Diritti e rovesci

A 100 anni dalla scoperta dell’insulina, il Parlamento europeo adotta una storica risoluzione sul diabete

Oggi il Parlamento europeo ha adottato una proposta di risoluzione sulla prevenzione, la gestione e una migliore cura del diabete nell’UE in occasione della Giornata mondiale del diabeteIDF Europe plaude a questo importante passo avanti verso l’inversione del numero crescente di persone che vivono con il diabete (PwD), migliorando la gestione del diabete e delle sue complicanze e affrontando le disuguaglianze e le disparità nell’accesso alle cure e alle cure in Europa.

TESTO DELLA RISOLUZIONE

Se messa in atto, la risoluzione ha il potenziale per contribuire a migliori risultati sanitari per milioni di cittadini dell’UE che vivono con il diabete, nonché con malattie non trasmissibili (NCD) e altre condizioni. IDF Europe ringrazia la presidente Roberta Metsola e gli eurodeputati Mobilitazione per il diabete (MMD) per i loro importanti sforzi per raccogliere sostegno politico, aumentare la consapevolezza di questa malattia che altera la vita e la loro richiesta di agire con urgenza.

Bastian Hauck, sostenitore del diabete di tipo 1 e membro del consiglio di amministrazione di IDF Europe , ha commentato: “È urgentemente necessaria una leadership europea coerente, efficiente e forte per colmare adeguatamente il divario esistente per la ricerca e l’azione politica sul diabete e definire un modello per un quadro di azione in gli Stati membri. Ciò alla fine contribuirà a sistemi sanitari più resilienti e garantirà il benessere delle generazioni future”.

IDF Europe ribadisce la necessità che la risoluzione accompagni e faccia leva su iniziative dell’UE come “Healthier Together” – iniziativa NCD dell’UE, piano europeo per la lotta al cancro, spazio europeo dei dati sanitari, nonché impegni globali attraverso l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Il dott. Niti Pall, presidente di IDF Europe , ha aggiunto: “Quest’anno è particolarmente importante e simbolico. Nel centenario della scoperta dell’insulina, 10 anni dopo la prima mozione di risoluzione del Parlamento europeo sul diabete, abbiamo finalmente la risoluzione che sottolinea la necessità di agire. Molto deve essere fatto, ma questo è sicuramente un ottimo inizio”.

A proposito di diabete

Il diabete è caratterizzato dalla sua complessità e dalla molteplicità delle sue espressioni e cause. Colpisce tutti i sessi, le generazioni e i gruppi socio-economici, nelle aree rurali e urbane di tutto il mondo.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, attualmente esistono 14 diversi tipi di diabete, di cui il Tipo 1 e il Tipo 2 sono i più comuni (quest’ultimo rappresenta circa il 90-95% di tutti i casi di diabete). Oggi, in tutta l’UE, 32 milioni di adulti convivono con il diabete; la prevalenza continua ad aumentare e si prevede che aumenterà a 35 milioni entro il 2030.

Oggi non esiste una cura per il diabete, ma esiste un trattamento efficace. Con le giuste cure e l’accesso ininterrotto ai trattamenti, agli strumenti e alle tecnologie appropriati, la PwD può ridurre il rischio di sviluppare complicanze e condurre una vita lunga, sana e appagante.

Ci sono tre tipi principali di diabete.

Il diabete di tipo 1 (T1D) è una malattia autoimmune (per cui il sistema immunitario distrugge le cellule del corpo produttrici di insulina) che si manifesta spesso nei bambini e nei giovani adulti, sebbene possa svilupparsi anche a qualsiasi età. La Regione Europa ha uno dei più alti numeri di bambini e adolescenti (0-19) con T1D nel mondo (circa 300.000, di cui circa 165.000 nella sola UE), con la massima incidenza in Finlandia, Svezia, Norvegia e Sardegna .

Il diabete di tipo 2 (T2D) è spesso erroneamente pensato come una condizione autoinflitta, supponendo che le scelte comportamentali personali siano i determinanti primari delle nostre possibilità di sviluppare la condizione. Il T2D è infatti il ??risultato di complesse interazioni tra fattori ambientali, di stile di vita, clinici e genetici. Nessuna di queste cause è necessaria o sufficiente per lo sviluppo della malattia.

Il diabete gestazionale è una forma di diabete che consiste in alti livelli di glucosio nel sangue durante la gravidanza. Si sviluppa in una gravidanza su 25 in tutto il mondo ed è associata a complicanze nel periodo immediatamente precedente e successivo alla nascita. Il diabete gestazionale aumenta il rischio per la madre e il bambino di sviluppare il T2D in età avanzata. Le donne con iperglicemia rilevata durante la gravidanza hanno anche un rischio maggiore di sviluppare esiti avversi della gravidanza.

A proposito di IDF Europa

IDF Europe è il capitolo europeo della International Diabetes Federation (IDF). Siamo un’organizzazione ombrello che rappresenta 70 organizzazioni nazionali per il diabete in 44 paesi in tutta Europa. La nostra visione è migliorare la vita delle persone con disabilità e la nostra missione, in Europa, è unire la voce delle persone con disabilità e coinvolgere tutte le parti interessate nella creazione di un ecosistema del diabete incentrato sulla persona. La risoluzione ha il sostegno della comunità unita del diabete. Vogliamo ringraziare i nostri partner: European Association for the Study of Diabetes (EASD), European Diabetes Forum (EUDF), European Foundation for the Study of Diabetes (EFSD), Foundation of European Nurses in Diabetes (FEND), International Society for Pediatric e Adolescent Diabetes (ISPAD), Juvenile Diabetes Research Foundation (JDRF), Primary Care Diabetes Europe (PCDE), Société Francophone du Diabète (SFD).

Informazioni sul gruppo MMD

Il gruppo di interesse dei deputati europei sul diabete – Mobilitazione dei deputati per il diabete (MMD) – è stato istituito nel novembre 2020 e continua il lavoro del gruppo europeo sul diabete. Ha lo scopo di rappresentare gli interessi delle persone con disabilità, dei loro parenti e assistenti, nonché delle persone a rischio. Sotto i co-presidenti, l’eurodeputata Sirpa Pietikäinen e l’eurodeputata Christel Schaldemose, i membri della MMD lavorano per elevare il diabete nell’agenda pubblica e promuovere cambiamenti politici chiave in Europa. Ringraziamo tutti gli eurodeputati sostenitori: Tomasz Frankowski (PPE, Polonia), Romana Jerkovi? (S&D, Croazia), Kate?ina Kone?ná (Sinistra, Repubblica Ceca), Marisa Matias (Sinistra, Portogallo), Tilly Metz (Verdi, Lussemburgo), Sirpa Pietikäinen (PPE, Finlandia), Frédérique Ries (Renew, Belgio), Christel Schaldemose (S&D, Danimarca), Tomislav Sokol (PPE, Croazia), István Ujhelyi (S&D, Ungheria).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: