Donne e diabete

Le donne con diabete in tenera età rischiano di entrare presto in menopausa

Un nuovo studio suggerisce che l’età in cui a una donna viene diagnosticato il diabete di tipo 1 o di tipo 2 determinerà quando entrerà in menopausa

Le persone che convivono con il diabete sono maggiormente a rischio di una serie di condizioni di salute, inclusi problemi agli occhi e ai piedi, infarti e ictus e danni ai reni e ai nervi. Un nuovo studio suggerisce che prima una donna diventa diabetica, prima probabilmente entrerà in menopausa.Un nuovo studio suggerisce che prima una donna diventa diabetica, prima probabilmente entrerà in menopausa. I risultati dello studio saranno presentati durante la riunione annuale della North American Menopause Society (NAMS) ad Atlanta, dal 12 al 15 ottobre 2022.

Negli ultimi decenni, l’incidenza del diabete di tipo 1, di tipo 2 e gestazionale è cresciuta costantemente. Di conseguenza, ci si aspetta che più donne che mai trascorrano una parte maggiore della loro vita riproduttiva convivendo con una diagnosi di diabete. Numerosi studi hanno precedentemente valutato il rischio di sviluppare il diabete dopo la menopausa, ma questo nuovo studio che ha seguito più di 11.000 donne ha cercato di comprendere le implicazioni a lungo termine del diabete premenopausale sulla salute riproduttiva delle donne, inclusa la loro età alla menopausa naturale.

Sulla base dell’analisi, i ricercatori hanno scoperto che l’età precoce della diagnosi di entrambi i tipi di diabete 1 (40 anni) era associata all’età successiva alla menopausa naturale rispetto a coloro che non avevano il diabete. Non è stata trovata alcuna associazione significativa tra diabete gestazionale ed età alla menopausa

“Il nostro ampio studio di coorte retrospettivo mostra che, anche dopo l’aggiustamento per le covariate associate all’età alla menopausa naturale, troviamo ancora un’associazione tra la diagnosi precoce del diabete e la menopausa precoce e una diagnosi del diabete successiva con un’età successiva alla menopausa rispetto a coloro che non aveva il diabete Ci auguriamo che il nostro lavoro ponga le basi per ulteriori ricerche in quest’area in modo da poter comprendere e prevenire meglio gli impatti a lungo termine del diabete sul corpo umano e sul sistema riproduttivo”, afferma il dott. Vrati Mehra, autore principale dello studio, da l’Università di Toronto.

“Questa ricerca si aggiunge alla crescente evidenza relativa al bilancio collettivo che il diabete assume sul corpo umano. In questo caso, mostra che le giovani donne che vivono con una diagnosi di diabete sono più suscettibili all’invecchiamento ovarico accelerato e alla menopausa precoce”, afferma la dott.ssa Stephanie Faubion, direttrice medica del NAMS.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: