Terapie

20% dei pazienti diabetici tipo 2 in remissione senza farmaci con programma a basso contenuto di carboidrati

LONDRA – La remissione del diabete di tipo 2 in modo che i farmaci ipoglicemizzanti non siano più necessari è stata raggiunta in circa il 20% dei pazienti che seguono una dieta a basso contenuto di carboidrati presso un medico generico nel nord dell’Inghilterra, indicano nuovi dati presentati al Diabetes Professional Care 2022 conferenza.

David Unwin, MD, medico di base presso la Norwood Surgery, Southport, Regno Unito, ha visto il suo 125° paziente con remissione del diabete di tipo 2 dopo aver seguito il programma a basso contenuto di carboidrati. “Di quei pazienti che scelgono una dieta a basso contenuto di carboidrati, il 50% raggiunge la remissione, risparmiando il budget dei farmaci del SSN £ 68.000 all’anno solo per il diabete”, ha riferito.

La sua pratica del Servizio Sanitario Nazionale (NHS) ha 530 pazienti registrati con diabete di tipo 2. “Abbiamo visto la remissione senza farmaci accadere 125 volte nella nostra pratica, che è il 20% del nostro intero registro diabetico NHS”, ha detto durante il suo discorso di apertura.

Ha presentato dati su ciò che prevede la remissione del diabete di tipo 2 senza farmaci, riportando approfondimenti da una valutazione di 8 anni del programma a basso contenuto di carboidrati in 186 pazienti. In media, i pazienti che hanno seguito la dieta hanno avuto una riduzione media dell’A1c del 33%, nonché riduzioni dei trigliceridi del 30%, della pressione arteriosa sistolica dell’8,6%, del colesterolo totale del 10% e del colesterolo/colesterolo delle lipoproteine ??ad alta densità ( HDL-C) del 12%. Anche il peso è diminuito in media del 10,3%.

E nei pazienti che avevano seguito il programma a basso contenuto di carboidrati per una media di 34 mesi, il 77% ha raggiunto la remissione se diagnosticata fino a 1 anno prima dell’inizio del programma, il 16% ha raggiunto la remissione se diagnosticata 1-5 anni prima e l’11% ha raggiunto la remissione remissione se diagnosticata 6-15 anni prima.

Ruth Tapsell, MBBS, un medico di famiglia di Hartland Surgery, Devon, Regno Unito, ha offerto il programma a basso contenuto di carboidrati ai suoi pazienti con diabete di tipo 2 per quasi 5 anni.

“Abbiamo visto gli stessi risultati trovati dal dottor Unwin, comprese le remissioni multiple dal diabete di tipo 2 e dal prediabete, oltre a una significativa perdita di peso, specialmente in coloro che hanno seguito una dieta yo-yo e hanno lottato con il peso per tutta la vita”, ha affermato. disse.

Quando le è stato chiesto se avrebbe aggiunto farmaci antidiabetici alla gestione dei pazienti a dieta che hanno mostrato un calo significativo dell’A1c ma non hanno ottenuto la remissione, ha detto: “L’aggiunta o meno di farmaci dipenderebbe davvero dall’A1c del paziente, così come se volessero provare le droghe o meno perché alcuni non le vogliono davvero. Ma sappiamo che più alto è l’A1c, peggiori sono i risultati, quindi prenderei sicuramente in considerazione l’aggiunta di droghe”.

Invertire l’epidemia di diabete di tipo 2

Nel 1986, la pratica di Unwin di 9000 pazienti aveva 57 individui con diabete di tipo 2, ma ora questa cifra è balzata a 530. “Questo è un aumento di dieci volte, e questo è un problema non solo per la nostra pratica, ma in tutto il Regno Unito e in tutto il mondo ”, ha affermato.

“Non abbiamo finanziamenti extra, né medici, per gestire questo aumento di dieci volte del bisogno clinico”, ha detto, aggiungendo che poiché “il danno del diabete di tipo 2 è una funzione del tempo, è peggio se sei più giovane. Vedo un enorme differenza nell’aspetto dei pazienti seduti nella mia sala d’attesa: sono più pesanti, in particolare i bambini”.

Questo non può essere un cambiamento genetico in una generazione, ha spiegato, quindi “non c’è motivo, almeno geneticamente, per cui non possiamo invertire questa situazione e riportare il diabete di tipo 2 che è raro e colpisce solo le persone anziane”.

Le persone con diabete mal controllato perdono, in media, un terzo della loro aspettativa di vita, e nella sola Inghilterra, oltre 1 milione di persone convivono con la malattia, ha affermato Unwin, sottolineando il suo vasto impatto.

In termini di budget, NHS England spende circa 10 miliardi di sterline all’anno per il diabete, circa il 10% dell’intero budget.

Unwin ha descritto come, nel 2012, una paziente nella sua pratica ha invertito il suo diabete ed è stata in grado di interrompere i suoi farmaci per il diabete. Questo lo ha spronato a sviluppare e gestire gruppi dietetici a basso contenuto di carboidrati, e ora il 20% di tutti i pazienti con diabete di tipo 2 nella pratica è in remissione senza farmaci [definita come A1c nell’intervallo non diabetico di <6,5% senza farmaci per il diabete per a almeno 3 mesi].

“Questo è in una pratica NHS senza finanziamenti specifici”, ha sottolineato.

Approccio all’individualizzazione

Il programma a basso contenuto di carboidrati è disponibile per tutti i pazienti con diabete di tipo 2, ma quelli diagnosticati più di recente hanno maggiori probabilità di ottenere la remissione, ha riferito Unwin. “Se ti è stato diagnosticato il diabete nell’ultimo anno, hai il 77% di probabilità di ottenere la remissione, ma se diagnosticato negli ultimi 10 anni, questo si riduce al 10% -15% di ottenere la remissione”.

Ma anche coloro che non soddisfano i criteri di remissione possono ottenere qualche mitigazione, ha sottolineato. “Abbiamo scoperto che peggiore è il diabete, maggiore è il miglioramento del controllo della glicemia con una dieta a basso contenuto di carboidrati”, ha aggiunto.

E quasi tutti vanno in vacanza o festeggiano e perdono il controllo. “La chiave è sapere come affrontarlo la prossima volta. Riformuliamo il fallimento come un’opportunità di apprendimento e, con questo approccio, abbiamo avuto persone in remissione per 10 anni”, ha affermato.

Fondamentalmente, vede le persone con diabete come un puzzle, non un problema. “Sono incuriosito dalle persone con scarso controllo del diabete e collaboro con loro per risolvere quel puzzle”, ha detto. “Chiedo loro perché pensano di avere la glicemia alta e come pensano di poterlo cambiare. Con questo approccio stiamo vedendo alcuni dei migliori risultati al mondo”.

A parte la remissione o la mitigazione, l’altro compito è mantenere i risultati, che è in gran parte psicologico, ha sottolineato. “I pazienti devono prestare scrupolosa attenzione a entrambi gli aspetti [la remissione/attenuazione e il mantenimento]”.

Le persone anziane fanno meglio di quelle più giovani, ha aggiunto Unwin, il cui paziente più anziano in remissione ha 92 anni.

“Inaspettatamente, le persone anziane mostrano un miglioramento maggiore nel controllo della glicemia con [una dieta a basso contenuto di carboidrati]. Sono organizzate, hanno tempo e sanno cucinare”, ha detto.

Jen Unwin, PhD, consulente psicologo clinico e della salute, che è collega di David Unwin nel programma a basso contenuto di carboidrati, così come sua moglie, fornisce assistenza psicologica ai pazienti.

“Anche le persone anziane sono motivate a stare bene. Non vogliono ammalarsi. La loro memoria, energia e sonno migliorano notevolmente. È un miglioramento generale del benessere”, ha osservato.

Rivolgendosi a quelli di età inferiore ai 50 anni, ha osservato che possono fare bene e possono essere divisi in due gruppi. Coloro che comprendono la fisiologia possono andarsene e risolverla, ma per altri la dipendenza da carboidrati è maggiore.

“Perché le persone intelligenti fanno ripetutamente cose stupide? I giovani sono più colpiti dall’ambiente obesogenico, che è cambiato radicalmente dagli anni ’70 con l’aggiunta di zucchero a tutto”, ha sottolineato.

“Se sei davvero dipendente dal pane – come lo sono molte persone – non puoi moderarlo. Allo stesso modo, se sei dipendente dal cioccolato, non puoi moderarlo”, ha detto, riferendosi a circa il 20% dei loro pazienti con diabete di tipo 2 che sperimentano tali compulsioni e voglie. “Non possono avere solo un biscotto; devono avere il pacchetto”, ha spiegato. “L’unica via d’uscita per queste persone è l’astinenza.”  

La moderazione non funziona sempre

In termini di pratica clinica, David Unwin ha spiegato che l’individualizzazione è fondamentale. “Si tratta di chiedere al paziente: ‘Qual è il tuo problema preciso?’ Una taglia non va bene per tutti. Fino a quando qualcuno non capisce il loro problema preciso, non possono risolverlo.”

Ha anche sottolineato che spiegare la fisiologia aiuta. “Mangiare carboidrati ti rende più affamato. Più mangi, più hai fame. Aumentano anche la glicemia”, ha detto. “Quindi, in qualcuno con diabete di tipo 2, i carboidrati li rendono affamati e aumentano la glicemia. Quando alcune persone lo sentono, improvvisamente capiscono se stessi. Lo vediamo in ogni clinica.”

Diversi altri ambulatori familiari nel Regno Unito hanno adottato il programma a basso contenuto di carboidrati per i pazienti con diabete di tipo 2, ma ci vogliono sforzi e risorse per apprenderlo e implementarlo.

La maggior parte dei medici di base è esausta e l’idea di adottare un nuovo approccio è solo una di troppo, ha detto, quando gli è stato chiesto perché il programma a basso contenuto di carboidrati non è più ampiamente disponibile all’interno del NHS. “Comporta un nuovo paradigma che non fa uso di droghe e ci vuole un po’ di tempo prima che i pazienti imparino. Ma lo fanno, e solo una persona in 10 anni [dall’inizio del programma] ha chiesto droghe. Le persone preferiscono evitare droghe per tutta la vita se possono.”

David Unwin, che è stato NHS Innovator of the Year nel 2016, gestisce un gruppo Google chiamato Public Health Collaboration, che ha oltre 500 medici che lavorano insieme per diffondere l’adozione del programma.

David e Jen Unwin sono consulenti scientifici di una compagnia di assicurazioni statunitense e il ricavato va alla gestione del diabete. Tapsell non ha segnalato rapporti finanziari rilevanti.

Diabetes Professional Care 2022. 16 novembre 2022. Presentazione principale.

Le informazioni sul programma Low Carb sono disponibili qui .


Articolo tradotto da Medscape, per leggere l’originale clicca qui

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: