Donne e diabete

Controllo precoce della glicemia: fattore chiave per il diabete gestazionale

Adv

Lo studio dal Kaiser Permanente trova esiti migliori per i pazienti con diabete gestazionale, se raggiungono precocemente il controllo della glicemia e lo mantengono

Le pazienti in gravidanza trattate per il diabete gestazionale hanno avuto migliori risultati alla nascita se hanno rapidamente migliorato i livelli di zucchero nel sangue subito dopo la diagnosi piuttosto che avere un miglioramento lento o nullo, secondo una nuova ricerca di Kaiser Permanente.

Lo studio, pubblicato il 29 settembre su JAMA Network Open , ha rilevato che i pazienti che hanno avuto un miglioramento più lento o non hanno raggiunto un controllo glicemico ottimale avevano un rischio maggiore di parto cesareo, bambino di grandi dimensioni per l’età gestazionale, lussazione della spalla del bambino durante il parto, o il ricovero del bambino al reparto di terapia intensiva neonatale.

Adv

“Il controllo glicemico è una pietra angolare della gestione del diabete gestazionale, quindi è importante conoscere in dettaglio la traiettoria di controllo tra la diagnosi e il parto”, ha affermato l’autore senior Yeyi Zhu , PhD, ricercatore presso la Kaiser Permanente Division of Research . “Questo studio va oltre l’identificazione se un paziente ha il controllo della glicemia e offre approfondimenti sul ruolo dei tempi del controllo glicemico”.

Lo studio ha anche evidenziato i fattori che hanno permesso alle pazienti di gestire precocemente i livelli di zucchero nel sangue: avere un peso sano prima della gravidanza, evitare tabacco e alcol durante la gravidanza, essere coinvolti in un programma di cura del diabete gestazionale e monitorare da vicino i livelli di glucosio nel sangue, che ai pazienti è stato chiesto di fare 4 volte al giorno.

I pazienti studiati sono stati tutti arruolati in un Kaiser Permanente Northern California Regional Perinatal Service Center, o RPSC, programma di telemedicina per persone con diabete gestazionale. Il programma offre consulenza telefonica standardizzata su dieta, attività fisica, monitoraggio della glicemia e farmaci per ridurre la glicemia.

“Una cosa che ci ha colpito dei pazienti con controllo precoce del glucosio era che avevano maggiori probabilità di essere coinvolti con l’RPSC”, ha affermato l’autrice principale Rana Chehab , PhD, ricercatrice presso la Divisione di ricerca. “Erano più propensi a telefonare con gli infermieri e a fare le misurazioni della glicemia almeno 3 volte al giorno”.

Gli autori hanno affermato che è significativo che quasi il 90% dei pazienti che hanno partecipato al programma di supporto della telemedicina abbia migliorato significativamente i livelli di glucosio nel sangue prima di partorire.

“Gestire i livelli di zucchero nel sangue in gravidanza può essere difficile e diamo alle pazienti cure personalizzate da parte di membri del personale molto competenti e premurosi”, ha affermato la coautrice dello studio Mara Greenberg , MD, specialista in medicina materno-fetale con The Permanente Medical Group che dirige il Centro regionale di servizi perinatali. “Questo studio mostra ottimi risultati per la maggior parte dei nostri pazienti e ne siamo molto orgogliosi”.

Quattro traiettorie di controllo del glucosio

Le pazienti Kaiser Permanente nel nord della California in stato di gravidanza sono sottoposte a screening di routine per il diabete gestazionale verso la fine del secondo trimestre di gravidanza e durante il periodo di studio, le pazienti ad alto rischio di sviluppare il diabete gestazionale sono state sottoposte a screening all’inizio della gravidanza, in conformità con gli standard nazionali . Il diabete gestazionale può aumentare il rischio di complicazioni per la madre e il bambino, tra cui preeclampsia, parto precoce e bambino in età gestazionale, insieme a problemi metabolici e cardiovascolari a lungo termine.

Lo studio ha incluso 26.774 individui arruolati nel programma per il diabete gestazionale presso la Kaiser Permanente, nel nord della California, tra gennaio 2007 e dicembre 2017. I ricercatori hanno analizzato i dati sui livelli di controllo del glucosio tra la diagnosi e il parto e hanno scoperto che i pazienti erano raggruppati in 4 diverse traiettorie. Circa il 40% era “stabilmente ottimale”, iniziando con un buon controllo e mantenendolo. Circa il 34% stava “migliorando rapidamente verso l’ottimale”, con una traiettoria che mostrava un rapido miglioramento verso livelli ottimali. Il controllo del glucosio è stato etichettato come “ottimale” quando ha raggiunto gli obiettivi raccomandati dall’American Diabetes Association.

La terza categoria, “in lento miglioramento fino a quasi ottimale”, con il 15% dei pazienti, ha avuto un lento miglioramento dopo la diagnosi di diabete gestazionale fino al parto. Il quarto, con l’11%, “stava migliorando lentamente fino a diventare subottimale”, con un lento miglioramento nel tempo che non raggiungeva livelli ottimali prima della consegna.

Lo studio aggiunge dettagli importanti all’esperienza di gestione del diabete gestazionale, ha affermato la coautrice Assiamira Ferrara , MD, ricercatrice e direttrice associata della Divisione di Ricerca. “Studi precedenti classificavano le donne come in controllo del glucosio o meno, ma volevamo sapere se i tempi del raggiungimento del controllo del glucosio erano importanti in termini di risultati, e lo è”, ha detto.

La ricerca futura potrebbe confrontare i pazienti in varie traiettorie per scoprire in che modo differiscono. “Alcuni pazienti sono in grado di ottenere il controllo glicemico in tempi relativamente brevi e rimanere lì e altri pazienti lottano, e non sempre sappiamo perché”, ha affermato il dottor Greenberg.

A proposito di Kaiser Permanente

Kaiser Permanente si impegna a dare forma al futuro dell’assistenza sanitaria. Siamo riconosciuti come uno dei principali fornitori di assistenza sanitaria e piani sanitari senza scopo di lucro d’America. Fondata nel 1945, Kaiser Permanente ha la missione di fornire servizi sanitari di alta qualità a prezzi accessibili e di migliorare la salute dei nostri membri e delle comunità che serviamo. Attualmente serviamo 12,6 milioni di membri in 8 stati e nel Distretto di Columbia. L’assistenza ai membri e ai pazienti è focalizzata sulla loro salute totale e guidata dai loro medici, specialisti e team di assistenti personali del Permanente Medical Group. I nostri team medici esperti e premurosi sono supportati e supportati da progressi tecnologici e strumenti leader del settore per la promozione della salute, la prevenzione delle malattie, l’erogazione di cure all’avanguardia e la gestione delle malattie croniche di livello mondiale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: