EASD 2021 2022

#EASD2022 Diabete, cambiamenti climatici e salute globale: mitigare l’impatto

Adv

Una delle sessioni dell’incontro annuale di quest’anno dell’Associazione europea per lo studio del diabete a Stoccolma, in Svezia (19-23 settembre), si concentra su come mitigare l’impronta ambientale della cura del diabete. La presentazione sarà tenuta dalla dott.ssa Fiona Adshead, Chair, Sustainable Healthcare Coalition, Newton Abbot, UK.

“Negli ultimi mesi, l’impatto del cambiamento climatico è diventato chiaro con inondazioni, incendi e ondate di caldo che sono diventate parte delle nostre notizie quotidiane”, afferma il dottor Adshead. “Il costo umano è enorme, eppure la cruda realtà è che il cambiamento climatico è causato dall’uomo. Risolvere questa crisi richiede un cambiamento trasformativo. Ogni paese deve subire una transizione verde per raggiungere un’economia netta zero. Ogni settore deve agire e la sanità deve fare la sua parte”.

“Prima di tutto non nuocere” è un valore fondamentale alla base dell’assistenza sanitaria, eppure una conseguenza non intenzionale della sua attuazione è il proprio contributo al riscaldamento globale. Si stima che l’assistenza sanitaria contribuisca al 4,4% delle emissioni nette di gas serra globali, quindi qualsiasi transizione verde nazionale efficace deve includere un sistema sanitario netto zero.

Il raggiungimento di un sistema sanitario netto zero si basa in definitiva sulla trasformazione clinica, sul modo in cui viene fornita assistenza che non solo migliora i risultati sanitari e l’efficienza finanziaria, ma riduce anche l’impatto ambientale. In effetti, la considerazione dell’impatto ambientale deve entrare a far parte di ogni decisione sanitaria.

Il dottor Adshead evidenzia:

  •  Come il Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito sta diventando un sistema sanitario a zero emissioni e collocarlo in un contesto globale.
  •  Perché la Sustainable Healthcare Coalition è stata creata dal NHS per riunire le aziende per rispondere all’evidenza che i prodotti farmaceutici ei dispositivi medici erano responsabili di gran parte dell’impronta di carbonio del NHS.
  •  Come, condividendo dati e competenze, il gruppo è stato in grado di creare la prima guida al mondo per la valutazione del ciclo di vita dei gas a effetto serra su come misurare l’impronta di carbonio di prodotti farmaceutici e dispositivi medici; uno degli elementi fondamentali per valutare l’impatto ambientale.
  •  Le opportunità per ridurre l’impatto ambientale della cura del diabete saranno evidenziate attraverso un case study (con ulteriori informazioni qui ) riferito a Novo Nordisk, uno dei principali produttori di farmaci per il diabete e l’obesità, che mostra come la metodologia di valutazione dei percorsi di cura è stata applicata al diabete , attraverso schemi di “ritiro” e l’area emergente della riduzione dell’impatto delle sperimentazioni cliniche .
  •  Infine, illustrando come diverse collaborazioni internazionali stiano accelerando l’azione e riunendo le parti interessate per un cambiamento trasformativo.

Il dott. Adshead afferma che affrontare l’impatto ambientale della cura del diabete è parte integrante della transizione verso i sistemi sanitari zero-netti di domani e gli strumenti, le collaborazioni e le partnership odierni possono aiutare a realizzarlo.

Dice: “Ogni decisione sanitaria deve ridurre l’impatto ambientale e migliorare i risultati sulla salute e sappiamo da casi di studio che la riduzione dell’impatto ambientale può migliorare i risultati sulla salute allo stesso tempo”.

“Gli studi clinici sono fondamentali per lo sviluppo di nuovi trattamenti innovativi. A livello globale stimiamo che generino circa 100 megatonnellate di emissioni di CO 2 all’anno, più o meno le stesse dell’intero Belgio. Ridurre il loro impatto è fondamentale ed è per questo che stiamo sviluppando un approccio per contribuire a far sì che ciò accada. Un aspetto che stiamo esaminando è la riduzione dell’impronta di viaggio associata agli studi clinici”.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: