Pag 895 of 900« Prima...102030...893894895896897...900...Ultima »

Fat no more?

Fat

Un gruppo di ricercatori tedeschi segnala che, i malati di l’artrite reumatoide, con un indice di massa corporea (BMI) normale o magro, hanno un indice di infiammazione più elevato rispetto a chi è sovrappeso oppure obeso (sic!). La notizia è apparsa sul numero della rivista “Arthritis and Rheumatism” di novembre http://www.rheumatology.org/publications/ar/index.asp?aud=mem

La cosa mi lascia abasito… Che fare? Visto che sono afflitto sia dall’artrite reumatoide, sia dal diabete.

AR

infiammazione

Oggi sono rimasto a casa dal lavoro a causa di una riacutizzazione dell’artrite reumatoide, che ha colpito in particolare il ginocchio sinistro. L’artrite ha un effetto anche sull’equilibrio del diabete, perché in questi giorni l’infiammazione a generato degli alti e bassi nei valori della glicemia, e nonostante un’oculata gestione dei carboidrati nella dieta quotidiana.

Il problema della convivenza di diverse malattie nel mio corpo, e la giusta strada per riuscire a trovare una forma di vita stabile, è il problema che mi trovo davanti ogni giorno.

Meditate e agite

Calorie

Sabato scorso (24 novembre ’07) ho partecipato all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Bologna, in quanto accompagnavo mia moglie che era stata invitata per un riconoscimento, in occasione dei 25 anni dal conseguimento della Laurea. Io ho ascoltato la prolusione tenuta dal prof. Claudio Franceschi, dal titolo: “Invecchiamento e longevità.una sfida globale per il terzo millennio”.

Ho trovato relazione di estremo interesse, per la sua valenza generale, ma anche per la ricaduta particolare nella mia sfera di vita, e per brevità, riporto una passaggio del discorso: Il maggiore e più fecondo modello sperimentale è stato fino ad oggi quello della cosiddetta “restrizione calorica”. In pressoché tutte le specie una riduzione del 30/40 % delle calorie normalmente assunte, porta ad un aumento consistente e riproducibile non solo della vita media, ma anche della lunghezza massima di vita, con riduzione o comunque un posponimento marcato delle patologie età-correlate. Nell’uomo non sappiamo se la restrizione calorica possa avere effetti paragonabili a quelli osservati nei modelli animali e molti ricercatori sono scettici da questo punto di vista. Mi piace comunque ricordare che è riconosciuto a livello internazionale che il pioniere di questi studi è stato Alvise Cornaro un gentiluomo veneziano del XVI secolo che dopo una giovinezza di baldorie si convinse che un regime di vita virtuoso, soprattutto dal punto di vista alimentare, fosse fondamentale per una vita lunga e sana e scrisse nel 1558 un famoso trattatello che vi invito a leggere, intitolato “La vita sobria: trattato della salute e della longevità con i mezzi sicuri per raggiungerla”.

Direi che il trattato è stimolante e va approfondito, se volte farlo andate sul sito dell’Università di Bologna: http://www.unibo.it

Migliori informazioni

News

Sento sempre più l’esigenza di una migliore informazione, in tutti i campi, ed in particolare nell’ambito medico-sanitario. In quest’epoca, dove c’è una valanga di notizie in continuo arrivo e aggiornamento, è sempre più difficoltoso riuscire a cogliere i dati credibili da quelli falsi o gonfiati, soprattutto per chi, come me, non è esperto del ramo.

Il diabete è uno degli obiettivi preferiti nella dedica di notizie e scoop nuovi per la ricerca di terapie, più o meno risolutive; è non c’è giorno dove non appaiono dispacci d’agenzia che fanno aprire varchi di speranza in chi, come noi, aspetta da molto tempo la cura. Ma come ho gà affermato in un precedente post, occorre maggiore serietà da parte di chi fa informazione.

Educare

educare

Come viene ripetuto costantemente, un ruolo comprimario nella vita del diabetico, e della convivenza con la malattia, lo gioca l’auto amministrazione della terapia e dei relativi controlli. Una parte integrante e rafforzata del programma di intervento complessivo sul diabete, è  costituito dall’educazione, la formazione, come specialità congiunta alla cura medica. Oggi, a mio avviso, in Italia siamo carenti sotto questo profilo: l’iniziativa, laddove è presente viene lasciata alla libera iniziativa, senza un percorso omogeneo e organico.

Pag 895 of 900« Prima...102030...893894895896897...900...Ultima »

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

Sommario post

Categorie post

Commenti recenti

IMD è mobile

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600