Corsi/ECM/Eventi Educazione

Ehi fatti sto ECM

Adv
I programmi di medicina culinaria mirano a migliorare l’educazione alimentare per i medici

I programmi di medicina culinaria stanno emergendo nelle scuole di medicina per soddisfare l’esigenza fondamentale di migliorare l’educazione alimentare in un’era di problemi di salute legati alla dieta senza precedenti, tra cui l’obesità e le malattie cardiovascolari, secondo una revisione dei programmi dei ricercatori dell’UT Southwestern pubblicata su Academic Medicine .

I programmi utilizzano cucine didattiche per fornire agli operatori sanitari competenze pratiche per aiutare i pazienti a apportare cambiamenti dietetici basati sull’evidenza mentre celebrano cibo nutriente, accessibile, conveniente e delizioso , ha affermato l’autore principale Jaclyn Albin, MD, professore associato di medicina interna e pediatria che guida il Programma di medicina culinaria presso UT Southwestern.

“Questo lavoro è la prima vera revisione di scoping dei programmi di medicina culinaria nelle scuole di medicina negli Stati Uniti”, ha detto il dottor Albin. “Prevediamo che questa sarà una risorsa fondamentale per le numerose scuole di medicina che cercano di avviare programmi e necessitano di una base di letteratura raccolta, nonché di informazioni su finanziamenti, strategie di valutazione e lezioni apprese”.

UT Southwestern è stato un innovatore in questo campo. Dall’inizio del suo programma nel 2015, il team di Medicina culinaria di UTSW ha fornito istruzione interprofessionale nelle cucine didattiche di Dallas-Fort Worth a studenti di medicina , residenti, borsisti, altri professionisti della salute e pazienti. Più recentemente, i team di Medicina culinaria hanno lanciato una linea di servizi clinici che offre consultazioni virtuali con altri operatori sanitari. Le visite individuali tra i pazienti e i dietisti registrati e i corsi di cucina di gruppo dovrebbero iniziare nei prossimi mesi.

Per formare la prossima generazione di professionisti della salute, il dottor Albin collabora con la dietista Milette Siler, MBA, RD, LD, per condurre lezioni per studenti di medicina e laureati, residenti e borsisti nel campus dell’UT Southwestern.

“Ho sempre avuto una passione per insegnare a studenti e pazienti l’alimentazione, lo stile di vita e altre influenze ambientali sulla salute”, ha affermato il dottor Albin. “Questo è diventato sempre più complesso poiché sempre più pazienti affrontano allergie e intolleranze alimentari, esigenze dietetiche o nutrizionali speciali, malattie come la sindrome dell’intestino irritabile e molto altro”.

I ricercatori hanno identificato 34 corsi di medicina culinaria incentrati sugli studenti di medicina, utilizzando una varietà di strategie curriculari e di valutazione che mancano di standardizzazione e misurazione delle competenze. Sebbene i programmi abbiano un impatto positivo sul benessere degli studenti e sulle conoscenze nutrizionali, lottano con finanziamenti adeguati e supporto della facoltà.

Il dottor Albin ha detto che i tempi sono maturi per un maggiore supporto. Le diete subottimali sono ben consolidate come una forza trainante per l’aumento della morbilità nell’obesità, nelle malattie cardiovascolari e nel diabete di tipo 2 e la pandemia di COVID-19 ha rivelato la rilevanza della salute metabolica nelle comunità insicure del cibo.

“Il cibo è il principale fattore di rischio di morte prematura negli Stati Uniti e la medicina culinaria potrebbe trasformare il problema nella soluzione”, ha affermato il dottor Albin.


Ulteriori informazioni: Courtney Newman et al, Culinary Medicine as Innovative Nutrition Education for Medical Students: A Scoping Review, Academic Medicine (2022). DOI: 10.1097/ACM.00000000000004895

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: