Annunci
Pag 30 of 886« Prima...1020...2829303132...405060...Ultima »

Spaghetti alla carrettiera

Spaghetti alla carrettiera
Print
Tipo ricetta: Primi asciutti
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
Gli spaghetti alla carrettiera, tipica ricetta della Sicilia orientale e dell'area della Valle del platani, sono degli spaghetti conditi con olio, aglio crudo, pepe e pecorino grattugiato. Nella versione dei paesini di collina situati a ridosso della Valle del Platani la ricetta prevede l'aggiunta di pomodoro pelato. È così chiamata perché un tempo i carrettieri - i quali si trasferivano da un paese all´altro ed il viaggio durava diversi giorni - non volendosi privare di un piatto di pasta, si portavano al seguito pochi ingredienti dalla facile conservabilità e trasportabilità. Appartiene al novero delle paste servite con un condimento ricco. In alcune versioni sono presenti anche funghi porcini.
Ingredienti
  • pasta semola "spaghetti" (320 g)
  • pancetta fresca (50 g)
  • salsiccia fresca (60 g)
  • peperoni (300 g)
  • cipolla (70 g)
  • pomodori pelati (200 g)
  • vino bianco secco (n. 2 cucchiai)
  • grana grattugiato (n. 2 cucchiai)
  • olio di oliva (n. 2 cucchiai)
  • sale fino (n. 1 pizzico)
  • sale grosso (30 g)
  • pepe nero (q.b.)
Preparazione
  1. - Cuocere la pasta
  2. - Affettare la cipolla
  3. - Tagliare a dadini la pancetta
  4. - Tagliare a listelli i peperoni
  5. - Eliminare la pelle dalla salsiccia
  6. - Versare l´olio in una casseruola e rosolarvi la cipolla
  7. - Unire la pancetta e la salsiccia, farle dorare per 5 minuti
  8. - Scolare i pomodori dal loro liquido
  9. - Aggiungere i peperoni ed i pomodori
  10. - Salare e cuocere a fuoco medio per 20 minuti
  11. - Scolare gli spaghetti (cotti al dente)
  12. - Versarli in una zuppiera e condirli con il sugo, il grana grattugiato e pepe nero macinato al momento
Dose per persone: 85 grammi Calorie: 543 Grassi: 22,7 Carboidrati: 71,7 Proteine: 16

Annunci

MiniMed 670g ibrido da brivido, con sistema d’infusione insulina di Medtronic ora disponibile negli Stati Uniti

Come scritto ieri in questo blog e per primi in Italia, la Medtronic , ha ricevuto l’approvazione della FDA lo scorso anno, e sta introducendo il suo ibrido MiniMed 670g sistema a circuito chiuso per la somministrazione di insulina nel mercato statunitense. E’ primo sistema del genere a diventare disponibile, il MiniMed 670g utilizza l’algoritmo SmartGuard HCL di Medtronic che deduce quando e quanta insulina va infusa, ma permette ai pazienti stessi di apportare modifiche in caso di necessità.

L’impostazione più automatizzata del sistema gestisce la somministrazione di insulina tranne i boli ai pasti basati sul conteggio dei carboidrati, la conferma di tutte le modifiche del bolo, e periodicamente calibra il sensore con un convenzionale glucometro tramite puntura del dito, il Contour Advance link 2.4 da Ascensia Diabetes Care che viene dato con il sistema.

Il sensore The Guardian 3 all’interno del pacchetto misura i livelli di glucosio ogni cinque minuti è può essere portato in modo continuo per un massimo di una settimana, anche durante la doccia e le altre attività. Ha una caratteristica di auto-controllo che aiuta automaticamente a mantenere il sensore preciso misura per misura, contribuendo a garantire letture di qualità e la somministrazione di insulina quindi corretta.

In Europa e Italia la sua distribuzione è prevista tra ottobre e gennaio prossimi.



Rischio di cancro al seno ridotto nelle donne con diabete che assumono basse dosi di aspirina

Un nuovo studio fatto su 149.000 donne con diabete per oltre 14 anni ha mostrato un ridotto rischio di cancro al seno globale del 18% per le donne che hanno utilizzato a basse dosi di aspirina rispetto a quelli che non l’avevano fatto. Il risultati dello studio sono stati pubblicati in un articolo del Journal of Woman Health, una pubblicazione peer-reviewed da Mary Ann Liebert, Inc., editori . L’articolo è disponibile gratuitamente sul Journal of Woman Health fino al 8 luglio 2017.

Nell’articolo intitolato “Basse dosi di aspirina riducono il rischio di cancro al seno in donne con diabete: Uno studio nazionale retrospettivo di coorte a Taiwan,” Yi-Sun Yang, MD, PhD, Chien-Ning Huang, MD, PhD, e coautori del Chung Shan Medical University Hospital e Hung Kuang University, Taichung, Taiwan, evidenziano l’uso di aspirina a basso dosaggio definito con l’assunzione di 75-165 mg al giorno. I ricercatori hanno riferito che un alto dose cumulativo di aspirina nel corso del periodo di studio di 14 anni ha ridotto il rischio di cancro al seno del 47%, mentre bassr e medie dosi cumulative non lo hanno ridotto.

“Le donne con diabete di tipo 2 hanno un aumentato rischio di cancro al seno, e questi risultati suggeriscono come la stessa aspirina a basso dosaggio che molte di queste donne prendono per prevenire le malattie cardiovascolari può anche contribuire a ridurre il rischio di cancro al seno”, dice Susan G. Kornstein, MD, Editor-in-Chief del Journal of Woman Health, direttore esecutivo della Virginia Commonwealth University Institute for Woman Health, Richmond, VA, e  presidente della Woman Health Academy.



Ascensia Diabetes Care annuncia alleanza strategica con Insulet Corporation per collegare CONTOUR®NEXT ONE BGMS al OmniPod Dash ™ PD

Ascensia Diabetes Care ha annunciato oggi di aver stipulato un’alleanza strategica e firmato un accordo di sviluppo, con Insulet Corporation (NASDAQ: PODD), leader nel settore della pompa di insulina senza cannula noto come OmniPod ® . Secondo i termini di questo accordo, il glucometro Ascensia CONTOUR ® si connetterà al OmniPod System (Sistema OmniPod Dash ™) di prossima generazione di Insulet, che è attualmente in fase di sviluppo. Tale soluzione fornirà alle persone che vivono con il diabete un innovativo sistema di somministrazione continua di insulina per gestire il proprio diabete, alimentato da letture di glucosio nel sangue notevolmente accurate.
Il CONTOUR ®  si potrà accoppiare, via Bluetooth Low Energy (BLE), con il Dash OmniPod ™ Personal Diabetes Manager (OmniPod Dash ™ PDM) per trasmettere automaticamente le letture di glucosio nel sangue di una persona direttamente nel sistema. Queste letture saranno utilizzati dal Dash ™ PDM OmniPod per calcolare il dosaggio di insulina e sostenere la consegna altamente accurata del farmaco per le persone che vivono con il diabete. 
“Siamo lieti di entrare in questo accordo che mette insieme le tecnologie innovative di entrambe le aziende”, ha detto Michael Kloss , CEO, Ascensia Diabetes Care. “L’integrazione del nostro sistema BGM con il microinfusore senza cannula di Insulet ha un potenziale significativo per aiutare le persone a prendere il controllo delle loro vite e diabete. Siamo lieti che il nostro sistema ad alta precisione è stata scelto per fornire i dati critici della glicemia che verranno utilizzati dal Dash OmniPod ™ PDM per calcolare il dosaggio d’insulina per i pazienti “.
“Siamo entusiasti di collaborare con Ascensia come parte dei nostri sforzi di sviluppo sulla piattaforma Dash OmniPod di prossima generazione, che permetteranno a Insulet di mantenere il proprio vantaggio competitivo con prodotti veramente innovativi e differenziati”, ha detto Shacey Petrovic , Presidente e Chief Operating Officer.
Michael ha aggiunto, “Questa alleanza è il prossimo passo nel nostro obiettivo di fornire soluzioni integrate per le persone che vivono con il diabete. Noi crediamo che la gestione integrata del diabete è il futuro e sono felice di lavorare con partner che ci aiuteranno a raggiungere questo obiettivo insieme. Uno aspetto di questo è la terapia con microinfusore, dove ci siamo affermati come il partner di riferimento per il monitoraggio della glicemia nel settore della pompa (vedi Medtronic). Siamo entusiasti che Insulet riconosca il valore della CONTOUR ®”.



Scritturiamo la vita

Passiamo i nostri giorni credendo a volte che ciò che ci succede possa essere frutto del caos o di un disegno superiore, come se le nostre azioni non fossero frutto della nostra libertà di scegliere. Questo concetto semplice permette a molte coscienze di sollevarsi dalle colpe quotidiane e dalle cattive azioni: “la vita è ingiusta e io come posso non esserlo?”.

Bene, io non credo sia così. Tolto il resto, fatto da osservatori o al massimo “influenzatori”, sono fermamente convinto che nelle nostre vite siano solo due gli agenti: noi e la morte. Sulla seconda c’è ben poco da dire visto che oltre a non conoscerla non la possiamo prevedere.

La possiamo e la dobbiamo trattare come una nostra pari (una “sorella”, come nel Cantico delle Creature di San Francesco), senza una connotazione negativa e senza inutili fatalismi. In sostanza obbliga le cose ad andare avanti senza se e senza ma, obbliga a muoversi anche quelle pedine che se no rimarrebbero ferme e mescola le carte di un mazzo che altrimenti rischierebbe di essere noiosamente prevedibile.

E al primo posto ci siamo noi. Inutile cercare cause allo scarso successo, alle continue incomprensioni o accampare scuse al fatto che niente migliora: prima dobbiamo guardarci allo specchio e lì troviamo la causa di tutto.

Se non capiamo che noi siamo il motore del nostro cambiamento e gli artefici del nostro successo non possiamo recriminare alla vita di non darci le occasioni, a Dio di non “aiutarci” e alla sorte di non tirarci addosso felicità e successo.

Quando le cose sembrano andare solo male e la nostra vita sembra chiudersi verso un vicolo cieco, dobbiamo aprire gli occhi davanti al fatto che la forza del cambiamento è in noi e che noi siamo i più grandi agenti delle nostre vite.

E fin qui ci siamo. Poi con il diabete vanno fatte un paio di integrazioni: in primo luogo sappiamo e lo impariamo in seguito che dobbiamo fare da soli nel capire come gestire la malattia, una condizione complessa e contradditoria, frustrante per non pochi di noi diabetici.

In secondo luogo è necessario dare gli strumenti al diabetico di qualsiasi età per imparare a gestire la complessità e il principale è rappresentato dall’educazione terapeutica in tutte le sue forme e dimensioni. Senza educazione potrai dargli tutte le meglio tecnologie biomedicali disponibili (sensori, microinfusore), ma a nulla serve poiché il rischio di avere danni e problemi è maggiore del beneficio.

Come la scuola l’educazione terapeutica va vista per gradi e in specie sulla base delle condizioni dei singoli diabetici: non tutti ci arrivano e proprio a tale ragione serve quanto mai una modulazione dei percorsi ragionata in base alle esigenze (sempre facendo riferimento alla fascia adulta della popolazione diabetica).



Pag 30 of 886« Prima...1020...2829303132...405060...Ultima »

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

Sommario post

Categorie post

Commenti recenti

IMD è mobile

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Google+





Visualizza il profilo LinkedIn di Roberto Lambertini Visualizza il profilo di Roberto Lambertini

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600