Batticuore Benessere

Alcuna differenza di genere

Adv

Fattori di rischio per malattie cardiache e ictus in gran parte simili negli uomini e nelle donne a livello globale

Hamilton, ON (8 settembre 2022) Donne e uomini condividono la maggior parte degli stessi fattori di rischio per le malattie cardiovascolari (CVD), secondo un ampio studio internazionale: il primo studio di questo tipo a includere non solo persone provenienti da paesi ad alto reddito, ma anche da paesi a basso e medio reddito in cui l’onere di CVD è maggiore.

Lo studio è stato pubblicato oggi su The Lancet.

Lo studio globale ha valutato i fattori di rischio, inclusi quelli metabolici (come ipertensione, obesità e diabete), comportamentali (fumo e dieta) e psicosociali (stato economico e depressione) in circa 156.000 persone senza una storia di CVD di età compresa tra i 35 anni e 70. Vivendo in 21 paesi a basso, medio e alto reddito nei cinque continenti, sono stati seguiti per una media di 10 anni.

“Donne e uomini hanno fattori di rischio CVD simili, il che sottolinea l’importanza di una strategia simile per la prevenzione delle CVD negli uomini e nelle donne”, ha affermato il primo autore del documento Marjan Walli-Attaei, ricercatore presso il Population Health Research Institute (PHRI ) della McMaster University e Hamilton Health Sciences (HHS).

Nel complesso, le donne avevano un rischio inferiore di sviluppare CVD rispetto agli uomini, soprattutto in età più giovane. 

Tuttavia, la dieta era più fortemente associata al rischio di CVD nelle donne rispetto agli uomini – “qualcosa che non è stato descritto in precedenza e che richiede una conferma indipendente”, ha affermato Salim Yusuf, ricercatore principale dello studio, autore senior, direttore esecutivo del PHRI, professore di medicina alla McMaster University e cardiologo all’HHS.

Alti livelli di colesterolo cattivo (LDL) e sintomi di depressione erano più fortemente associati al rischio di CVD negli uomini che nelle donne.
I modelli di questi risultati erano generalmente simili nei paesi ad alto reddito e nei paesi a reddito medio-alto e nei paesi a reddito basso e medio-basso.

Il finanziamento è stato fornito da PHRI, Hamilton Health Sciences Research Institute, Canadian Institutes of Health Research (anche attraverso la strategia per la ricerca orientata al paziente tramite l’Ontario SPOR Support Unit), la filiale dell’Ontario della Heart and Stroke Foundation e l’Ontario Ministero della Salute e della Lungodegenza

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: