coautore della ricerca. “Andavi a casa di un amico dopo la scuola, o il sabato mattina, e se stavano cercando di superare una parte particolarmente difficile di un videogioco, potresti sederti e guardarli giocare. Il videogioco era una scusa per una conversazione. Questo era certamente vero per me. Twitch offre la stessa opportunità di uscire in una community con i tuoi amici, ma ora è tutto online.

“Gli accordi di approvazione su Twitch possono valere molti milioni di dollari e i giovani, che sono sempre attraenti per gli inserzionisti, stanno spostando gli occhi dalla televisione a queste forme di intrattenimento più interattive, spesso su Twitch in particolare”, ha aggiunto Masterson.

I ricercatori hanno notato che, con l’aumento della popolarità di Twitch, la pubblicità di cibi poveri di nutrienti come caramelle e bevande energetiche è diventata più comune sulla piattaforma. Il team di ricerca, che comprendeva Jennifer Emond, professoressa associata di scienza dei dati biomedici e pediatria presso la Geisel School of Medicine di Dartmouth, e Catherine Pollack, l’ex studentessa laureata di Emond, voleva capire come la pubblicità su Twitch influenzasse le voglie e le abitudini di acquisto degli spettatori.

Il team ha reclutato 568 utenti Twitch tramite Reddit. I partecipanti erano prevalentemente maschi e bianchi o asiatici non ispanici. Utilizzando tre strumenti esistenti per misurare il desiderio di cibo, i ricercatori hanno cercato di capire se potevano prevedere quali persone erano più suscettibili alla pubblicità alimentare.

In una  nuova pubblicazione  sulla rivista Public Health Nutrition , i ricercatori hanno dimostrato che alcuni spettatori di Twitch hanno maggiori probabilità di altri di ricordare, bramare e acquistare i marchi che vedono pubblicizzati sulla piattaforma di streaming. I ricercatori hanno anche scoperto che tre domande da uno strumento chiamato External Food Cue Responsiveness Inventory potrebbero aiutare a identificare i membri di questo gruppo “altamente sensibile”. Gli spettatori altamente sensibili hanno approvato le affermazioni: “Voglio cibo o bevande che vedo mangiare dagli altri”, “Voglio mangiare quando le persone parlano di cibo” e “Noto i segni/loghi dei ristoranti”.

Il quindici percento dei partecipanti allo studio ha riferito di provare voglie di prodotti che hanno visto pubblicizzati su Twitch e l’8% ha riferito di aver acquistato i prodotti pubblicizzati. Masterson ha affermato che i ricercatori erano preoccupati che le persone altamente suscettibili alla pubblicità e che trascorrono più ore al giorno su Twitch potessero essere inclini ad acquistare cibi che minano la loro salute.

“Nella ricerca accademica, stiamo recuperando il ritardo con gli inserzionisti alimentari”, ha spiegato Masterson. “La pubblicità è pervasiva per un motivo: funziona e le aziende capiscono come funziona. Le persone tendono a capire che i bambini sono suscettibili ai messaggi pubblicitari, ma spesso ci piace pensare che una volta che cresciamo e iniziamo a prendere le nostre decisioni, gli adulti siano immuni al potere della pubblicità. Ma la pubblicità non è cresciuta fino a diventare un’industria da oltre 100 miliardi di dollari negli Stati Uniti perché è inefficace. La pubblicità funziona su di noi e su un sottoinsieme di noi è particolarmente efficace”.

Masterson ha aggiunto che i ricercatori accademici devono comprendere il comportamento dei consumatori e gli inserzionisti, in modo che la società possa determinare quale pubblicità è o non è sicura in ambienti diversi.

“Questo è un singolo studio e questi risultati non possono essere generalizzati a tutti, ma lo studio ha ancora ampie implicazioni”, ha affermato Masterson. “Questa ricerca mostra che alcune persone sono altamente suscettibili alla pubblicità e che l’inventario External Food Cue Responsiveness può aiutare i ricercatori a identificare quelle persone vulnerabili.

“Sono un giocatore. Sono su Twitch e faccio parte di queste comunità”, ha continuato Masterson. “Mi da fastidio quando guardo League of Legends, per esempio, e vedo una pubblicità di caramelle con il marchio nel bel mezzo del gioco. Mi infastidisce perché so che questi annunci influenzano le persone, me compreso. Questo lavoro fornisce ai ricercatori uno strumento per capire chi è più colpito e, a lungo termine, che potrebbe promuovere una maggiore salute per i giocatori e tutti coloro che sono esposti alla pubblicità alimentare”.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: