Tecno

Sensori senza cuciture: un’azienda crea vestiti con tracker sanitari integrati

Adv

Gli individui possono ora misurare la respirazione e la frequenza cardiaca indossando una maglietta o una maschera facciale incorporata con sensori.

Gli scienziati dell’Imperial College London hanno sviluppato i sensori indossabili per aiutare le persone a monitorare “alla moda” la loro attività fisica, i modelli di sonno e i livelli di stress.

Adv

Creata da un filo conduttivo a base di cotone chiamato PECOTEX, la tecnologia è economica e facile da incorporare negli indumenti, secondo lo studio.

L’autore principale Fahad Alshabouna ha dichiarato: “Il mezzo flessibile dell’abbigliamento significa che i nostri sensori hanno una vasta gamma di applicazioni.

“Sono anche relativamente facili da produrre, il che significa che potremmo aumentare la produzione e inaugurare una nuova generazione di dispositivi indossabili nell’abbigliamento”.

Il team di accademici ha anche utilizzato i sensori per esaminare determinati gas come l’ammoniaca, un elemento del respiro che può essere utilizzato per osservare la funzionalità epatica e renale.

“Abbiamo dimostrato applicazioni nel monitoraggio dell’attività cardiaca e della respirazione e nel rilevamento dei gas. Le potenziali applicazioni future includono la diagnosi e il monitoraggio di malattie e trattamenti, il monitoraggio del corpo durante l’esercizio, il sonno e lo stress e l’uso in batterie, riscaldatori, indumenti antistatici”, ha affermato Fahad.

Secondo gli esperti, i sensori indossabili sono integrati negli oggetti indossabili o direttamente con il corpo per aiutare a monitorare la salute e fornire dati clinicamente rilevanti per la cura, un tema di un concetto chiamato salute di precisione .

Il collega ricercatore Dr Firat Guder ha dichiarato: “PECOTEX è ad alte prestazioni, forte e adattabile a diverse esigenze.

“È facilmente scalabile, il che significa che possiamo produrre grandi volumi a buon mercato utilizzando macchine da ricamo computerizzate sia domestiche che industriali”.

Il dottor Guder ha aggiunto: “La nostra ricerca apre interessanti possibilità per i sensori indossabili nell’abbigliamento di tutti i giorni.

“Monitorando la respirazione, la frequenza cardiaca e i gas, possono già essere perfettamente integrati e potrebbero persino essere in grado di aiutare a diagnosticare e monitorare i trattamenti delle malattie in futuro”.

In futuro, i ricercatori vogliono studiare altre aree di applicazione, come la raccolta di energia, l’accumulo di energia e il rilevamento biochimico.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Materials Today .

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: