Donne e diabete

Diabete in gravidanza

Adv

Diabete in gravidanza legato ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari

I risultati evidenziano la necessità di un intervento precoce e di un monitoraggio continuo delle donne con diabete gestazionale

Le donne con una storia di diabete in gravidanza (diabete gestazionale) sono a rischio sostanzialmente più elevato di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari – condizioni che influenzano il flusso sanguigno nel cuore e nel cervello – trova un’analisi delle prove disponibili, pubblicata oggi da The BMJ .

L’aumento dei rischi si riferisce a tipi complessivi e specifici di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari e non possono essere attribuiti esclusivamente ai fattori di rischio cardiovascolare convenzionali o al successivo diabete.

Il diabete gestazionale si sviluppa quando il corpo non è in grado di produrre abbastanza insulina per controllare i livelli di zucchero nel sangue durante la gravidanza.

È già noto che le donne con diabete gestazionale sono a maggior rischio di problemi cardiovascolari, ma è meno chiaro quali specifici tipi di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari siano coinvolte.

Per affrontare questo problema, un team in Cina ha esaminato i database di ricerca per gli studi che riportano l’associazione tra diabete gestazionale e malattie cardiovascolari e cerebrovascolari incidenti.

Nella loro analisi sono stati inclusi quindici studi osservazionali pubblicati tra il 2006 e il 2022. Di questi, quattro provenivano dal Canada, tre dagli Stati Uniti, due dal Regno Unito e uno ciascuno da Israele, Svezia, Francia, Iran, Corea e Danimarca.

Gli studi erano di qualità variabile, ma i ricercatori sono stati in grado di valutare la certezza delle prove utilizzando il sistema GRADE riconosciuto, che hanno giudicato di qualità bassa o molto bassa.

Di 51.3324 donne con diabete gestazionale, 9.507 avevano malattie cardiovascolari e cerebrovascolari. Di oltre otto milioni di donne di controllo senza diabete gestazionale, 78.895 avevano malattie cardiovascolari e cerebrovascolari.

Rispetto alle donne senza diabete gestazionale, le donne con una storia di diabete gestazionale hanno mostrato un rischio aumentato del 45% di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari complessive, del 72% per malattie cardiovascolari e del 40% per malattie cerebrovascolari.

Le donne con diabete gestazionale hanno mostrato un aumento del rischio di malattie coronariche, infarto (infarto del miocardio), insufficienza cardiaca, angina, procedure cardiovascolari e ictus.

Anche il rischio di gravi coaguli di sangue (tromboembolia venosa) è aumentato del 28% nelle donne con precedente diabete gestazionale.

L’associazione tra diabete gestazionale e malattie cardiovascolari e cerebrovascolari è stata ridotta a vari livelli quando i ricercatori hanno tenuto conto di fattori quali la regione geografica, il disegno e la qualità dello studio, il fumo, l’indice di massa corporea, lo stato socioeconomico e le condizioni preesistenti.

Il rischio di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari è stato, tuttavia, ridotto ma è rimasto significativo se limitato alle donne che non hanno sviluppato successivamente il diabete conclamato. 

I ricercatori riconoscono che il loro studio era limitato dalla bassa qualità degli studi osservazionali inclusi, che avrebbero potuto influenzare la validità delle associazioni osservate, e non erano disponibili informazioni sulle misurazioni ripetute della diagnosi del diabete gestazionale durante il follow-up.

Tuttavia, affermano che la loro analisi completa e sistematica, insieme all’ampia dimensione del campione e alla rappresentatività del paese, significa che sono fiduciosi che i loro risultati siano affidabili e ampiamente applicabili.

I meccanismi precisi di come il diabete gestazionale contribuisce all’aumento del rischio di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari rimangono sconosciuti, scrivono. Tuttavia, affermano che i loro risultati contribuiscono a una comprensione più completa degli esiti avversi cardiovascolari e cerebrovascolari associati al diabete mellito gestazionale.

“I nostri risultati evidenziano la necessità di un intervento precoce nelle donne ad alto rischio di diabete mellito gestazionale e di un monitoraggio continuo delle donne con diabete mellito gestazionale”, concludono. 

E si aspettano che la qualità delle prove migliori con futuri aggiornamenti e studi più di alta qualità.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: