Mangiare e bere

Patata: l’esperto ha detto sì

Le patate possono far parte di una dieta sana

Uno studio del Pennington Biomedical Research Center afferma che le patate sono ricche di nutrienti chiave e ricche di benefici per la salute.

Quando pensiamo a verdure sane, non pensiamo alle patate, ma dovremmo. Le patate hanno sviluppato la reputazione di causare aumento di peso e un aumentato rischio di diabete di tipo 2 e spesso si trovano in un elenco di alimenti da evitare, soprattutto per le persone con insulino-resistenza. Tuttavia, un  nuovo studio del Pennington Biomedical Research Center , pubblicato sul  Journal of Medicinal Food , afferma che le patate in realtà non hanno aumentato tale rischio, sono ricche di nutrienti chiave e ricche di benefici per la salute.

Candida Rebello, PhD, assistente professore presso Pennington Biomedical, è stata co-ricercatore dello studio che ha esaminato come una dieta che includa le patate influisca sulle principali misure sanitarie. Rebello, che è anche un dietista registrato, ha dichiarato: “Abbiamo dimostrato che contrariamente alla credenza comune, le patate non hanno un impatto negativo sui livelli di glucosio nel sangue. Infatti, le persone che hanno partecipato al nostro studio hanno perso peso”.

“Le persone tendono a mangiare lo stesso peso di cibo indipendentemente dal contenuto calorico per sentirsi sazi”, ha spiegato Rebello. “Mangiando cibi con un peso maggiore a basso contenuto calorico, puoi facilmente ridurre il numero di calorie che consumi. L’aspetto chiave del nostro studio è che non abbiamo ridotto le porzioni dei pasti ma ne abbiamo abbassato il contenuto calorico includendo le patate. Il pasto di ogni partecipante è stato adattato alle loro esigenze caloriche personalizzate, ma sostituendo parte del contenuto di carne con patate, i partecipanti si sono trovati più sazi, più veloci e spesso non hanno nemmeno finito il pasto. In effetti, puoi perdere peso con poco sforzo.

Lo studio ha coinvolto 36 partecipanti di età compresa tra 18 e 60 anni che erano in sovrappeso, avevano obesità o insulino-resistenza. La resistenza all’insulina si riferisce a una condizione di salute in cui le cellule del corpo non rispondono bene all’insulina e il glucosio non entra nelle cellule per produrre energia. La resistenza all’insulina è legata all’obesità, all’ipertensione, al colesterolo alto e al diabete di tipo 2

I partecipanti sono stati alimentati con diete controllate con precisione di alimenti comuni ampiamente disponibili tra cui fagioli, piselli e carne o pesce, o patate bianche con carne o pesce. Entrambe le diete erano ad alto contenuto di frutta e verdura e sostituivano circa il 40% del consumo tipico di carne con fagioli e piselli o patate. Precedenti studi hanno dimostrato che mangiare fagioli e piselli migliora i livelli di glucosio nel sangue nelle persone con diabete di tipo 2 di nuova diagnosi. Per aumentare la componente di fibra alimentare delle patate, sono state bollite con la buccia intatta e poi refrigerate tra le 12 e le 24 ore. Le patate sono state incorporate negli antipasti principali del pranzo e della cena, come la torta di pastore e gamberi e patate cremosi, e servite insieme a contorni come purè di patate, spicchi di patate al forno, insalata di patate,

“Abbiamo preparato le patate in modo da massimizzare il loro contenuto di fibre. Quando abbiamo confrontato una dieta a base di patate con una dieta a base di fagioli e piselli, abbiamo scoperto che erano uguali in termini di benefici per la salute”, ha affermato Rebello. “Le persone in genere non si attengono a una dieta che non gli piace o che non è abbastanza varia. I piani alimentari fornivano una varietà di piatti e abbiamo dimostrato che un piano alimentare sano può avere varie opzioni per le persone che si sforzano di mangiare sano. Inoltre, le patate sono un ortaggio abbastanza economico da incorporare in una dieta”.

Il direttore esecutivo del Pennington Biomedical Research Center, John Kirwan, PhD e Principal Investigator dello studio, ha dichiarato: “L’obesità è una malattia incredibilmente complessa che Pennington Biomedical sta affrontando su tre diversi fronti: la ricerca che esamina come e perché i nostri corpi reagiscono nel modo in cui reagiscono , ricerche che esaminano le risposte individuali alla dieta e all’attività fisica e discussioni a livello di politiche e programmi comunitari che portano la nostra ricerca sulle strategie che le nostre comunità locali e globali possono utilizzare per vivere una vita più sana. Questi nuovi dati sull’impatto delle patate sul nostro metabolismo sono un’entusiasmante aggiunta all’arsenale di prove che abbiamo per fare proprio questo”.

Questo lavoro è stato sostenuto in parte da una sovvenzione avviata dai ricercatori dell’Alliance for Potato Research and Education e in parte da una sovvenzione del National Institute on Aging e del National Institute of General Medical Sciences dei National Institutes of Health, che finanzia il Louisiana Clinical and Translational Science Center. I finanziatori (Alliance for Potato Research and Education e National Institutes of Health) non hanno avuto alcun ruolo nella progettazione, analisi o scrittura del manoscritto. Il contenuto è di esclusiva responsabilità degli autori e non rappresenta necessariamente il punto di vista ufficiale degli sponsor.

Informazioni sul Pennington Biomedical Research Center della LSU

Il Pennington Biomedical Research Center è in prima linea nella scoperta medica in quanto riguarda la comprensione dei fattori scatenanti di obesità, diabete, malattie cardiovascolari, cancro e demenza. Il Centro ha progettato il progetto “ Obecity, USA” campagna di sensibilizzazione e advocacy per aiutare a risolvere l’epidemia di obesità entro il 2040. Il Centro conduce ricerche di base, cliniche e sulla popolazione ed è affiliato con la Louisiana State University. L’impresa di ricerca presso Pennington Biomedical comprende oltre 480 dipendenti all’interno di una rete di 40 cliniche e laboratori di ricerca e 13 strutture di servizi di base altamente specializzate. I suoi scienziati e medici/scienziati sono supportati da ricercatori in formazione, tecnici di laboratorio, infermieri, dietisti e altro personale di supporto. Pennington Biomedical si trova in strutture di ricerca all’avanguardia in un campus di 222 acri a Baton Rouge, in Louisiana. Per ulteriori informazioni, vedere  https://www.pbrc.edu .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: