Ricerca

I segreti della milza e il diabete di tipo 1

La ricerca sulle cellule della milza può produrre una potenziale cura per il diabete di tipo 1?

Le cellule della milza possono svilupparsi in cellule delle isole pancreatiche produttrici di insulina negli animali adulti, una scoperta rivoluzionaria che potrebbe produrre una potenziale cura per il diabete di tipo 1. Pubblicata nel numero del 14 novembre di Science, la scoperta deriva da uno studio condotto da Denise Faustman, MD, Ph.D., direttrice del laboratorio di immunobiologia del Massachusetts General Hospital (MGH) e presidente della Society for Women’s Health Research (SWHR) Consiglio di Amministrazione.

La scoperta si basa su uno studio del 2001 condotto da Faustman e da un team di ricercatori MGH in cui è stato scoperto un trattamento che cura il diabete di tipo 1 avanzato nei topi. Nello scoprire il meccanismo biologico alla base di tale risultato, i ricercatori hanno anche aperto un potenziale nuovo approccio per sostituire organi e tessuti malati utilizzando cellule precursori adulte.

“Abbiamo scoperto che è possibile far ricrescere rapidamente un organello adulto senza l’uso di cellule staminali embrionali”, ha affermato Faustman, il ricercatore principale dello studio. “Ottenendo una rigenerazione efficace, robusta e duratura delle isole, questa scoperta apre un approccio completamente nuovo al trattamento del diabete”.

Il diabete di tipo 1 si sviluppa quando le cellule immunitarie del corpo attaccano erroneamente le cellule delle isole del pancreas che producono insulina. Quando le cellule insulari muoiono, la produzione di insulina cessa e i livelli di zucchero nel sangue aumentano, danneggiando gli organi in tutto il corpo. Nel loro studio precedente, il team di Faustman ha attaccato direttamente questo processo riaddestrando il sistema immunitario a non attaccare le cellule insulari.

I ricercatori si aspettavano di seguire quel processo, che ha eliminato la base autoimmune del diabete degli animali, con trapianti di cellule di isole donatrici. Tuttavia, sono stati sorpresi di scoprire che la maggior parte dei topi non aveva bisogno del trapianto: i loro corpi producevano normali cellule insulari che secernevano insulina.

“La domanda senza risposta di quello studio era se questo fosse un esempio di salvataggio di alcune cellule insulari rimanenti nei topi diabetici o di rigenerazione delle isole che secernono insulina da un’altra fonte”, ha detto Faustman, professore associato di medicina presso la Harvard Medical School. . “Abbiamo scoperto che si stava verificando la rigenerazione delle isole e che le cellule stavano crescendo sia dalle cellule del ricevente che dalle cellule del donatore”.


La Society for Women’s Health Research è l’unica organizzazione senza scopo di lucro della nazione la cui missione è migliorare la salute delle donne attraverso la ricerca, l’istruzione e la difesa. Fondata nel 1990, la Società ha portato all’attenzione nazionale la necessità di un’adeguata inclusione delle donne nei principali studi di ricerca medica e la necessità di maggiori informazioni sulle condizioni che colpiscono le donne in modo sproporzionato, predominante o diverso rispetto agli uomini. La Società sostiene un aumento dei finanziamenti per la ricerca sulla salute delle donne; incoraggia lo studio delle differenze di sesso che possono incidere sulla prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle malattie; promuove l’inclusione delle donne negli studi di ricerca medica; e informa i fornitori di donne, i responsabili politici e i media sui problemi di salute delle donne contemporanee. Visita il sito Web della Società all’indirizzohttp://www.womens-health.org per ulteriori informazioni.

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: