Mangiare e bere

Frutta secca e semi: uno spuntino che fa bene al cuore

Mangiare noci e semi frequentemente può ridurre il rischio di malattie cardiache, mostra una nuova importante revisione dello studio.

Le noci abbassano i livelli di colesterolo e sono collegate a un minor rischio di malattie cardiovascolari. Mangiando noci, riduci il rischio di soffrire o morire di infarto , mostra una nuova revisione sistematica e meta-analisi condotta da ricercatori che lavorano presso l’Università di Oslo e il Karolinska Institute di Stoccolma e altrove. Sono giunti a questa conclusione dopo aver esaminato i risultati di 60 studi precedenti. La loro revisione faceva parte del lavoro svolto sullo sviluppo di nuove linee guida dietetiche nordiche.

“Se mangi una manciata di noci ogni giorno, ovvero circa 30 grammi, avrai un rischio inferiore del 20-25% di soffrire di malattie cardiovascolari. In confronto, gli adulti nei paesi nordici mangiano in media solo circa 4 grammi di noci al giorno. Molti non mangiano affatto noci o semi”, afferma Erik Arnesen, ricercatore presso l’Università di Oslo e primo autore dello studio.

Qualche noce è meglio di niente

Arnesen sottolinea che anche se gli scienziati dicono “più sono meglio è”, mangiare solo poche noci è meglio che niente. Mandorle, pistacchi e noci sembrano essere i migliori per abbassare il colesterolo, ma secondo Arnesen non ci sono finora prove conclusive per raccomandare tipi specifici di noci oltre ad altri.

“La frutta a guscio ha un effetto benefico sui livelli di colesterolo nel sangue, che è importante mantenere bassi per evitare l’accumulo di grasso nelle arterie. Questa aterosclerosi, come viene chiamata, è uno dei maggiori fattori di rischio per attacchi di cuore”, spiega.

Incerto se le noci influiscano sul rischio di ictus e diabete di tipo 2

Ai ricercatori è stato anche chiesto di verificare se il consumo di noci riduca anche il rischio di ictus e diabete di tipo 2.

“Non ne siamo sicuri. La frutta a guscio non sembra influenzare la pressione sanguigna , che è uno dei fattori di rischio alla base dell’ictus. Non possiamo essere sicuri nemmeno se la frutta a guscio faccia bene ai livelli di zucchero nel sangue, che sono collegati al rischio di diabete di tipo 2”, dice Arnesen.

I risultati della revisione sistematica e della meta-analisi sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Food & Nutrition Research .

Mangiare noci può migliorare i livelli di colesterolo nella popolazione

Quando si tratta di salute cardiovascolare, la conclusione è che mangiare noci è vantaggioso.

“Anche se diversi studi lo hanno indicato in precedenza, questa è la più grande revisione finora sulla salute cardiovascolare “, afferma Arnesen.

“Grazie a questa revisione sistematica e meta-analisi, possiamo presentare una stima più precisa degli effetti reali. Dimostrare che le noci abbassano i livelli di colesterolo fornisce una spiegazione credibile del perché esiste una connessione tra il consumo di noci e il rischio di malattie cardiovascolari “.

Uno dei motivi addotti da Arnesen per questa connessione è la composizione degli acidi grassi nelle noci.

“Anche se le noci non possono essere utilizzate per trattare il colesterolo alto, riteniamo che l’effetto sia abbastanza significativo da essere utilizzato come misura preventiva tra la popolazione generale “, afferma il ricercatore.

Maggiori informazioni: Erik Kristoffer Arnesen et al, Consumo di noci e semi e rischio di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 e loro fattori di rischio: una revisione sistematica e una meta-analisi, Food & Nutrition Research (2023). DOI: 10.29219/fnr.v67.8961

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: