Terapie

 Cosa c’è dietro la mania della metformina?

Questo farmaco per il diabete può davvero rallentare l’invecchiamento, frenare l’aumento di peso, ridurre la demenza?

Un antico composto è la nuova “droga miracolosa”?

La metformina, un farmaco comune per controllare il diabete, è diventata la controversa beniamina dei digerati attenti alla salute della tecnologia che sono allettati da ricerche preliminari che suggeriscono che potrebbe aiutare a promuovere la longevità, ridurre la demenza e prevenire tutta una serie di altre condizioni, tra cui, più recentemente, lunga COVID.

Con origini che risalgono all’Europa medievale, la metformina è stata utilizzata per decenni come un potente strumento per abbassare la glicemia nelle persone con diabete. In quei pazienti, offre anche benefici cardiovascolari e perdita di peso .

Ora, è sempre più popolare per l’uso in condizioni che non hanno nulla a che fare con il diabete. Incuriositi dai primi studi e dalla promozione su TikTok, Instagram e blog incentrati sulla salute, gli americani stanno cercando prescrizioni “off-label” per la metformina, utilizzando un farmaco per una condizione diversa o con un dosaggio diverso da quello approvato dalla FDA

Ma gli esperti invitano alla cautela, affermando che i dati non sono sufficienti per iniziare a raccomandare dosi giornaliere.

Secondo l’esperto di malattie infettive della UC San Francisco, il dottor Peter Chin-Hong, “sarei molto cauto nell’usare la metformina off-label a questo punto”, citando la mancanza di ricerche approfondite. “Le prove devono essere davvero forti”, ha detto, “se prendi un farmaco per una particolare indicazione in cui non ci sono molti dati validi”.

“Certamente, molti giovani sani stanno cercando di prenderlo con la speranza di ottimizzare la loro salute e il ‘biohacking’ per migliorare la loro longevità lungo la linea”, ha affermato l’endocrinologa della Stanford University Dr. Marilyn Tan. Sebbene sia improbabile che faccia del male, ha detto Tan, “non c’è nemmeno alcun beneficio dimostrato da alcuno studio controllato randomizzato in termini di effetti anti-invecchiamento. … Non è approvato dalla FDA per nessuna di queste altre indicazioni”.

La metformina, o dimetilbiguanide, fa risalire la sua storia a una medicina erboristica tradizionale in Europa chiamata Galega officinalis, o ruta di capra. Mentre può causare effetti collaterali nelle persone con problemi renali, migliora il controllo della glicemia migliorando la sensibilità all’insulina , riducendo la quantità di zucchero rilasciata dal fegato nel sangue e aumentando l’assorbimento del glucosio.

Ora è il quarto farmaco più prescritto nella nazione. A circa 20 milioni di americani è stato prescritto il farmaco nel 2020.

Ciò che è allettante sono i risultati preliminari – basati su studi sugli animali e studi clinici imperfetti che non sono stati riprodotti – che suggeriscono che il farmaco può aiutare a rallentare l’invecchiamento e aumentare l’aspettativa di vita. Mentre il meccanismo sottostante rimane poco chiaro, può creare cambiamenti cellulari che migliorano la reattività del corpo all’insulina e migliorano la salute dei vasi sanguigni.

La sua reputazione è cresciuta con una recente raffica di attenzione sui social media, tra cui un post virale dell’imprenditore Internet e “biohacker” della Silicon Valley Serge Fague, che ha descritto l’assunzione di due grammi di farmaco ogni giorno.

“Hai sentito parlare della metformina?” ha chiesto un influencer di Twitter. La società di longevità NOVOS, con sede a New York City, che ha arruolato il Dr. George Church di Harvard e altri stimati scienziati nel suo comitato consultivo, ha pubblicato su Instagram: “Metformina: il segreto dell’anti-invecchiamento?”

La pubblicità è stata ulteriormente potenziata la scorsa settimana, quando un team dell’Università del Minnesota ha riferito che circa il 6% dei pazienti con metformina infettati dal virus SARS CoV-2 ha continuato a soffrire di COVID lungo, rispetto all’11% di coloro che non assumevano il farmaco. Lo studio non è ancora sottoposto a revisione paritaria.

Ma esiste un farmaco migliore, il Paxlovid che uccide il virus autorizzato dalla FDA, per ridurre il rischio di long COVID , ha affermato Chin-Hong. “La metformina non ha senso, dal punto di vista delle malattie infettive, lavorare contro il long COVID”, ha affermato. “Non è un antivirale portacarte”.

La prescrizione off-label è legale e comune. Secondo l’Agenzia per la ricerca e la qualità sanitaria, circa il 20% di tutte le prescrizioni negli Stati Uniti sono per uso off-label. I beta-bloccanti, ad esempio, sono approvati per ridurre il rischio di ipertensione e problemi cardiaci, ma sono usati off-label per trattare l’ansia.

Ma le prescrizioni off-label possono mettere le persone a rischio di ricevere trattamenti inefficaci o addirittura dannosi se mancano prove scientifiche, ha affermato Chin-Hong.

“Nei circoli tecnologici, le persone usano molte cose off-label, ad esempio per perdere peso”, ha affermato Chin-Hong. “È promosso dalle celebrità su TikTok. Ma è sempre un’impresa pericolosa usare qualcosa off-label”.

I medici hanno a lungo prescritto la metformina off-label per queste condizioni:

  • Irregolarità mestruali nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico. Negli anni ’90, è stato dimostrato che la metformina abbassa i livelli di testosterone nelle donne con questo disturbo ormonale comune, suggerendo che potrebbe essere d’aiuto. Ma al momento, secondo un’analisi dell’Università di Chicago del 2017, non ci sono prove chiare a sostegno di un ampio uso di metformina in quei pazienti.
  • Diabete mellito gestazionale. La metformina è un’alternativa efficace e sicura all’insulina per le donne che sviluppano intolleranza al glucosio durante la gravidanza. Controlla anche l’aumento di peso materno e riduce il rischio di ipertensione gestazionale, secondo una revisione del database del 2016 da parte dei medici del Peking University First Hospital.
  • Prevenzione o diabete ritardato. Due decenni di prove supportano l’uso della metformina per prevenire o ritardare il diabete di tipo 2 tra i pazienti ad alto rischio o le persone con livelli elevati di zucchero nel sangue , una condizione chiamata “prediabete”, ha concluso una valutazione del 2018 di 40 studi da parte di un team del Los Angeles- amministrazione dei veterani basata.
  • Aumento di peso da farmaci antipsicotici. Alcuni pazienti, in particolare quelli giovani e sani, hanno meno probabilità di aumentare di peso se assumono metformina subito dopo aver assunto farmaci per la schizofrenia e altri disturbi psichiatrici, secondo una revisione del 2017 degli studi pubblicati da un team dell’UCLA Medical Center. Ma non aiuta dopo che l’aumento di peso si è già verificato.

Altri studi hanno esaminato il potenziale della metformina per:

  • Ridurre il rischio di demenza o ictus. Un’analisi del 2016 condotta da scienziati australiani ha scoperto che il deterioramento cognitivo era significativamente meno comune nei diabetici che avevano ricevuto metformina. In uno studio del 2013 a Taiwan, il farmaco ha anche offerto ai pazienti diabetici una certa protezione contro l’ictus. Ma il suo utilizzo da parte di persone senza diabete per la prevenzione della demenza o dell’ictus non è stato supportato da nessuno di questi studi.
  • Invecchiamento lento. Un’analisi del 2021 dei risultati di diversi ampi studi condotti da un team in Canada e Qatar indica che la metformina può indurre cambiamenti anti-invecchiamento nei diabetici. Ha migliorato la salute dei pazienti diabetici nello studio mentre erano in vita, sebbene l’effetto fosse modesto. Tuttavia, rimane controverso se la metformina sia protettiva nelle persone che sono metabolicamente normali, ha scoperto il team.

“C’è molto interesse e sono necessari ulteriori studi per vedere se ci sono più benefici”, ha detto Tan. “Ma nessuno studio ha dimostrato in modo definitivo un beneficio clinicamente significativo per nessuna di queste condizioni”.

2023 MediaNews Group, Inc. Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: