Donne e diabete Mangiare e bere

La regolazione della dieta può aiutare le donne durante la menopausa

La modifica della dieta può ridurre i cambiamenti di salute sfavorevoli associati alla menopausa, come il controllo della glicemia e dei livelli di colesterolo.

La ricerca, pubblicata su eBioMedicine, è di PREDICT, il più grande studio nel suo genere ed esplora gli effetti della menopausa sul metabolismo quotidiano. Lo studio ha coinvolto scienziati di King’s, la società di nutrizione personalizzata ZOE, la Harvard TH Chan School of Public Health e il Massachusetts General Hospital.

La menopausa è definita come il momento in cui una donna non ha avuto un ciclo in 12 mesi, che di solito si verifica dopo i 45 anni. Questo cambiamento negli ormoni significa che le donne sono più suscettibili ai cambiamenti nella composizione corporea, nell’umore, nel sonno, nell’infiammazione, controllo glicemico e livelli di colesterolo , contribuendo ad aumentare il rischio di malattie cardiache e molti altri problemi di salute metabolica.

“La menopausa è stata storicamente molto poco studiata e le donne sono state sottorappresentate nella ricerca sanitaria , specialmente in relazione alla dieta e alla salute. La nostra ricerca mostra che la menopausa è un periodo di grandi sconvolgimenti metabolici, che possono avere un impatto significativo sulla salute a lungo termine. Questi risultati ci aiuteranno a fornire consigli nutrizionali e sanitari semplici ma più personalizzati con una maggiore efficacia per ridurre il carico sulla salute della menopausa”, afferma la dott.ssa Sarah Berry della School of Life Course & Population Sciences e responsabile dello studio.

I ricercatori hanno trovato differenze chiave nell’infiammazione e nei livelli di zucchero nel sangue dopo aver mangiato nelle donne in post-menopausa rispetto a quelle in pre-menopausa. L’effetto sfavorevole della menopausa sul controllo della glicemia, che è un fattore di rischio chiave per le malattie cardiovascolari e il diabete di tipo 2, è stato riscontrato anche in donne di età simile in pre e post-menopausa. Questo dimostra per la prima volta che questo calo del controllo della glicemia non era solo una parte inevitabile dell’invecchiamento.

Un’altra nuova scoperta di questa ricerca è stata che l’associazione tra menopausa con grasso corporeo più elevato e infiammazione è stata in parte mediata da una dieta scorretta e dal microbioma. Ciò significa che la dieta ha un ruolo potenziale nel ridurre questi fattori di rischio.

Il team di ricerca ha anche scoperto che le donne in post-menopausa consumavano maggiori assunzioni di zuccheri nella dieta e riferivano di dormire meno rispetto alle donne in pre-menopausa. Ciò ha aumentato il rischio di diabete di tipo 1 e di tipo 2, obesità e malattie cardiovascolari. Questi cambiamenti nella dieta e nel sonno, insieme alla diminuzione dell’attività fisica segnalata in studi precedenti, sono legati al calo degli estrogeni e possono agire di concerto per aumentare il rischio di aumento di peso nel tempo.

Lo studio ha anche osservato differenze nell’abbondanza di specie batteriche tra le donne in pre e post-menopausa, compresi i batteri pro-infiammatori e obesogenici.

“Lo studio PREDICT di ZOE ci offre l’opportunità di studiare la nutrizione e la salute di migliaia di persone su una scala, ampiezza e profondità senza precedenti. Le nostre intuizioni stanno aiutando a svelare le complesse connessioni tra stile di vita, ormoni, metabolismo e salute in un modo che semplicemente non era ” Non era possibile prima. Piccoli cambiamenti nella dieta e nello stile di vita hanno il potenziale per fare una grande differenza nel modo in cui le donne gestiscono i loro sintomi e migliorano questa transizione”, afferma Kate Bermingham, prima autrice del documento della School of Life Course & Population Sciences.

“La buona notizia è che ciò che mangi può ridurre parzialmente gli effetti negativi sulla salute della menopausa, sia direttamente riducendo l’infiammazione e i picchi di zucchero nel sangue, sia indirettamente alterando il microbioma in una composizione più favorevole”, ha affermato il dottor Berry.


Ulteriori informazioni: Kate M. Bermingham et al, La menopausa è associata al metabolismo postprandiale, alla salute metabolica e allo stile di vita: lo studio ZOE PREDICT, eBioMedicine (2022). DOI: 10.1016/j.ebiom.2022.104303

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: