Benessere

Giornata Mondiale della Sordità

Adv

Oltre un miliardo di giovani è potenzialmente a rischio di perdita dell’udito da cuffie, auricolari, locali con musica ad alto volume

Più di 1 miliardo di adolescenti e giovani sono potenzialmente a rischio di perdita dell’udito a causa dell’uso di cuffie e auricolari e della partecipazione a locali con musica ad alto volume, conclude un’analisi dei dati raccolti delle prove disponibili, pubblicata sulla rivista ad accesso aperto BMJ Global Health .

I governi di tutto il mondo devono dare urgente priorità alle politiche di “ascolto sicuro” per salvaguardare la salute uditiva, affermano i ricercatori.

Adv

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che oltre 430 milioni di persone in tutto il mondo soffrano attualmente di ipoacusia invalidante . I giovani sono particolarmente vulnerabili a causa del loro uso di dispositivi di ascolto personali (PLD), come smartphone, cuffie e auricolari , e della partecipazione a locali con musica ad alto volume, a causa della scarsa applicazione delle normative.

Ricerche già pubblicate suggeriscono che gli utenti PLD spesso scelgono volumi fino a 105 dB mentre i livelli sonori medi nei luoghi di intrattenimento vanno da 104 a 112 dB, superando i livelli consentiti (80 dB per gli adulti; 75 dB per i bambini) anche se per periodi molto brevi di volta.

I ricercatori hanno voluto misurare la prevalenza di pratiche di ascolto non sicure tra adolescenti e giovani adulti per creare una stima globale dei numeri che potrebbero quindi essere a rischio di perdita dell’udito, con l’obiettivo di informare la politica basata sull’evidenza per salvaguardare la salute uditiva.

Hanno setacciato i database di ricerca per gli studi pertinenti pubblicati in inglese, francese, spagnolo e russo, coinvolgendo persone di età compresa tra 12 e 34 anni, e riportando i livelli di output del dispositivo misurati oggettivamente e la durata dell’esposizione.

È stato incluso un gruppo di 33 studi, corrispondenti ai dati di 35 record e 19.046 partecipanti; 17 record si sono concentrati sull’uso di PLD e 18 si sono concentrati su luoghi di intrattenimento ad alto volume.

I ricercatori hanno anche stimato il numero globale di persone che potrebbero essere a rischio di perdita dell’udito considerando la popolazione globale stimata di 12-34 anni nel 2022 (2,8 miliardi) e le migliori stime dell’esposizione a pratiche di ascolto non sicure da PLD o ad alto volume luoghi di intrattenimento derivati ??dalla revisione sistematica.

L’analisi dei dati aggregati indica che la prevalenza di pratiche di ascolto non sicure derivanti dall’uso di PLD e dalla partecipazione a luoghi di intrattenimento ad alto volume è comune in tutto il mondo, rispettivamente del 24% e del 48%, tra adolescenti e giovani .

Sulla base di queste cifre, i ricercatori stimano che il numero globale di adolescenti e giovani adulti che potrebbero essere potenzialmente a rischio di perdita dell’udito varia da 0,67 a 1,35 miliardi.

I ricercatori riconoscono alcune limitazioni alle loro scoperte, tra cui il disegno vario dello studio – una caratteristica particolare degli studi sui luoghi di intrattenimento – e l’assenza di una metodologia standardizzata.

Inoltre, le loro stime non tenevano conto di alcuni fattori potenzialmente influenti, come i dettagli demografici e le recenti modifiche alla politica sull’ascolto sicuro in alcuni paesi/regioni.

Tuttavia, le loro scoperte li spingono a concludere: “C’è un urgente bisogno che i governi, l’industria e la società civile diano priorità alla prevenzione globale della perdita dell’udito promuovendo pratiche di ascolto sicure”.


Ulteriori informazioni: Prevalenza e stime globali delle pratiche di ascolto non sicure negli adolescenti e nei giovani adulti: una revisione sistematica e una meta-analisi, BMJ Global Health (2022). DOI: 10.1136/bmjgh-2022-010501

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: