Pubblicato su Cell Report: una analisi che descrive il legame genetico tra la funzione beta e il diabete di tipo 2

L’American Diabetes Association  (ADA) ha recentemente intrapreso un’iniziativa di ricerca collaborativa autorizzata dal programma ADA Pathway to Stop Diabetes. Riunendo le diverse aree di competenza, la loro collaborazione ha portato al rapporto di oggi che stabilisce nuovi dettagli sulle firme genetiche delle cellule che producono e rilasciano cellule di insulina, beta […]

Le visite video virtuali possono migliorare il comfort del paziente senza sacrificare la qualità delle cure

Un team di ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH) riporta nell’American Journal of Managed Care che le videochiamate virtuali, una delle forme di visita in telehealth utilizzate in ospedale, possono sostituire con successo le visite ambulatoriali per molti pazienti senza compromettere la qualità dell’assistenza e della comunicazione. Le visite video virtuali […]

Trapianti: le cellule T ingegnerizzate promuovono l’accettazione a lungo termine del trapianto di organi

Il rigetto del trapianto di organi è un grave problema nella medicina dei trapianti. Sopprimere il sistema immunitario per prevenire il rigetto degli organi, tuttavia, apre la porta a infezioni potenzialmente letali. I ricercatori del Biozentrum dell’Università di Basilea hanno ora scoperto un approccio molecolare che previene il rigetto del […]

UE e Canada erogano 8,4 milioni di euro nel progetto iReceptor Plus per facilitare la condivisione dei dati nella genomica e salute

Il nuovo progetto internazionale guidato dalla Bar-Ilan University mira a promuovere la conservazione dei dati immunologici umani, l’integrazione e la condivisione controllata per consentire la medicina personalizzata. L’Unione europea (UE) e il governo canadese hanno assegnato 8,4 milioni di euro al consorzio internazionale iReceptor Plus , che è composto da oltre 20 […]

Il diabete tipo 2 ad esordio giovanile legato a un più alto rischio di ospedalizzazione per malattia mentale prima dei 40 anni

Il diabete a insorgenza giovanile, che è definito come un esordio prima dei 40 anni, è associato a un rischio maggiore di ospedalizzazione per malattia mentale rispetto a quelli che sviluppano il diabete più tardi nella vita. Quelli con diabete ad esordio giovanile hanno anche dovuto affrontare un […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: