EASD 2021 2022

#EASD2022 Uno stile di vita sano dimezza il rischio di demenza nelle persone con diabete di tipo 2

Adv

Uno stile di vita sano riduce il rischio di demenza nelle persone con diabete di tipo 2 (T2D), secondo uno studio condotto da centinaia di migliaia di persone nel Regno Unito presentato all’incontro annuale dell’Associazione europea per lo studio del diabete (EASD) in Stoccolma, Svezia (19-23 settembre).

Lo studio ha scoperto che le persone con DT2 e uno stile di vita malsano avevano molte più probabilità di sviluppare demenza rispetto alle persone senza DT2 e uno stile di vita molto sano.

Tuttavia, uno stile di vita sano ha quasi dimezzato la probabilità che le persone con T2D sviluppino la demenza.

È noto che uno stile di vita malsano e il T2D aumentano individualmente il rischio di demenza. Tuttavia, non è stato chiaro se uno stile di vita sano possa ridurre il rischio di demenza nei soggetti con T2D.

Per saperne di più, la signora Jirapitcha Boonpor e il dottor Carlos Celis-Morales, dell’Università di Glasgow, e colleghi hanno monitorato quasi 450.000 partecipanti allo studio della biobanca britannica per lo sviluppo della demenza.

I 445.364 partecipanti (54,6% donne) avevano un’età media di 55,6 anni e sono stati seguiti per una mediana di 9,1 anni. Tutti erano liberi da demenza all’inizio di questo periodo.

24.735 (5,5%) hanno riferito di avere il T2D all’inizio dello studio.

I partecipanti hanno compilato un questionario che copriva il tempo di visione della televisione, la durata del sonno, l’attività fisica, il consumo di alcol, lo stato di fumatore e l’assunzione con la dieta di carne rossa e trasformata, frutta e verdura e pesce azzurro . Le loro risposte sono state utilizzate per dividerli in tre gruppi: più sani, moderatamente sani e meno sani.

Sia il T2D che uno stile di vita malsano erano associati a un rischio più elevato di demenza. Quelli con T2D avevano il 33% in più di probabilità di sviluppare demenza rispetto a quelli senza T2D. 

Uno stile di vita malsano era ancora più fortemente associato alla demenza. I partecipanti con lo stile di vita meno sano avevano il 65% in più di probabilità di sviluppare demenza rispetto a quelli con lo stile di vita più sano.

Ulteriori analisi hanno rivelato che uno stile di vita sano sembra ridurre il rischio di demenza nei soggetti con T2D.

Gli individui con diabete e con uno stile di vita più sano avevano il 45% di probabilità in meno di sviluppare demenza rispetto a quelli con diabete e con uno stile di vita malsano.

I ricercatori concludono che uno stile di vita sano può attenuare l’effetto del T2D sul rischio di demenza.

Il dottor Celis-Morales afferma: ” Aderire alle attuali raccomandazioni su dieta, attività fisica e sonno è la chiave per una buona salute e può contribuire a ridurre il rischio di demenza nelle persone con diabete.

“Abbiamo dimostrato che seguire queste linee guida per uno stile di vita sano riduce anche significativamente l’aumento del rischio di demenza sperimentato dalle persone con diabete”.

La signora Boonpor aggiunge: “Ad oggi non esiste una cura per la demenza, il che rende la sua prevenzione ancora più importante”.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: