Annunci

Roberto Lambertini

Guida sicura…

Una notizia interessante per i diabetici che guidano l’auto e cercano di non avere problemi con la glicemia a bordo: nel corso del meeting nazionale tenuto dalla’ADA (l’Associazione Diabetici Americani) tra il 6 e 10 giugno scorsi a San Francisco – CA – USA, è stata presentata (vedi foto) la M – Powered, ovvero la prima concept car per diabetici. L’automobile, fabbricata dalla Lincoln, è la prima dotata di un sistema di controllo continuo della glicemia sul cruscotto, a marchio Medtronics. L’auto dovrebbe essere messa in circolazione negli USA entro l’anno in corso, del resto non si sa. La cosa comunque evidente è che il modello non sarà di categoria “economica” a vedere dall’immagine.

fonte news: Medgadget

Annunci

Pensiamoci

Africa

L’anno scorso la giornata mondiale del diabete era stata dedicata ai bambini malati di Diabete 1 in Africa, e non solo, che muoiono a causa della mancanza di terapia (insulina) e assistenza sanitaria adeguata. L’IDF (La Federazione Internazionale dei Diabetici) aveva e ha in atto una campagna di sensibilizzazione sul tema. Ma il problema resta, purtroppo, irrisolto. Pensare che ancora oggi, in questo momento in parti del nostro pianeta c’è chi muore a causa del diabete è un fatto che ci deve dare da pensare, ma soprattutto fare delle azioni concrete per cercare di cambiare rotta.

Oggi posto su questo tema spinto da una email ricevuta la settimana scorsa da un lettore di questo blog , che mi chiedeva consigli per una bimba col diabete 1 in Sierra Leone, del tipo: come agire per far avere alla creatura l’insulina; ma casi simili sono diffusi lungo tutta l’Africa (v. Mozambico).

E’ vero, e per fortuna c’è, che esiste una rete internazionale di solidarietà internazionale, sia laica che religiosa; ma questo non può esimerci dall’essere appagati, perché il vuoto da colmare è ancora molto.

Imprecisione

studio dentista
Leggo sui giornali e nel web che la Regione Emilia-Romagna, ma penso anche altre realtà regionali, rimborserebbero parte delle spese sostenute per le cure odontoiatriche, in base ai LEA (Livelli Essenziali Assistenza), al reddito e gravità, cronicità della malattia della persona.

Ebbene tra le patologie ci sarebbe il diabete giovanile (tipo 1), inteso in senso strettamente anagrafico ovvero per quelle persone con meno di 18 anni di età.

Invece su alcuni media presenti in rete, ma anche su carta, appare l’informazione estesa: praticamente l’estensione a tutti diabetici di tipo 1 (a prescindere dall’età) del rimborso odontoiatrico.

Mi sentivo in dovere di fare questa puntualizzazione perché informare bene è un compito delicato, e ancora di più avviene quando tocchiamo gli argomenti legati alla salute e ai costi collegati: anche perché c’è molta gente in giro (e io sono tra questi) che fa fatica a sostenere oneri di questa natura, oppure non ce la fa proprio, e quindi rinuncia.

Info

Una buona novità appena pescata in rete riguarda il quotidiano nazionale “Il Corriere della Sera”, che ha introdotto nel suo sito una sezione intera dedicata alla nutrizione, in collaborazione con L’INRAN (l’Istituto nazionale per la nutrizione. Trovo lo spazio molto utile per un informazione più completa e articolata sull’alimentazione ed i legami con la salute (compreso il diabete) – Corriere della Sera – Salute – Nutrizione.

Sempre nello spazio sulla nutrizione c’è la possibilità di comunicare con un esperto dell’INRAN, attraverso un forum; e tra i documenti disponibili ci sono le linee guida per una sana alimentazione, e la conservazione degli alimenti, nonché una informativa sulla letture delle etichette dei prodotti alimentari.

A mio avviso manca un tabella completa e interattiva degli alimenti, coi loro valori nutrizionali (calorie, carboidrati, grassi, proteine e fibre).

Assistenza e…

wait

Sentiamo un gran parlare e leggiamo di centri d’eccellenza nella sanità, nella specialistica, nel diabete. Certo se un malato può cerca sempre il meglio per cercare di campare un poco di più, ma quello che uno vorrebbe è di trovare un’assistenza discreta, o almeno decente.

Allora perché invece di stilare graduatorie dei meglio posti non facciamo una hit parade dei peggio posti, così almeno “se li conosci li eviti, se li conosci ti difendi”, parafrasando una vecchia ma sempre valida campagna di “Pubblicità e Progresso” per la lotta contro l’AIDS.

Si perché quello mi interessa come diabetico non sono gli effetti speciali ma una decente assistenza sanitaria per il diabete e il diabetico.

Spot

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

  • Nessun evento

Sommario post

Categorie post

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons


2016 Image Banner 120 x 600