Assistenza sociosanitaria Terapie

La nuova linea guida di pratica clinica della Società USA di Endocrinologia esamina i modi migliori per gestire l’ipoglicemia nelle persone con diabete

Le persone con diabete stanno beneficiando dei progressi nei farmaci e nelle tecnologie per ridurre il rischio di ipoglicemia, secondo una linea guida per la pratica clinica pubblicata oggi dalla Endocrine Society. 

Insulin Pen


La linea guida, intitolata “Gestione degli individui con diabete ad alto rischio di ipoglicemia: una linea guida per la pratica clinica della società di endocrinologia ,  è stata pubblicata online e apparirà nel numero cartaceo di marzo 2023 di? The  Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism? (JCEM), una pubblicazione della Società Endocrinologia.

L’ipoglicemia è il termine per episodi di zucchero nel sangue pericolosamente basso nelle persone con diabete. I pazienti con ipoglicemia grave possono manifestare perdita di coscienza o convulsioni e la condizione può influire in modo significativo sulla qualità della vita di una persona, sulla vita sociale, sulla produttività lavorativa e sulla capacità di guidare in sicurezza. È comune nelle persone con diabete di tipo 1 e in quelle con diabete 2 che assumono insulina o sulfoniluree e molte persone non avvertono o non riconoscono i sintomi. 

L’ipoglicemia è identificata come una delle prime tre reazioni avverse ai farmaci prevenibili dal Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. Tra gennaio 2007 e dicembre 2011, le visite al pronto soccorso per ipoglicemia associata a terapia tra i beneficiari di Medicare hanno comportato una spesa di oltre 600 milioni di dollari.

Questa linea guida aggiorna la linea guida sull’ipoglicemia ospedaliera della Società del 2009 e si concentra esclusivamente sulle persone con ipoglicemia correlata al diabete. Incorpora raccomandazioni per trattare e gestire l’ipoglicemia in modo più efficace utilizzando nuove insuline e forme di glucagone e progressi nel monitoraggio continuo del glucosio (CGM) e nella tecnologia della pompa per insulina.

“I CGM e le pompe per insulina sono stati usati molto più comunemente nell’ultimo decennio tra le persone con diabete, compresi i bambini, e sono disponibili nuove forme di glucagone. Abbiamo dovuto aggiornare le nostre linee guida per adeguarle a questi sviluppi nel campo del diabete “, ha dichiarato Anthony L. McCall, MD, Ph.D., dell’Università della Virginia a Charlottesville, in Virginia. McCall è il presidente del gruppo che ha scritto la linea guida . “Le persone con diabete, i loro caregiver e gli specialisti del diabete trarranno tutti beneficio dalle nostre linee guida con una migliore comprensione delle migliori pratiche e degli interventi”. 

Le principali raccomandazioni della linea guida includono: 

  • Prescrivere formulazioni di glucagone più facili da usare per le persone con grave ipoglicemia; 
  • Sfruttando il CGM piuttosto che l’automonitoraggio della glicemia con il polpastrello per i pazienti con diabete di tipo 1 che ricevono più iniezioni giornaliere;
  • Condurre programmi di sorveglianza e gestione della glicemia ospedaliera sfruttando i dati delle cartelle cliniche elettroniche (EHR) per i pazienti ricoverati a rischio di ipoglicemia; e
  • Utilizzo di programmi strutturati di educazione del paziente per pazienti adulti e pediatrici con diabete di tipo 1 o diabete di tipo 2 sottoposti a terapia insulinica.

Ulteriori risorse per le linee guida includono le   domande e risposte su Endocrine News con i co-presidenti e le risorse per i pazienti con ipoglicemia  della Società  .

Altri membri del comitato di scrittura della Endocrine Society che hanno sviluppato questa linea guida includono: David C. Lieb (co-presidente) della Eastern Virginia Medical School a Norfolk, in Virginia; Roma Gianchandani dei Cedars Sinai a Los Angeles, California; Heidemarie MacMaster di Lahey Health a Burlington, Massachusetts; Gregory A. Maynard dell’Università della California Davis a Davis, in California; M. Hassan Murad della Mayo Clinic di Rochester, Minnesota; Elizabeth Seaquist dell’Università del Minnesota a Minneapolis, Minnesota; Joseph I. Wolfsdorf del Boston Children’s Hospital di Boston, Massachusetts; Robin Fein Wright di DiabetesSisters a Bolingbrook, Illinois; e Wojtek Wiercioch della McMaster University di Hamilton, Ontario.

Victor Torres Roldan del Mayo Evidence-Based Practice Center ha condotto le revisioni delle prove per la linea guida, e Drs. Jane Seley e Grazia Aleppo hanno dato importanti contributi scientifici. Maureen Corrigan, direttore delle linee guida per la pratica clinica per la Endocrine Society, ha assistito in tutti gli aspetti dello sviluppo delle linee guida. 

La Società ha stabilito il suo? programma di linee guida per la pratica clinica?fornire agli endocrinologi e ad altri medici raccomandazioni basate sull’evidenza nella diagnosi, nel trattamento e nella gestione delle condizioni endocrine. Ogni linea guida è sviluppata da un gruppo multidisciplinare di esperti del settore. I panel di sviluppo delle linee guida si basano su revisioni della letteratura basate sull’evidenza nello sviluppo delle raccomandazioni delle linee guida. La Endocrine Society non sollecita né accetta il supporto aziendale per le sue linee guida. Tutte le linee guida per la pratica clinica sono supportate interamente dai fondi della Società. 

Questa linea guida per la pratica clinica è stata co-sponsorizzata dall’American Association of Clinical Endocrinology, dall’American Diabetes Association, da DiabetesSisters, dalla Pediatric Endocrine Society e dalla Society for Hospital Medicine. 

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: