Assistenza sociosanitaria

Turismo sanitario: La Cleveland Clinic svela le 10 migliori innovazioni mediche per il 2022

Adv

I migliori clinici e ricercatori presentano i progressi della medicina con il potere di trasformare l’assistenza sanitaria entro quest’anno

16 febbraio 2022, Cleveland: vaccini mRNA di nuova generazione. Un nuovo approccio mirato al PSMA per il cancro alla prostata. Un nuovo trattamento per ridurre il colesterolo LDL. Queste sono alcune delle innovazioni che ottimizzeranno e cambieranno l’assistenza sanitaria nel prossimo anno, secondo un gruppo di esperti di medici e ricercatori.

Adv

La Cleveland Clinic ha annunciato le 10 migliori innovazioni mediche per il 2022 . L’elenco delle tecnologie rivoluzionarie è stato selezionato da un comitato di esperti in materia della Cleveland Clinic, guidato da D. Geoffrey Vince, Ph.D. , direttore esecutivo di Innovations e presidente di ingegneria biomedica presso la Cleveland Clinic.

“Alla Cleveland Clinic, una passione condivisa per la fornitura di cure superiori e una cultura incorporata dell’innovazione promuovono il dialogo continuo sul miglioramento dell’assistenza sanitaria tra i nostri medici e ricercatori”, ha affermato il dottor Vince. “In quanto tali, i nostri esperti hanno sempre il polso del polso delle nuove tecnologie destinate a cambiare il volto dell’assistenza sanitaria. Il programma Top 10 Medical Innovations è stato lanciato per condividere le loro conoscenze con la più ampia comunità sanitaria e, anno dopo anno, i nostri professionisti continuano a prevedere con successo i progressi di dispositivi, tecnologie, temi e terapie”.

Ecco, in ordine di importanza anticipata, le 10 migliori innovazioni mediche per il 2022:

  1. Prossima generazione di vaccinazione mRNA

I progressi nella generazione, purificazione e consegna cellulare di RNA hanno consentito lo sviluppo di vaccini mRNA in un’ampia gamma di applicazioni, come il cancro e l’infezione da virus Zika. La tecnologia è economica, relativamente semplice da produrre e provoca l’immunità in un modo nuovo. Inoltre, l’emergere della pandemia di COVID-19 ha dimostrato che il mondo aveva bisogno di un rapido sviluppo di un vaccino che fosse dispiegabile in tutto il mondo. A causa della ricerca precedente che ha gettato le basi per questa tecnologia, in meno di un anno è stato sviluppato, prodotto, approvato e distribuito un efficace vaccino contro il COVID-19. Questa tecnologia rivoluzionaria ha il potenziale per essere utilizzata per gestire alcune delle malattie più difficili dell’assistenza sanitaria in modo rapido ed efficiente.

  1. Terapia mirata al PSMA nel cancro alla prostata
    Ogni anno, più di 200.000 uomini americani ricevono una diagnosi di cancro alla prostata, il che lo rende il cancro più comunemente diagnosticato tra gli uomini negli Stati Uniti. L’imaging accurato è fondamentale per la localizzazione del tumore, la stadiazione della malattia e il rilevamento delle recidive. Il PSMA, un antigene che si trova ad alti livelli sulla superficie delle cellule del cancro alla prostata, è un potenziale biomarcatore per la malattia. Le scansioni PET PMSA utilizzano un tracciante radioattivo per attaccarsi alle proteine ????PSMA, che vengono quindi combinate con scansioni TC o MRI per visualizzare la posizione delle cellule tumorali della prostata. Nel 2020, questa tecnologia ha ricevuto l’approvazione della FDA sulla base di studi clinici di fase III, che hanno mostrato un’accuratezza sostanzialmente maggiore per rilevare le metastasi del cancro alla prostata rispetto all’imaging convenzionale con scansioni ossee e TC. Se rilevato in anticipo dalle scansioni PET PSMA,
  1. Nuovo Trattamento per la Riduzione delle LDL

È noto che alti livelli di colesterolo nel sangue, in particolare le lipoproteine ????a bassa densità (LDL-C), contribuiscono in modo significativo alle malattie cardiovascolari. Nel 2019, la FDA ha esaminato la domanda di inclisiran nel trattamento dell’iperlipidemia primaria negli adulti con livelli di C-LDL elevati durante la terapia con statine alla dose massima tollerata. Inclisiran è un piccolo RNA interferente iniettabile che prende di mira la proteina PCSK9. A differenza delle statine, richiede un dosaggio raro (due volte all’anno) e fornisce una riduzione efficace e prolungata del C-LDL insieme alle statine. Il suo effetto prolungato può aiutare ad alleviare il mancato rispetto dei farmaci, una delle principali cause di mancato abbassamento dei livelli di colesterolo. Inclisiran è stato approvato dalla FDA nel dicembre 2021 ed è ampiamente considerato un punto di svolta per i pazienti con malattie cardiache.

  1. Nuovo farmaco per il trattamento del diabete di tipo 2
    Negli Stati Uniti, 1 persona su 10 ha il diabete, che influisce sul modo in cui il corpo trasforma il cibo in energia. Una potenziale terapia è un polipeptide insulinotropico (GIP) doppio glucosio-dipendente iniettabile una volta alla settimana e un agonista del recettore del peptide simile al glucagone (GLP-1) che mira a controllare la glicemia. Iniettati sotto la pelle, i recettori GLP-1 e GIP fanno sì che il pancreas rilasci insulina e blocchi l’ormone glucagone, limitando i picchi di zucchero nel sangue dopo un pasto. Inoltre, rallenta la digestione, con il risultato che gli individui rimangono sazi più a lungo e mangiano di meno. Finora, gli studi clinici di fase III in ritardo hanno rivelato che il trattamento riduce significativamente l’emoglobina A1C nel diabete di tipo 2 e supporta la perdita di peso, rendendolo potenzialmente la terapia più efficace per il diabete e l’obesità mai sviluppata.
  1. Trattamento rivoluzionario per la depressione postpartum

Gli esperti ritengono che il tasso di depressione postpartum potrebbe essere almeno il doppio di quello che rivelano le statistiche attuali perché molti casi non vengono diagnosticati. Attualmente, la consulenza e i farmaci antidepressivi sono i trattamenti primari, ma alcune donne non rispondono a queste terapie. Nel 2019, la FDA ha approvato un trattamento per infusione endovenosa progettato per il trattamento specifico della depressione postpartum. Questa nuova terapia, somministrata 24 ore su 24 per 60 ore, utilizza un neurosteroide per controllare la risposta del cervello allo stress.

Questo progetto di trattamento è rivoluzionario in quanto prende di mira la segnalazione ritenuta carente nella depressione postpartum sensibile agli ormoni. Inoltre, questo trattamento sembra mostrare benefici molto rapidamente, mentre gli antidepressivi tradizionali impiegano in genere da due a quattro settimane per avere un effetto significativo. Questa opzione di trattamento rapido sarebbe una svolta per le donne con questa condizione spesso trascurata.
 

  1. Farmaco mirato per la cardiomiopatia ipertrofica
    Per decenni, i medici sono stati in grado di trattare i sintomi della cardiomiopatia ipertrofica (HCM) dei pazienti, utilizzando farmaci sviluppati per trattare altre condizioni cardiache, con un’efficacia limitata. Attualmente, vengono prescritti farmaci non specifici per trattare alcuni dei sintomi che HCM condivide con altre malattie cardiovascolari. Queste terapie includono beta-bloccanti, farmaci antiaritmici, calcio-antagonisti e anticoagulanti. Un nuovo trattamento, tuttavia, funziona per ridurre la causa principale del problema in molti pazienti. Un farmaco di prima classe prende di mira specificamente il muscolo cardiaco per ridurre le contrazioni anormali causate da varianti genetiche che mettono il cuore in overdrive. Agendo specificamente su questo meccanismo nei pazienti con HCM, questo nuovo trattamento non solo migliora i sintomi e la qualità della vita, ma potrebbe potenzialmente rallentare la progressione della malattia. La FDA ha assegnato una data di azione target per questa terapia del 28 aprile 2022. Se approvato, questo sarebbe il primo farmaco esplicitamente dedicato al trattamento dell’HCM e a fornire nuove speranze a pazienti e medici.
  2. Alternative non ormonali per la menopausa

Più del 50% di tutte le donne in menopausa sperimenta vampate di calore, che possono persistere per una media di sette anni. Sebbene efficace e sicura se utilizzata in modo appropriato, la terapia ormonale comporta alcuni rischi e non tutti i pazienti sono candidati appropriati o pronti a provare questa opzione di trattamento. Fortunatamente, un nuovo gruppo di farmaci non ormonali, chiamati antagonisti NK3R, è emerso come una valida alternativa alla terapia ormonale. Questi farmaci interrompono un percorso di segnalazione nel cervello che è stato collegato allo sviluppo di vampate di calore e hanno mostrato risultati promettenti negli studi clinici per alleviare le vampate di calore della menopausa da moderate a gravi con la stessa efficacia degli ormoni. Sebbene siano necessari ulteriori studi per comprendere appieno l’efficacia e la sicurezza di questi nuovi farmaci,

  1. Impiantabile per una grave paralisi

Circa un americano su 50, o 5,4 milioni di persone, ha una qualche forma di paralisi. La maggior parte dei pazienti sperimenta un calo significativo della propria salute generale. Recentemente, un team ha offerto una nuova speranza a questi pazienti sfruttando la tecnologia di interfaccia cervello-computer impiantata per recuperare il controllo motorio perso e consentire ai pazienti di controllare i dispositivi digitali. La tecnologia utilizza elettrodi impiantati per raccogliere segnali di movimento dal cervello e decodificarli in comandi di movimento. È stato dimostrato che ripristina gli impulsi motori volontari in pazienti con grave paralisi dovuta a disfunzione cerebrale, del midollo spinale, dei nervi periferici o dei muscoli. Mentre la tecnologia dell’interfaccia è agli albori, la FDA ha designato l’impiantabile un “dispositivo rivoluzionario”, rafforzando la necessità di spostare questa tecnologia al letto dei pazienti che ne hanno più bisogno.
 

  1. AI per la diagnosi precoce della sepsi

La sepsi è una grave risposta infiammatoria all’infezione e una delle principali cause di ospedalizzazione e morte in tutto il mondo. Poiché lo shock settico ha un tasso di mortalità molto alto, la diagnosi precoce della sepsi è fondamentale. La diagnosi può essere complicata perché i primi sintomi sono comuni in altre condizioni e l’attuale standard per la diagnosi non è specifico. L’intelligenza artificiale (AI) è emersa come un nuovo strumento che può aiutare a rilevare rapidamente la sepsi. Utilizzando algoritmi di intelligenza artificiale, lo strumento rileva diversi fattori di rischio chiave in tempo reale monitorando le cartelle cliniche elettroniche dei pazienti mentre i medici immettono informazioni. Segnalare i pazienti ad alto rischio può aiutare a facilitare l’intervento precoce, che può migliorare i risultati, ridurre i costi sanitari e salvare vite umane.
 

  1. Analisi predittiva e ipertensione

Spesso indicato come il “killer silenzioso”, l’ipertensione o la pressione alta, di solito non mostra sintomi mentre aumenta il rischio di gravi problemi di salute, tra cui malattie cardiache, insufficienza cardiaca e ictus. Esistono opzioni di trattamento efficaci; tuttavia, molti adulti rimangono inconsapevoli di avere l’ipertensione fino a quando non sperimentano una grave crisi di salute. Utilizzando l’apprendimento automatico, un tipo di intelligenza artificiale, i medici sono in grado di selezionare meglio farmaci, combinazioni di farmaci e dosaggi più efficaci per migliorare il controllo dell’ipertensione. L’IA consentirà inoltre ai medici di prevedere le morbilità cardiovascolari e di concentrarsi sugli interventi prima che si verifichino. L’analisi predittiva fornisce ai fornitori la chiave che potrebbe aprire la porta alla prevenzione dell’ipertensione e di molte altre malattie.

Per ulteriori informazioni sull’elenco annuale delle 10 migliori innovazioni mediche, inclusi descrizioni, video e confronti anno per anno, visitare: https://innovations.clevelandclinic.org/Programs/Top-10-Medical-Innovations .

Sala ambulatori della Cleveland Clinic, struttura sanitaria di primaria eccellenza.