EASD 2021 2022 Educazione Terapie

#EASD2022 Stanno lavorando per voi/noi per uscire dal labirinto

Adv

La Kingston University di  Londra collabora con la società di tecnologia sanitaria Observia per sviluppare uno strumento innovativo utile a supportare l’aderenza ai farmaci nei diabetici di tipo 2

Uno strumento diagnostico comportamentale pionieristico progettato per migliorare il numero di pazienti con diabete di tipo 2 che assumono i farmaci come prescritto è stato sviluppato a seguito di un’ampia ricerca della Kingston University e di partner, tra cui la società di tecnologia sanitaria Observia.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che solo la metà di coloro che vivono con una malattia cronica stia assumendo correttamente i farmaci e i rapporti suggeriscono che ciò potrebbe costare all’economia mondiale fino a $ 290 miliardi. Con circa l’8,5% della popolazione adulta mondiale affetta da diabete e studi precedenti che suggeriscono una scarsa aderenza ai farmaci nei pazienti con diabete di tipo 2, con conseguente aumento dei tassi di ricovero ospedaliero e maggiore durata della degenza, Kingston University e Observia hanno deciso di concentrare il loro studio su quel gruppo .

Lo strumento SPUR è stato sviluppato da Observia per comprendere meglio i motivi della non aderenza ai farmaci, definiti come la misura in cui i pazienti non assumono i farmaci come prescritto. I test del Dipartimento di Farmacia della Kingston University hanno scoperto che lo strumento può identificare in modo affidabile i pazienti che lottano con i loro farmaci e le ragioni per cui.

Lo studio sottoposto a revisione paritaria, che ha confrontato SPUR con altre misure di risultati riportate dai pazienti che esaminano l’aderenza, è stato ora pubblicato sul British Medical Journal Open . Ha scoperto che oltre a misurare la misura in cui i pazienti non assumevano i farmaci come prescritto, ha anche identificato le ragioni di ciò, cosa che gli strumenti sviluppati in precedenza non erano stati in grado di fare.

Il lavoro su quello che è diventato il modello SPUR è iniziato nel 2017 come parte degli sforzi dell’azienda tecnologica per far luce sulla complessità dei comportamenti sanitari dei pazienti, decifrare le ragioni della non aderenza e supportare la progettazione e l’erogazione di interventi sanitari su misura per affrontare bisogni dei pazienti.

Il ricercatore capo dello studio e dottorando della Kingston University Joshua Wells, che ha lavorato al progetto con il capo del dipartimento di farmacia di Kingston e il professor Reem Kayyali, capo investigatore, ha affermato che la comprensione dei motivi per cui i pazienti potrebbero trovare difficile assumere i farmaci come prescritti consentirà interventi su misura per i singoli pazienti da sviluppare.

“Sviluppare uno strumento olistico in grado di misurare fino a che punto un paziente smette di assumere i farmaci e perché, è un importante passo successivo nel nostro viaggio mentre cerchiamo di fornire assistenza personalizzata ai pazienti che vivono con malattie croniche che potrebbero avere difficoltà con i loro farmaci. SPUR ci ha aiutato a comprendere i fattori comportamentali, ambientali e sociali specifici che contribuiscono alla non aderenza”, ha affermato.

Lo studio per testare il modello è stato suddiviso in tre fasi. Il primo ha stabilito le basi di SPUR e il secondo ha esaminato più di 100 questionari sulla salute per aiutare a informare le 45 domande che avrebbero testato il modello nella fase finale del progetto, guidato dalla Kingston University.

Questa fase finale ha utilizzato le domande per valutare l’efficacia dello strumento SPUR nel misurare l’aderenza ai farmaci in 378 pazienti affetti da diabete di tipo 2, reclutati dal Kingston Hospital e dalle farmacie comunitarie nel sud-ovest di Londra con il supporto della National Pharmacy Association e dell’Health Education Fondazione.

Poiché le persone in tutto il mondo devono affrontare ulteriori difficoltà come parte della crisi del costo della vita, avere accesso a strumenti come SPUR per supportare i pazienti è stato più importante che mai, ha affermato Wells. “I pazienti con vulnerabilità specifiche, in particolare quelli che vivono una deprivazione sociale, sono più esposti ea rischio di malattie croniche e che peggiorano solo con l’età. Stiamo assistendo all’invecchiamento della popolazione che richiede una gamma e una complessità maggiori di farmaci per gestire più malattie croniche e i costi crescenti per i sistemi sanitari continueranno solo ad esacerbare le disuguaglianze sanitarie nel Regno Unito e la sfida per questi pazienti di gestire il loro elenco crescente di medicinali”, ha detto.

Kingston University e Observia stanno lavorando a stretto contatto per sviluppare ulteriori relazioni all’interno del SSN per supportare l’integrazione del modello SPUR in modo più ampio, nel tentativo di migliorare l’assistenza quotidiana per i pazienti che assumono farmaci per malattie croniche, e stanno anche continuando per convalidare il modello in altre lingue, popolazioni di pazienti e condizioni diverse dal diabete di tipo 2.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: