Donne e diabete

Controllo più stretto del diabete gestazionale buono per i bambini

Adv
Un ampio studio sul passaggio di Aotearoa in Nuova Zelanda a un controllo più stretto del diabete gestazionale trova risultati migliori per i neonati

Le lesioni alla nascita e le morti dei bambini sono state ridotte con l’introduzione di controlli più severi del diabete negli ospedali di Aotearoa, in Nuova Zelanda, secondo una nuova ricerca dell’Università di Auckland.

Le donne con diabete gestazionale possono cambiare la loro dieta e assumere farmaci, se necessario, per controllare i livelli di zucchero nel sangue, ma non è chiaro quanto strettamente questi livelli debbano essere controllati per ridurre al minimo i rischi per la madre e il bambino. I ricercatori guidati dal Liggins Institute hanno studiato le donne in gravidanza con diabete gestazionale poiché i nuovi obiettivi più severi per la glicemia sono stati introdotti in seguito alle raccomandazioni del Ministero della Salute nel 2014.

Hanno confrontato più di 500 donne in cui sono stati applicati gli obiettivi di zucchero nel sangue più vecchi e meno rigidi e un numero simile con i nuovi obiettivi più severi. Vedi  Medicina PLOS (8 settembre 2022) .

“Ci aspettavamo di vedere meno bambini grandi e non l’abbiamo fatto, ma abbiamo visto benefici per i bambini, inclusa una riduzione dei gravi problemi di salute che includevano i decessi”, afferma la professoressa Caroline Crowther, ricercatrice capo.

Tuttavia, con sorpresa dei ricercatori, il controllo più stretto della glicemia ha aumentato il rischio di gravi esiti per la salute della madre, sebbene questi eventi fossero rari. “I problemi di salute individuali non erano statisticamente significativi ma, nel complesso, lo erano”, afferma Crowther. “Il contributo maggiore è stata l’emorragia grave, che non è nota per essere collegata al diabete gestazionale. Questi risultati rimangono inspiegabili”.

Sono necessarie ulteriori ricerche in una varietà di contesti sanitari, afferma Crowther.

Il gruppo guidato da Liggins prevede di seguire le madri e i bambini quattro anni dopo la nascita. Valuteranno la salute metabolica delle madri e le dimensioni dei bambini, nonché l’incidenza di obesità e diabete, che sono associati al diabete gestazionale.

I ricercatori di Liggins stimano che oltre il sei percento delle donne neozelandesi o circa 3.800 all’anno sviluppi il diabete durante la gravidanza, con le donne Maori, del Pacifico e asiatiche sovrarappresentate.

Questo studio segue la pubblicazione di un altro studio, guidato anche da Crowther, che confronta le soglie diagnostiche per il diabete gestazionale, che ha supportato la diagnosi a un livello di zucchero nel sangue inferiore a quello attualmente raccomandato in Nuova Zelanda. Ciò è stato associato a un numero maggiore di interventi, ma a risultati migliori per madri e bambini quando è stata rilevata e trattata una malattia lieve. Vedi  New England Journal of Medicine 18 agosto 2022 .

Entrambi gli studi hanno risposto a domande di ricerca poste dal Ministero della Salute della Nuova Zelanda a seguito della revisione delle linee guida nel 2014.

Il professor Frank Bloomfield, direttore di Liggins, afferma: “Il Liggins Institute, che quest’anno celebra il suo 21° anniversario, è ben organizzato per condurre questi grandi studi che informano l’assistenza sanitaria a livello internazionale. Questi studi forniranno preziose informazioni per l’aggiornamento delle linee guida nazionali sul diabete gestazionale”.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: