Educazione

#WDD2022 In giro per il mondo: oltre il 12% degli adulti sudafricani ha il diabete: l’istruzione è fondamentale per ottenere buoni risultati

Adv

Oltre il 12% degli adulti in Sud Africa ha il diabete. Dal 2019, i ricercatori dell’Università di Pretoria lavorano al progetto Tshwane Insulin . Il progetto consiste nell’offrire seminari di formazione sulla gestione completa del diabete e dell’ipertensione nelle cure primarie. I ricercatori forniscono anche assistenza tecnica agli operatori sanitari per migliorare la cura del diabete. The Conversation Africa ha parlato con il project manager, il dottor Patrick Ngassa Piotie, di cos’è il diabete e perché è così difficile da gestire.


Cos’è il diabete?

Il diabete mellito, o diabete , si riferisce a un gruppo di condizioni che influenzano il modo in cui il corpo utilizza la glicemia (zucchero). Il diabete si verifica quando il pancreas non è più in grado di produrre insulina o quando il corpo non è in grado di fare un buon uso dell’insulina che produce. Questo porta a livelli elevati di glucosio nel sangue. Nel tempo, livelli elevati di glucosio nel sangue causano danni al corpo e il fallimento di vari organi.

Adv

Esistono diversi tipi di diabete. Il tipo 2 è il più comune. Rappresenta il 90% di tutti i casi. Con il tipo 2, il corpo è ancora in grado di produrre insulina ma non può usarla correttamente. Il diabete di tipo 2 colpisce principalmente gli adulti di una certa età, che sono in sovrappeso, non fanno esercizio fisico e hanno una storia familiare di diabete.

Il diabete di tipo 1 può svilupparsi a qualsiasi età, ma si verifica più frequentemente nei bambini e negli adolescenti. Con il diabete di tipo 1, il pancreas produce poca o nessuna insulina. Ciò significa che le persone che hanno il diabete di tipo 1 hanno bisogno di insulina ogni giorno per mantenere i livelli di glucosio nel sangue.

Infine, c’è il diabete che si verifica durante la gravidanza: il diabete gestazionale. Colpisce sia la madre che il bambino, ma di solito scompare dopo la gravidanza.

Il pre-diabete è una condizione reversibile. Succede quando i livelli di glucosio nel sangue sono più alti del normale, ma non abbastanza da essere chiamati diabete . Può portare al diabete a meno che non vengano prese misure come modifiche allo stile di vita per prevenirlo.

I sintomi del diabete sono legati agli alti livelli di zucchero nel sangue. Includono sentirsi stanchi e deboli, sentirsi più assetati del solito, urinare spesso o perdere peso senza provare. Altri sintomi come visione offuscata, infezioni ricorrenti o piaghe a lenta guarigione sono segni di uno stadio avanzato della malattia.

Come viene gestito?

Questo dipende dal tipo di diabete. Ad esempio, le persone con diabete di tipo 1 necessitano di iniezioni giornaliere di insulina. La gestione del diabete di tipo 2 consiste nell’adozione di uno stile di vita sano che includa una maggiore attività fisica e una dieta sana. Tuttavia, il diabete di tipo 2 è una malattia progressiva. Ciò significa che, con il progredire della condizione, le persone con diabete di tipo 2 avranno bisogno di farmaci per via orale e/o insulina per mantenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue.

Gestire il diabete non significa solo mantenere i livelli di glucosio nel sangue entro intervalli normali. Spesso, le persone con diabete e gli operatori sanitari devono controllare anche la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo. Inoltre, un aspetto chiave della gestione del diabete è prevenire le complicanze proteggendo gli organi bersaglio come i reni e il cuore o i piedi.

Al Centro di ricerca sul diabete dell’Università di Pretoria , abbiamo sviluppato un acronimo che riassume il nostro approccio alla buona cura del diabete: le quattro “B” e le quattro “C” o 4Bs ??4Cs.

Le 4B sono elementi critici per il controllo del diabete:

  • Controllo della pressione sanguigna
  • Controllo della glicemia
  • Controllo del colesterolo nel sangue
  • Respira aria, non fumare

Le 4C sono esami importanti che le persone con diabete dovrebbero ricevere ogni anno:

  • Controlla gli occhi, con uno screening degli occhi per diabetici: un test specifico per verificare la presenza di problemi agli occhi causati dal diabete
  • Controlla la bocca, andando dal dentista
  • Controllare i reni, con un test di laboratorio
  • Controlla i piedi, con un semplice esame del piede facile da eseguire.

Per gestire il diabete, gli operatori sanitari hanno bisogno della piena partecipazione delle persone con diabete e delle loro famiglie. Ecco perché è importante che le persone con diabete e le loro famiglie ricevano un’educazione sul diabete . Le persone con diabete devono essere dotate delle capacità per orientarsi nelle decisioni e nelle attività di autogestione.

African girl at school holding green apple fruit

Quali sono le principali sfide nella gestione della condizione?

In Sud Africa, la maggior parte delle persone con diabete si affida al sistema sanitario pubblico per le cure. Questo sistema è sovraccaricato, sovraccaricato e con risorse insufficienti. Queste sfide sistemiche hanno un impatto sulla fornitura di cure per il diabete, nonostante la disponibilità di farmaci per il diabete, inclusa l’insulina, gratuitamente presso le cliniche di assistenza primaria.

Gli operatori sanitari spesso non hanno tempo per l’educazione sul diabete a causa delle lunghe code e delle strutture sanitarie congestionate. Di conseguenza, le persone con diabete non ricevono l’istruzione di cui hanno bisogno . Questo, a sua volta, significa che le persone non hanno una buona comprensione della loro condizione, che influisce sulla loro capacità di adottare comportamenti di autogestione appropriati e di aderire ai loro farmaci.

La ricerca condotta in Sud Africa ha costantemente dimostrato che gli operatori sanitari non rispettano le linee guida per la gestione del diabete . Inoltre, non implementano i processi di cura raccomandati come la misurazione dell’indice di massa corporea, della circonferenza della vita o del peso.

Avere cartelle cliniche cartacee invece di cartelle cliniche elettroniche è un’ulteriore barriera. Le cartelle cliniche sono spesso perse o fuori luogo. In un contesto in cui gli operatori sanitari ruotano spesso tra i reparti, diventa difficile preservare la storia del paziente e garantire la continuità delle cure. Un sistema cartaceo rende difficile implementare la cura strutturata del diabete.

Studi sudafricani hanno scoperto che manca lo screening per le complicanze legate al diabete. Ad esempio, gli operatori sanitari non sono in grado di sottoporre i pazienti a screening per problemi agli occhi causati dal diabete. Lo screening degli occhi per diabetici richiede una telecamera specifica che non è disponibile nella maggior parte delle cliniche e dei centri sanitari comunitari.

Come possono essere affrontati?

La cura del diabete dovrebbe essere strutturata, basata sull’evidenza e facilitata da un team multidisciplinare formato nella gestione del diabete.

Il sistema sanitario sudafricano dovrebbe essere rafforzato. Sono necessari investimenti per migliorare l’erogazione della cura del diabete. C’è un urgente bisogno di una formazione continua degli operatori sanitari nella gestione del diabete.

A causa del pesante carico di lavoro su infermieri e medici di assistenza primaria, gli operatori sanitari alleati, gli operatori sanitari della comunità e i promotori sanitari dovrebbero essere formati per svolgere compiti non clinici come l’educazione e il supporto sul diabete.

Il riconoscimento e l’integrazione degli educatori del diabete all’interno del sistema sanitario pubblico dovrebbe essere una priorità. Ciò garantirà che l’educazione al diabete diventi sistematica e coerente. Dovrebbe essere ripetuto a intervalli regolari. Anche le famiglie delle persone affette da diabete dovrebbero essere coinvolte e ricevere un’educazione sul diabete perché il loro sostegno è fondamentale.

La tecnologia, le soluzioni sanitarie digitali e la telemedicina possono migliorare l’erogazione di cure di qualità per il diabete. I sistemi di informazione clinica come le cartelle cliniche elettroniche ei registri elettronici dei pazienti possono avere un impatto positivo sulla cura del diabete basata sull’evidenza. Tali sistemi dovrebbero essere introdotti con urgenza.

Quali sono alcune delle lezioni chiave del progetto Tshwane Insulin finora?

L’uso della salute digitale, la valorizzazione del ruolo svolto dagli operatori sanitari di comunità e il seguire i pazienti in modo proattivo sono alcune delle novità introdotte .

La maggior parte degli operatori sanitari è desiderosa di abbracciare il cambiamento e le nuove conoscenze. E le persone con diabete e le loro famiglie hanno apprezzato l’istruzione che stavano ricevendo. Lo hanno qualificato come un cambiamento di vita.

Il miglioramento della cura e dei risultati del diabete in Sud Africa richiederà una forte volontà e un sostegno incrollabile da parte delle autorità sanitarie, l’introduzione di sistemi informativi clinici, l’uso della tecnologia e delle soluzioni digitali, la difesa e la responsabilità.


Articolo ripubblicato da The Conversation, sotto una licenza Creative Commons, per leggere l’articolo originale clicca qui.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: