Vista e dintorni

Monitoraggio del glaucoma a casa

Immagine del sistema di monitoraggio del glaucoma Eyecatcher, sviluppato presso City, University of London.

Lo studio suggerisce che in futuro i test oculari del glaucoma potrebbero essere eseguiti a casa

Il glaucoma è una condizione cronica che colpisce le cellule nella parte posteriore dell’occhio. È la principale causa di cecità irreversibile in tutto il mondo ed è responsabile di 1 caso su 10 di gravi danni alla vista nel Regno Unito.

Le persone con glaucoma, oa rischio di sviluppare glaucoma, richiedono un monitoraggio permanente, inclusi esami oculistici regolari per monitorare la progressione della malattia. Attualmente, questi esami richiedono visite ospedaliere regolari (p. Es., Due volte all’anno, a vita) e utilizzano attrezzature specialistiche costose.

Le popolazioni che invecchiano rendono insostenibile questo modello solo ospedaliero di gestione del paziente e molte cliniche sono già sovraccariche, con appuntamenti regolarmente ritardati o annullati. Nel Regno Unito oggi, circa 20 persone al mese diventano cieche a causa di questo arretrato di nomine.

Questa situazione è stata aggravata dalla pandemia COVID-19, poiché l’incapacità di disinfettare le apparecchiature tra un uso e l’altro ha portato alla sospensione di tutte le valutazioni visive di routine nel Regno Unito. Gli effetti a lungo termine di ciò sono sconosciuti, ma gli esperti suggeriscono che ulteriori aumenti dei ritardi negli appuntamenti e della cecità evitabile sembrano inevitabili.

Il dottor Peter Campbell (a sinistra) con il partecipante allo studio, Graham Maynard (al centro), con in mano il sistema di monitoraggio del glaucoma EyeCatcher, e il dottor Lee Jones (a destra) presso la clinica City Sight.

Anche se le valutazioni di routine vengono riprese completamente, si ritiene inoltre che l’attuale sistema di visite ospedaliere annuali sia insufficiente per monitorare le forme più aggressive di glaucoma. Diversi studi hanno già suggerito che test oculari più frequenti (p. Es., Mensilmente) per il glaucoma potrebbero migliorare sostanzialmente i risultati clinici: consentendo ai pazienti ad alto rischio di essere trattati prima e in modo più appropriato.

Un nuovo studio della City, dell’Università di Londra, aggiunge un insieme di prove che suggeriscono che la soluzione a tutti questi problemi potrebbe risiedere nel monitoraggio domestico.

La ricerca ha coinvolto 20 pazienti affetti da glaucoma NHS provenienti da tutta l’Inghilterra e il Galles a cui è stato fornito un prototipo di test oculare basato su tablet (“Eyecatcher”) per sei mesi. Utilizzando il dispositivo, è stato chiesto loro di eseguire da soli il test dell’occhio del glaucoma a casa, testando ciascuno dei loro occhi una volta al mese.

Analogamente ai test oculari convenzionali per il glaucoma, i pazienti hanno guardato una croce centrale presentata sul dispositivo e hanno premuto un pulsante quando hanno visto un lampo di luce, che è apparso in punti diversi ed era di intensità variabile. Anche la fotocamera frontale del computer li ha registrati durante il test e l’intelligenza artificiale (AI) è stata utilizzata per eseguire il riconoscimento facciale e il tracciamento della testa / degli occhi, per garantire che le persone eseguissero correttamente il test.

L’accuratezza è stata valutata confrontando le misurazioni effettuate a casa con le valutazioni convenzionali del “gold standard” eseguite in clinica sia all’inizio che alla fine dello studio. L’aderenza è stata quantificata come percentuale di test completati.

Lo studio ha rilevato che il 98% dei test domiciliari sono stati completati con successo (alta aderenza) e che i dati dei test di monitoraggio domiciliare erano in forte accordo con le valutazioni cliniche gold standard (alta precisione).

È stato inoltre dimostrato che l’uso dei dati di monitoraggio domiciliare riduce l’errore di misurazione se combinato con i dati clinici attuali (di oltre il 50% nel 90% degli occhi). Ciò potrebbe potenzialmente consentire di rilevare i casi di rapida perdita della vista mesi o addirittura anni prima.

Questo è il primo studio al mondo che suggerisce che i test oculari del glaucoma possono essere eseguiti accuratamente a casa dai pazienti stessi.

Studi futuri esamineranno se il monitoraggio domiciliare è sostenibile per periodi più lunghi ed è in grado di rilevare casi di glaucoma in rapida progressione.

Gli autori dello studio stanno anche preparando uno studio di follow-up che presenterà i punti di vista e le opinioni delle persone con glaucoma, riguardo al monitoraggio domiciliare.

Il dottor Pete Jones , primo autore dello studio e docente presso la Divisione di Optometria e Scienze Visive, City, Università di Londra ha dichiarato:

“Questa è una notizia tremendamente entusiasmante. Un monitoraggio domiciliare efficace sarebbe vantaggioso per tutti i pazienti, i medici e i contribuenti, e sembra che la tecnologia finalmente esista per renderlo una realtà. Questa notizia è particolarmente opportuna, poiché il monitoraggio domiciliare è solo uno dei modi in cui possiamo contribuire a rendere il NHS più resiliente e sostenibile, dopo il COVID “.

###

Lo studio è stato finanziato da Glaucoma UK, College of Optometrists e Fight for Sight UK ed è pubblicato sull’American Journal of Ophthalmology .

Il codice sorgente di Eyecatcher è disponibile gratuitamente online .

Categorie:Vista e dintorni

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.