Mangiare e bere

Meno sale, più cereali integrali: la FDA aggiorna la definizione di “sano” sull’etichetta alimentare

Adv

Il salmone non può essere etichettato come alimento “sano” secondo le normative federali esistenti, perché contiene alti livelli di grasso.

Ma i cereali zuccherati possono portare l’etichetta “sano” sulla loro confezione se spuntano caselle specifiche relative ai singoli nutrienti, anche se potrebbero essere carichi di zuccheri aggiunti.

Adv

Queste contraddizioni sono in contrasto con la moderna scienza della nutrizione e il buon senso, quindi la Food and Drug Administration statunitense ha annunciato mercoledì che sta aggiornando il termine di marketing “sano” per riflettere ciò che è stato appreso su ciò che rende una dieta sana.

La nuova proposta di norma della FDA allineerebbe la definizione di “sano” all’attuale scienza della nutrizione.

“L’alimentazione è la chiave per migliorare la salute della nostra nazione”, ha dichiarato il segretario alla salute e ai servizi umani Xavier Becerra. “Il cibo sano può ridurre il nostro rischio di malattie croniche. Ma troppe persone potrebbero non sapere cosa costituisce un cibo sano . [La] mossa della FDA aiuterà a educare più americani a migliorare i risultati sanitari , affrontare le disparità di salute e salvare vite”.

Più dell’80% degli americani non mangia abbastanza verdura, frutta e latticini, ma consuma quantità malsane di zuccheri aggiunti, grassi saturi e sodio, ha affermato l’agenzia.

La FDA ha definito “sano” per la prima volta nel 1994, ma ha basato i criteri per l’uso del termine esclusivamente sui singoli nutrienti contenuti in ogni particolare prodotto alimentare, afferma la nuova proposta dell’agenzia.

La scienza della nutrizione si è evoluta da allora. Al giorno d’oggi, i nutrizionisti si concentrano sul modello alimentare generale di una persona, enfatizzando il consumo di cibi ricchi di nutrienti come frutta, verdura e cereali integrali.

Anche i tipi di nutrienti contano. Il salmone è davvero grasso, ma ora si pensa che quei grassi facciano bene, ad esempio i grassi mono e polinsaturi , così come gli acidi grassi omega-3 sani che promuovono la salute del cuore e del cervello.

Secondo la nuova norma, più alimenti che fanno parte di un modello dietetico sano e raccomandati dalle linee guida nutrizionali federali degli Stati Uniti sarebbero idonei a definirsi “sani”, ha affermato la FDA.

Questi includono noci e semi, pesce ricco di grassi come il salmone e alcuni oli da cucina.

Per poter riportare la parola “sano” sulla confezione, i prodotti dovrebbero contenere quantità significative di cibo da uno dei gruppi alimentari raccomandati: frutta, verdura, latticini, cereali e proteine ??magre.

Dovrebbero anche limitare i nutrienti che non fanno bene a te, inclusi grassi saturi , sodio e zuccheri aggiunti.

Ad esempio, ogni porzione di un cereale venduto come “sano” dovrebbe contenere tre quarti d’oncia di cereali integrali e non più di 1 grammo di grassi saturi, 230 milligrammi di sodio e 2,5 grammi di zuccheri aggiunti, l’agenzia disse.

La FDA ha affermato che la nuova definizione ha lo scopo di consentire ai consumatori di mangiare meglio e, potenzialmente, promuovere un approvvigionamento alimentare più sano spingendo i produttori ad aggiungere cibi più buoni come verdure o cereali integrali alle loro linee di prodotti .

L’agenzia sta anche ricercando un simbolo che i produttori potrebbero schiaffeggiare sulla parte anteriore della confezione per mostrare che il loro prodotto soddisfa la nuova definizione di “sano”.


Maggiori informazioni: La Food and Drug Administration statunitense ha maggiori informazioni sull’etichetta Nutrition Facts e sulle Linee guida dietetiche per gli americani .

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: