Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

L’indicatore per la gestione del glucosio può essere calcolato con un minimo di 7 giorni di dati CGM

L’indicatore di gestione del glucosio – una stima di HbA1c basata su informazioni di monitoraggio continuo del glucosio – può essere calcolato con precisione per gli adulti con diabete di tipo 1 o di tipo 2 utilizzando solo 7 giorni di dati CGM, secondo i ricercatori.

“Sono state osservate differenze minime tra l’ indicatore di gestione del glucosio (GMI) calcolato utilizzando 14 giorni di dati rispetto al GMI calcolato con 7 giorni” , hanno scritto Peter Calhoun, PhD , biostatistico presso il Jaeb Center for Health Research di Tampa, in Florida, e colleghi. un breve rapporto pubblicato su Diabetes Technology & Therapeutics . “Differenze maggiori erano presenti quando il GMI era basato su 5 o meno giorni”

Calhoun e colleghi hanno condotto un’analisi di cinque studi clinici: REPLACE-BG T1D, HypoDE T1D, DIAMOND T1D, DIAMOND T2D e MOBILE T2D. Sono stati inclusi i partecipanti alle prove con almeno 14 giorni di dati CGM nei 20 giorni prima delle visite di esito a 6 o 8 mesi. Tutte e cinque le prove hanno utilizzato i sensori Dexcom G4, G5 o G6. GMI è stato calcolato per ciascun partecipante utilizzando 14 giorni di dati. I ricercatori hanno anche calcolato il GMI utilizzando da 1 a 13 giorni di dati. Sono state calcolate le differenze assolute nei valori GMI e nei coefficienti di correlazione di Pearson tra il GMI di 14 giorni e il GMI calcolato con dati da 1 a 13 giorni.

Nell’analisi sono stati inclusi i dati di 581 adulti (età media, 49 anni; HbA1c media, 7,3%); 435 avevano il diabete di tipo 1 e 146 avevano il diabete di tipo 2. Il GMI di 14 giorni era fortemente correlato con 10 giorni di dati ( r = 0,98) e 7 giorni di dati ( r = 0,95). La correlazione era inferiore con 5 giorni di dati ( r = 0,91) e 3 giorni di dati ( r = 0,86).

La differenza assoluta media nel GMI è stata dello 0,08% tra 14 giorni e 10 giorni di dati, dello 0,13% tra 14 giorni e 7 giorni di dati, dello 0,17% tra 14 giorni e 5 giorni di dati e dello 0,24% tra 14 giorni e 3 giorni di dati . La percentuale di valori GMI entro lo 0,3% della lettura GMI di 14 giorni era del 98% con 10 giorni di dati, 87% con 7 giorni di dati, 77% con 5 giorni di dati e 60% con 3 giorni di dati.

“Le analisi includevano solo partecipanti adulti che indossavano un CGM in tempo reale, ma ci aspettiamo che i risultati si generalizzino ad altri partecipanti supponendo che i dati CGM siano stati raccolti durante un periodo di controllo stabile del glucosio”, hanno scritto i ricercatori. «Questi dati indicano che è possibile ottenere una stima ragionevole di HbA1c con il GMI con 7 giorni di dati CGM nei report ambulatoriali del profilo glicemico, sebbene siano preferiti 14 o più giorni».


Fonte: 

Bailey R, et al. Diabetes Technol Ther . 2022;doi:10.1089/dia.2022.0284.

Divulgazioni: Calhoun riferisce di essere un ex dipendente di Dexcom e di aver ricevuto pagamenti per consulenze tramite il suo attuale datore di lavoro per suo conto da Beta Bionics, Dexcom, Diasome e vTv Therapeutics. Si prega di consultare lo studio per le informazioni finanziarie rilevanti di tutti gli altri autori.

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: