Assistenza sociosanitaria

Il test di screening domiciliare può aiutare a controllare il diabete di tipo 1

Adv

Lo screening degli autoanticorpi delle isole di neonati e bambini insieme al monitoraggio metabolico semestrale, è associato a un minor rischio di chetoacidosi (DKA) e a un migliore controllo del glucosio dopo la diagnosi di diabete di tipo 1 clinico (stadio 3) (T1D)

I ricercatori hanno dimostrato che un esame del sangue per la diagnosi precoce del diabete di tipo 1 può evitare malattie gravi e ospedalizzazione nei bambini.

Adv

Il test innovativo viene effettuato tramite un campione di puntura del dito che viene raccolto a casa e inviato al laboratorio.

Lo studio, guidato dallo scienziato clinico WEHI e dal professor John Wentworth, endocrinologo del Royal Melbourne Hospital (RMH), ha esaminato oltre 17.000 bambini e giovani adulti sottoposti a screening per il diabete di tipo 1 mediante un regolare esame del sangue .

Il diabete di tipo 1 è una condizione autoimmune in cui il sistema immunitario viene attivato per distruggere le cellule del pancreas che producono insulina.

Senza insulina, le cellule del corpo non possono trasformare il glucosio (zucchero) in energia, il che significa che le persone con diabete di tipo 1 dipendono dall’insulina ogni giorno della loro vita per compensare ciò che il loro corpo non può produrre naturalmente.

Wentworth, uno scienziato clinico presso la divisione Salute e immunità della popolazione di WEHI, ha dichiarato: “Il test della puntura del dito a domicilio ci consente di ottenere prima un risultato alle famiglie, il che ci consentirà di iniziare il trattamento prima che i bambini si ammalino davvero”.

“Il diabete di tipo 1 può essere molto difficile da identificare nei bambini, quindi una diagnosi precoce è davvero importante”.

“Il finger prick test ci consentirà di iniziare il trattamento prima che i bambini si ammalino davvero e ci darà il tempo di garantire alle famiglie abbastanza tempo per imparare a gestire il diabete di tipo 1 e la complessità della dieta e della terapia insulinica”.

Sebbene la causa esatta del diabete di tipo 1 sia sconosciuta, si ritiene che la condizione abbia un forte legame familiare e non possa essere prevenuta.

Lo studio si è concentrato principalmente sulle famiglie con una storia di diabete di tipo 1, poiché il rischio di malattia è 15 volte maggiore rispetto alla popolazione generale. Tuttavia, solo un bambino su 10 di nuova diagnosi ha una storia familiare di diabete di tipo 1, il che significa che lo screening dell’intera popolazione sarà essenziale.

“Lo scopo di questo studio è di essere in grado di diagnosticare il diabete di tipo 1 precocemente nel maggior numero possibile di bambini”, ha affermato Wentworth.

“La diagnosi precoce previene malattie gravi e offre l’opportunità di utilizzare l’immunoterapia per ritardare la progressione alle iniezioni di insulina “.

Il team di ricercatori è il primo a utilizzare il test delle macchie di sangue per lo screening del diabete in Australia e l’RMH è il primo al mondo a dimostrare che i campioni di sangue raccolti in casa forniscono un modo adeguato per controllare il diabete di tipo 1.

“Vogliamo rendere accessibile lo screening del diabete di tipo 1 a tutti i bambini australiani, indipendentemente da dove vivono. Il nostro recente lavoro ha dimostrato che possiamo farlo in modo economico, accurato e conveniente”, ha affermato Wentworth.

Lo studio è pubblicato su Pediatric Diabetes .


Ulteriori informazioni: John M. Wentworth et al, Diminuzione della presenza di chetoacidosi e conservazione della funzione delle cellule beta nei parenti sottoposti a screening e monitoraggio per il diabete di tipo 1 in Australia e Nuova Zelanda, Pediatric Diabetes (2022). DOI: 10.1111/pedi.13422

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: