Altri casinò da aprire negli Emirati Arabi Uniti nel prossimo futuro?

Il resort Wynn Al Marjan Island da 3,9 miliardi di dollari ospiterà il primo casinò confermato degli Emirati Arabi Uniti quando aprirà nel 2027. Wynn Al Marjan Island comprenderà 1.500 chiavi, tra cui camere, suite e ville, insieme a due dozzine di ristoranti, un centro benessere, un centro eventi e un teatro per “spettacoli di produzione unici”. Wynn afferma che il resort è progettato per visite più lunghe e “gite di un giorno” da quelle degli altri sei emirati. Ci saranno spettacoli notturni di laser e luci, proprio come a Las Vegas.

“Abbiamo passato l’anno scorso a programmare e concettualizzare meticolosamente Wynn Al Marjan Island, considerando attentamente la sua posizione unica”, ha affermato  Craig Billings, CEO di Wynn Resorts . “Sono incredibilmente orgoglioso della capacità del nostro team di progettazione e sviluppo di trasmettere la nostra eredità di design ricco e ponderato in un resort sulla spiaggia baciato dal sole che delizierà i clienti, vecchi e nuovi. Non vediamo l’ora di aprire Wynn Al Marjan Island all’inizio del 2027″.

Il casinò avrà una superficie di circa 18.500 mq. Se così fosse, la struttura sarebbe una delle dieci più grandi al mondo e quasi il doppio di quella della proprietà di Wynn’s Vegas “La stessa configurazione geometrica della forma curva della spiaggia dell’isola riecheggia attraverso il podio struttura, simile a un grande teatro dell’opera, creando viste maestose sulla spiaggia, sul mare e sull’orizzonte”, ha aggiunto la dichiarazione.

Nel 2022, Billings ha affermato che Wynn entrerà solo in un mercato in cui è in vigore la legislazione sui giochi. Per quanto riguarda Wynn Marjan, ha affermato che “non è richiesta alcuna ulteriore legislazione abilitante. Non stiamo guardando un processo pluriennale per la legalizzazione come abbiamo visto in altri mercati. I regolamenti sono a buon punto, essendo stati modellati su quelli di Singapore e degli Stati Uniti. L’aliquota fiscale e la struttura della licenza sono molto ragionevoli. Saremo autorizzati a condurre giochi a Ras Al Khaimah.

All’inizio dell’anno, il capo dell’ospitalità ha anche annunciato la connettività e la diversità di Dubai, RAK e degli Emirati. Ha detto: “Gli Emirati Arabi Uniti sono già una destinazione importante non solo per la regione, ma anche per l’Europa, per gli inglesi, per i tedeschi, per persone provenienti da tutto il mondo. Quindi questa è un’importante opportunità di acquisizione di clienti e un’estensione davvero materiale del nostro marchio. “Quando apriremo quella proprietà, il 95 percento della popolazione mondiale si troverà entro un volo di otto ore da una proprietà Wynn Resorts”.

Atlantis e Omniyat di Kerzner potrebbero essere i primi due operatori/sviluppatori di casinò a Dubai.

Resort dell’isola di Wynn Al Marjan