Tecno

Un piccolo cerotto potrebbe fornire ai diabetici un monitoraggio del glucosio indolore

I ricercatori dell’Università di Waterloo stanno sviluppando un nuovo cerotto che offrirebbe ai diabetici un’alternativa economica, accurata, indolore e 24 ore su 24 ai test tradizionali che richiedono la puntura di un dito per un campione di sangue ogni poche ore.

E per renderlo ancora più user-friendly, le letture potenzialmente salvavita della patch verrebbero trasmesse agli smartphone delle persone.

Tre anni di lavoro

Dopo tre anni di lavoro, il team di ricerca sta perfezionando un cerotto indossabile che utilizza centinaia di minuscoli microaghi per rilevare i livelli di glucosio , informazioni cruciali per i diabetici che hanno bisogno di sapere esattamente di quanti farmaci hanno bisogno in qualsiasi momento.

“Ciò migliorerà lo stile di vita delle persone portando a un’assunzione di farmaci più personalizzata”, ha affermato Peyman GhavamiNejad, un dottorato in ingegneria. studente a Waterloo che ha guidato il lavoro. “Vogliamo rendere più facile per le persone monitorare se stesse, senza alcun dolore, con un migliore controllo dei livelli di glucosio e quindi sapere quanta insulina assumere”.

Una patch che toglie dall’impacc?

Sebbene una varietà di patch di monitoraggio sia disponibile in commercio da diversi anni, GhavamiNejad ha affermato che questa è la prima del suo genere.

“È davvero un lavoro nuovo che continuiamo a migliorare”, ha detto del sensore elettrochimico. “Prima di questo nessuno l’ha fatto con materiale conduttivo idrogel che potrebbe essere utilizzato per il rilevamento del glucosio come piattaforma di microaghi”.

Ci sono vantaggi distinti per la nuova patch, secondo il Dr. Mahla Poudineh, un professore di ingegneria elettrica e informatica che guida il progetto complessivo. Ad esempio, i pazienti possono applicare il cerotto da soli, a differenza di altri dispositivi che devono essere inseriti sotto la pelle da un infermiere.

Il cerotto sarebbe estremamente piccolo, solo un centimetro quadrato, quindi potrebbe essere indossato in modo molto discreto sul braccio di una persona. Poiché utilizza materiali a basso costo, sarebbe più economico di alcuni dei cerotti ora disponibili, che possono costare fino a $ 4.800 all’anno, e potrebbe essere acquistato dai pazienti al banco. Fornirebbe inoltre misurazioni più accurate e continue per 14 giorni, rispetto agli attuali dispositivi che forniscono il monitoraggio da sette a 10 giorni.

Previsioni? Lo chiedo a Paolo Fox

In concomitanza con il lavoro svolto da GhavamiNejad, Poudineh e il resto del loro team, il dottor Peter Levine, professore di ingegneria elettrica e informatica, sta costruendo una piattaforma elettronica in miniatura per inviare in modalità wireless le letture dai microaghi agli smartphone degli utenti.

Un articolo sulla ricerca appare sulla rivista Advanced Healthcare Materials .

Maggiori informazioni: Peyman GhavamiNejad et al, A Conductive Hydrogel Microneedle-Based Assay Integrating PEDOT:PSS and Ag-Pt Nanoparticles for Real-Time, Enzyme-less, and Electrochemical Sensing of Glucose, Advanced Healthcare Materials (2022). DOI: 10.1002/adhm.202202362

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: