Benessere Equilibrio

Prendere o lasciare: avere meno scelte può promuovere la felicità

Un comico scherzava sul fatto che il menu di sua madre consisteva in due scelte: “Prendi o lascia”. Può sembrare controintuitivo, ma avere meno scelte può promuovere la felicità. Come? La felicità dipende in parte dall’avere delle scelte, ma solo fino a un certo punto. Più opzioni hai, più possibilità avrai di pentirti della scelta che hai fatto. Vorresti aver scelto un cellulare diverso? Saresti stato meglio con un investimento finanziario diverso o con un’opzione del piano farmaceutico Medicare? Più scelte ci sono, minore è la percentuale che sembra “giusta”.

Fare semplicemente delle scelte può essere estenuante. In uno studio dell’Università del Minnesota pubblicato su The Journal of Personality and Social Psychology, avere più scelte di acquisto interferiva con la capacità delle persone di prestare attenzione e completare semplici problemi aritmetici. Se vuoi concentrare la tua attenzione su un’attività imminente o hai bisogno dell’equilibrio emotivo per gestire situazioni personali difficili, è meglio limitare il numero di scelte che fai in anticipo.

Il tuo temperamento influenza anche il modo in cui gestisci la scelta e come influenza la tua felicità. “Non mi accontento mai del secondo posto.” Ti suona come te? Gli psicologi ti chiamerebbero un massimizzatore: nella tua ricerca del miglior affare o prodotto, devi valutare tutte le scelte prima di prendere una decisione.

Altre persone hanno standard per ciò che vogliono in una data circostanza. Non appena qualcosa soddisfa quegli standard (che possono essere alti o bassi), prendono la decisione. Queste persone sono ciò che gli psicologi chiamano soddisfacenti.

Giudicati in base a criteri misurabili, i massimizzatori possono fare le scelte migliori. Nella ricerca alla Columbia University e allo Swarthmore College, gli studenti sono stati valutati in base alla loro tendenza a massimizzare o soddisfare e sono stati seguiti per un anno mentre cercavano lavoro.

In base al criterio dello stipendio iniziale, i massimizzatori hanno trovato i lavori migliori, guadagnando il 20% in più. Tuttavia, durante il processo hanno sperimentato molte più emozioni negative e, dopo essere stati assunti, erano meno contenti del loro lavoro rispetto ai loro compagni di classe che cercavano l’opzione abbastanza buona. Chi ha preso la decisione migliore: quelli che si sono ritrovati con lo stipendio più alto o quelli con maggiore felicità?

Meditazione o ritiri spirituali, spesso limitano intenzionalmente le scelte. Mangiare e assaporare ciò che viene offerto, o non dover scegliere il tuo abbigliamento o pianificare l’agenda della tua giornata, può essere molto liberatorio e consentire alla tua attenzione di rimanere concentrata. Tienilo a mente mentre passi la giornata. Tenere sotto controllo le opzioni può aiutarti a sentirti più concentrato e più felice delle decisioni che prendi.

Buon nuovo anno 2023 da Me da Roberto da tutti noi!

elderly, couple, walking
Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: