Benessere Frega niente?

Menefreghismo totale: Gli orfani dimenticati lasciati nella pandemia di COVID-19

Adv

Uno studio globale sulle morti per pandemia condotto dai ricercatori dell’Australian National University (ANU) ha rivelato perché alcuni paesi hanno visto un numero maggiore di bambini che hanno perso uno o entrambi i genitori a causa del COVID-19.

L’analisi, basata sui dati diffusi nel 2021 , ha rilevato che i tassi di fertilità, la povertà, la copertura vaccinale e la concentrazione di malattie come il diabete e le malattie cardiache in determinati gruppi di età contribuiscono a un rischio maggiore che i bambinibambini rimangano orfani durante la pandemia.

Il ricercatore dell’ANU Callum Lowe ha affermato che mentre ci sono paesi in cui il tasso di orfani è molto più alto dell’Australia, i dati mostrano che circa 1.800-1.900 giovani australiani hanno perso almeno un genitore durante la pandemia.

“Pensiamo al COVID-19 come a una malattia che colpisce in gran parte le persone anziane, ma ci siamo dimenticati dei giovani e dei bambini che sono rimasti indietro”, ha affermato Lowe.

“Questi sono bambini che potrebbero aver perso uno o, a volte tragicamente, entrambi i genitori. Erano in lutto in isolamento, lontano da altri familiari e amici e senza la routine della normale vita scolastica.

“Ciò ha un impatto sulla loro salute mentale, sulla loro istruzione e sul loro benessere a lungo termine.

“Evidenzia che il COVID-19 non sta solo avendo un impatto ora, ma sta avendo un enorme effetto sulla prossima generazione”.

Il tasso di orfani COVID-19 in Australia è stimato a 0,13, il che significa che ogni 100 decessi causati da COVID-19 circa 13 giovani hanno perso uno o entrambi i genitori. In alcuni paesi come l’Angola, il tasso di orfani è superiore a due, il che significa che il numero di bambini rimasti orfani è almeno il doppio del numero di persone morte a causa del COVID-19.?

I tassi di fertilità, povertà e malattie non comunicative tra le persone in età riproduttiva sono forti predittori di quali paesi sperimenteranno un numero elevato di morti per COVID-19 e un numero relativamente basso di bambini orfani.

Alcuni dei paesi più colpiti dal rischio di bambini orfani erano l’Africa, in particolare i paesi che erano al di sotto della media del PIL pro capite e che avevano una percentuale maggiore di persone con malattie non comunicative di età compresa tra 15 e 49 anni.

In quasi tutte le regioni del mondo, un rischio più elevato è stato anche associato a una copertura vaccinale inferiore. Ciò significa che i paesi che stanno già soffrendo un rischio elevato di rimanere orfani continueranno a soffrire in futuro.

“La ricerca evidenzia la necessità di risorse governative e impostazioni politiche che assicurino che i bambini colpiti dalla morte di uno o entrambi i genitori siano adeguatamente supportati, in particolare nelle popolazioni vulnerabili come le Prime Nazioni e le comunità rurali”, ha affermato Lowe.?

“COVID-19 si è diffuso in quasi tutti i paesi del mondo, ma continuano a esserci enormi disparità sugli effetti sui diversi paesi”.

Il signor Lowe è un funzionario del dipartimento  ricerca e dottorando presso il Dipartimento di salute globale presso il National Center for Epidemiology and Population Health presso l’ANU.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: