Annunci

potassio

Pag 1 of 212

Quanto il potassio è troppo?

Una collaborazione internazionale per indagare perché e come il potassio può aiutare a ridurre la pressione arteriosa verrà sperimentata presso il Princess Alexandra Hospital di Brisbane.

Il professore Michael Stowasser dell’Università del Queensland condurrà il processo per indagare perché la pressione sanguigna è così sensibile al potassio dietetico .

L’ ipertensione arteriosa, è il singolo più grande contributore di morte prematura e disabilità nel mondo.

“Il consumo elevato di sale è da lungo tempo considerato la causa primaria dell’ipertensione, ma prove crescenti indicano che il basso consumo di potassio ha un ruolo altrettanto importante da svolgere”, ha detto il professor Stowasser.

In questo studio, il professor Stowasser esaminerà il trasportatore di sodio “NCC” in tubuli renali, che una volta attivato estrae il sodio dall’urina e dal corpo.

Quando una persona consuma una dieta a basso contenuto di potassio, l’interruttore del potassio-renale attiva “l’NCC”, causando un eccesso di sodio nel corpo causando un aumento della pressione sanguigna.

Il professor Stowasser ha affermato che una sperimentazione clinica determinerebbe gli effetti di una dieta ricca di potassio, rispetto a una a basso contenuto di potassio per le persone con ipertensione.



Annunci

Verso la fine

intreccioLa vita prosegue con il suo ritmo, la mia continua a vedere il diabete per compensato anche se proprio venerdì scorso ho avuto una ipoglicemia (41 mg/dl) senza strascichi ulteriori sotto il profilo fisico e di equilibrio della patologia; con l’estate noto sempre un certo aumento degli episodi di abbassamento repentino dello zucchero nel sangue, e approfitto dell’occasione per togliermi qualche voglino alimentare (tipo un bel gelato al cioccolato). Nei giorni scorsi sono andato a ritirare l’ennesimo referto degli esami di laboratorio del sangue e delle urine, i dati che emergono sono: il potassio e tornato nei parametri di normalità (5.2) e questo probabilmente il risultato del cambio di terapia per l’ipertensione arteriosa dalle compresse di sartanico a quelle di calcio antagonista; naturalmente quando la coperta è corta mi copro da un lato e mi scopro dall’altro, infatti la creatinina che prima ai limiti della normalità (1.2) oggi è tornata a sforare i riferimenti (1.23) e in contesto l’incremento di proteine (albumina) 30 > e sedimento dei leucociti 35> nelle urine, probabilmente dovuto dall’insufficienza renale che risente di un trattamento terapeutico per l’ipertensione arteriosa non adeguato a farvi fronte. A questo punto non resta che sentire il responso del medico, ma di mio debbo mettere nero su bianco un certo disappunto: comincio a sentire come la terapia farmaceutica fin qui fatta per controllare la pressione arteriosa (in questi anni avrò cambiato più di venti farmaci) si riveli non solo come priva di efficacia, ma con un effetto placebo e che va ad alimentare le casse delle industrie farmaceutiche e dei medici specialisti. Spero di sbagliarmi…

Sempre meglio

goodIl cammino con il diabete procede sempre bene, anzi va ancora meglio: mi godo il momento. La settimana appena conclusa ha visto il compenso glicemico ancora ottimizzare la posizione: la media dei valori della glicemia e pari a 125 mg/dl rispetto alla precedente che era di 156 mg/dl. Un risultato da incorniciare che ripaga di quando la condizione era peggiore. Anche la pressione arteriosa grazie al caldo si è abbassata, il che per me vuol dire stare dentro una forbice di dati normali. Riepilogando e guardando avanti so che questa situazione non è per la mia natura stabile, e quindi mi aspetto sempre quella micro variazione che può alterare i valori della glicemia, questa è una consapevolezza che mi appartiene e quindi sono abbastanza distaccato circa l’impatto possibile sui prossimi accadimenti. Intanto sabato scorso sono andato a fare gli esami del sangue che, tra le altre cose, serviranno per vedere come ha agito la nuova terapia di contrasto dell’ipertensione arteriosa nel abbassare i valori di potassio presenti nell’ultimo referto degli esami di laboratorio. E sempre per lo stesso motivo oggi vado a far visita al mio medico. Come dire: prego attendere i risultati.

In questi giorni

equilibrio

In questi giorni oltre a tenere, come sempre, gestito il diabete, sono impegnato con il mio medico di base a rivedere il piano terapeutico per l’ipertensione arteriosa; nei giorni scorsi avevo sottolineato alcuni farmaci utili allo scopo possono determinare l’aumento del livello di potassio nel sangue. Nel mio caso l’iperkaliemia è stata determinata dall’impiego di farmaci “sartanici” e nella fattispecie: karvea e karvezide. La situazione richiede un cambio di direzione per evitare un peggioramento della situazione; in questa fase il pacchetto di medicine che sto testando per cercare di tenere a bada l’ipertensione arteriosa è composto da Zanedip in compresse da 20 mg, l’Esidrex 25 mg (mezza compressa del diuretico) e una compressa 1.25 mg di Cardicor. L’autocontrollo pressorio domestico vede dei valori medi della sistolica di 145 e 72 diastolica. L’obiettivo è di ridurre ancora i valori della massima, considerato che nel periodo invernale solitamente il quadro è destinato a peggiorare, ed all’opposto l’insieme va a migliorare d’estate. Ad essere sincero resto un po’ scettico nella prospettiva perché sono molti anni che vado avanti con questa storia (del controllo pressorio), e di rimpallo in rimpallo sto ancora qui a dimenarmi tra una pastiglia e l’altra.

Di più

Pasticche

Non c’è solo il diabete ad arricchire la mia vita, come ho già riportato altre volte nel mio bouquet di patologie è presente l’ipertensione arteriosa, diagnosticata nel 1997. Da allora ad oggi ho fatto un vero e proprio carosello di farmaci per cercare di mantenere il livello della pressione sistolica entro ambiti normali. Ma in questi 12 anni gli sforzi non sono stati ancora coronati da successo, e dopo avere consultato diversi specialisti questa settimana il medico di base mi ha cambiato la terapia, perché la precedente a base di farmaco sartanico (prescritta dal nefrologo) sarebbe causa dei mie elevati livelli di potassio nel sangue (secondo il reumatologo). Riepilogando: in questi giorni sto prendendo un calcio – antagonista assieme ad un diuretico e poi a fine settimana torno dal mio medico di base per valutare la bontà o meno del percorso farmacologico. L’ipertensione arteriosa, al di là del diabete, è un problema di famiglia che non devo sottovalutare sia per la condizione diabetica che per la salute della retina e dei miei reni; quindi col passare degli anni debbo cercare di mantenere una posizione di equilibrio anche in questo ramo. Il lato da considerare, in tale contesto, riguarda la pluralità di farmaci da gestire, a volte capita di perderne qualcuno per strada: sarebbe bello per il futuro poter ridurre o poter semplificare la stratigrafia farmacologica con tecniche e strumenti d’aiuto alle persone nel saper gestire la cura della propria malattia.

Pag 1 of 212

Spot

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

  • Nessun evento

Sommario post

Categorie post

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons


2016 Image Banner 120 x 600