Annunci

diabetica

Pag 10 of 17« Prima...89101112...Ultima »

Non ci sono scuse

Ora legale

Il diabete è una condizione importante che va gestita e controllata, ma in determinate condizioni può diventare un pretesto, una scusa per nascondere altri problemi appartenenti alla sfera personale e nei rapporti con gli altri. Mi spiego meglio, e parlo per esperienza personale: quello che può bloccare o rallentare lo sviluppo, la crescita nella vita di un uomo con il diabete e no sono i condizionamenti esercitati dalla famiglia e dalla cerchia di amicizie e legami sociali; la famiglia in particolare, se problematica di suo, può rappresentare un fattore fortemente limitante, frenante nell’evoluzione dell’individuo. Le paure, i timori dei genitori, per fare un esempio, diventano un elemento di ostacolo per la crescita dei figli; e la condizione diabetica va a rappresentare un appiglio su cui rafforzare il livello di possessività nei confronti della prole, con conseguenti insicurezze e timori insiti nella maturazione della personalità. Un contesto di questo genere, molto diffuso, non va sottovalutato o peggio ignorato. Un altro aspetto “sociologico” del vivere il diabete riguarda la gestione opportunistica e meschina della malattia: ci sono persone che utilizzano la patologia  per suscitare pietismo con secondi fini a scopo di favori materiali. Questi casi all’opposto l’uno dell’altro: il primo molto serio e che va affrontato sotto il profilo non solo medico ma anche sociale; il secondo riguarda più che altro un fenomeno di malcostume e  maleducazione sociale; comunque sia sono fenomeni presenti che non debbono essere ignorati quando investono la qualità della vita dell’uomo e la sua emancipazione.

Annunci

Dissertazioni

ambulatorioIeri ho fatto l’eco color doppler carotideo senza variazioni dal precedente controllo: rimane invariato un leggero ispessimento dell’arteria e nessuna presenza di placche. Il medico mi chiede, per rompere il ghiaccio, qual è il motivo della visita (peraltro scritto nella prescrizione firmata dal diabetologo = diabete tipo 1, ipertensione arteriosa e via andare); ed io per stare al dialogo gli confermo quanto dovrebbe sapere circa la condizione diabetica. La breve ma completa dissertazione prosegue ed il dottore mi fa sapere che sua madre è anch’essa affetta da diabete di tipo dall’età di 45 anni causa problemi alla tiroide (?) e successivamente la stessa malattia l’ha presa suo fratello a 17 anni, mentre lui, il medico, è al momento “sano”. La chiacchierata, seppur breve, si è rivelata interessante poiché lo specialista, spogliato del ruolo e rimesso l’abito di uomo comune, ha ammesso due certezze presenti circa l’accettazione del convivenza con la malattia diabetica legati alla sua esperienza familiare:  più tardi compare la patologia è più difficile diventa saperla gestire e conviverci; all’incontrario, prima appare e la sua decantazione si assimila prima, almeno nel maggioranza dei casi. A mio avviso i percorsi di supporto psicologico ed educativo dovrebbero personalizzarsi in ragione dell’età di insorgenza del diabete.

Da dentro

pozioneA volte ritornano: già nel passato avevo scritto circa un legame tra equilibrio del diabete di tipo 1 e il funzionamento, la regolarità intestinale: con la situazione  iperglicemica verificatasi la settima scorsa, l’ipotesi di una connessione tra i predetti fattori la vedo come una ulteriore conferma. Al di là del sentire che nell’area intestinale risiede massima parte delle nostre difese immunitarie, ho la concreta e tangibile prova che quando si manifestano degli svarioni nella glicemia registro una condizione di difficoltà d’insieme in tutto l’apparato digerente, con uno stato di difficoltà presente nell’assumere e assimilare l’alimentazione e di forte tensione nell’area addominale, oltre ad una difficoltà seria a mantenere nel periodo breve la regolarità evacuativa. Il problema fin qui descritto è andato a crescere, ovvero lo avevo già presente dall’infanzia e nel momento attuale è andato a radicarsi, con episodi di irritazione intestinale e come reazione ad alcuni specifici alimenti (alcune specie di pesce e formaggi), che hanno dato uno squilibrio, limitato per fortuna nel tempo, al mio diabete. In ogni  modo, grazie al mio autocontrollo, non sono arrivato ad avere la gastroparesi diabetica ed altre forme di neuropatia autonomica legata sempre alla malattia, ma la vigilanza va sempre tenuta alta.

Sereno è

sforzoLeggo dal web questo articolo pubblicato su Salute 24, lo spazio a tema in linea del quotidiano il Sole 24 Ore dedicato agli adolescenti e diabete: la serenità aiuta a gestire la malattia. Che dire? E’ vero! E lo riconosco sulla mia pelle. La mia vita da infante e adolescente col diabete di tipo 1 è stata triste e ricca di rovesci, all’epoca (anni 60 e 70) le cure erano”essenziali” e la cultura della gestione diabetica era di scarsa qualità. Il clima familiare di origine era irto di difficoltà e, per fare un esempio, ho cominciato a farmi le iniezioni di insulina in autonomia all’età di quindici anni. I risultati psicologici e fisici, gli aspetti motivazionali della crescita col diabete sono presto detti: per molto tempo ho convissuto con lo scompenso glicemico e gli annessi, connessi. I risultati della ricerca riportati dal predetto articolo sono una ulteriore testimonianza dell’importanza, per il diabetico, di imparare a saper gestire e convivere bene con le condizioni di stress, pena il peggioramento della malattia stessa, che tradotto in semplice parole significa: evitare o far tardare le complicanze patologiche legate al diabete, avere una vita “normale”.

Perbacco

fumoDiabete con o senza limiti? Dipende dai punti di vista? Troppe domande: a ciascuno di noi la risposta. La mia personale eccezione riguarda due temi che affliggono la vita diabetica, non di tutti ma di una cerchia di persone: il rapporto con bacco e tabacco, col bere ed il fumare. Per usare un luogo comune, ma vero, bacco e tabacco riducono il diabetico in cenere. In particolare l’abuso degli alcolici (super, ma anche una quantità di vino superiore ad un bicchiere a pasto) porta a dei veri e propri impazzimenti della glicemia: prima una ipoglicemia provocata, poi un lancio iperglicemico incontrollato. A me una volta è capitato, a seguito di un eccesso col vino, di passare da 40 Mg/dl a 545  mg/dl di glicemia e conseguente innalzamento dei copri chetonici nelle urine, nausea e senso di stordimento supplementare a seguito degli sbalzi zuccherini nel sangue. E col tabacco? Il fumo di sigaretta fa male a tutti: diabetici e no; nel diabetico, e lo sottoscrivo da ex tabagista, il vizio rende difficoltoso il buon compenso della glicemia e quindi della malattia, oltre a generare ulteriori altri problemi alla salute come ictus, infarto. Da quando ho smesso di fumare (4 anni) il diabete ed il suo buon compenso sono notevolmente migliorati, ed anche la mia condizione cardiovascolare, respiratoria ed olfattiva ne ha beneficiato.

Pag 10 of 17« Prima...89101112...Ultima »

Spot

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

  • Nessun evento

Sommario post

Categorie post

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons


2016 Image Banner 120 x 600