Ricerca

Il campionamento del cerume potrebbe misurare l’ormone dello stress e….

Un nuovo metodo per campionare il cerume potrebbe essere un modo economico ed efficace per misurare l’ormone cortisolo, secondo uno studio condotto da ricercatori dell’UCL e del King’s College di Londra.

I risultati, pubblicati sulla rivista accademica Heliyon, potrebbero indicare nuovi modi per monitorare la depressione e le condizioni legate allo stress.

Il nuovo dispositivo può essere utilizzato a casa senza supervisione clinica, facilitando i controlli medici mantenendo il distacco sociale dovuto al COVID-19 e potrebbe anche avere il potenziale per misurare il glucosio o gli anticorpi COVID-19 che si accumulano nel cerume .

Il ricercatore capo Dr. Andres Herane-Vives (UCL Institute of Cognitive Neuroscience and Institute of Psychiatry, Psychology & Neuroscience, King’s College London) ha dichiarato: “Il campionamento del cortisolo è notoriamente difficile, poiché i livelli dell’ormone possono variare, quindi un campione potrebbe non essere un riflesso accurato dei livelli cronici di cortisolo di una persona Inoltre, i metodi di campionamento stessi possono indurre stress e influenzare i risultati.

“Ma i livelli di cortisolo nel cerume sembrano essere più stabili e con il nostro nuovo dispositivo, è facile prelevare un campione e farlo testare in modo rapido, economico ed efficace”.

Il cortisolo è stato considerato come un possibile biomarcatore, o misura biologica oggettiva, per la depressione, ma i ricercatori sono stati ostacolati dalle difficoltà nella misurazione accurata dei livelli di cortisolo. La tecnica più comune è con i campioni di capelli, ma sono più soggetti a fluttuazioni a breve termine del cortisolo e non tutti hanno abbastanza capelli per un campione affidabile.

È anche più dispendioso in termini di tempo e costoso analizzare i campioni di capelli rispetto al cerume, ma fino ad ora non esisteva un metodo affidabile e non stressante per campionare il cerume.

Per sviluppare il nuovo dispositivo, il Dr. Herane-Vives si è ispirato a un’altra cera naturale, il favo delle api, poiché è nota per essere ben conservata e resistente alla contaminazione batterica. Il cerume ha proprietà simili, rendendolo adatto per il campionamento domestico, poiché i campioni possono essere inviati a un laboratorio per posta senza molto rischio di contaminazione.

Il nuovo dispositivo di autocampionamento del cerume è simile a un batuffolo di cotone, ma con un freno che impedisce al tampone di entrare troppo in profondità nell’orecchio e causare danni. La punta è ricoperta da una spugna di materiale organico, con una soluzione che è stata testata per essere la più efficace e affidabile nel prelevare campioni.

Nel loro studio pilota , il dottor Herane-Vives e un team di ricercatori dal Regno Unito, Cile e Germania hanno portato 37 partecipanti allo studio per testare diverse tecniche di campionamento del cortisolo. Il team di ricerca ha campionato il cerume dei partecipanti utilizzando una procedura di siringa standard, nota per essere alquanto dolorosa, e quindi è stato seguito un mese dopo utilizzando lo stesso campionamento in un orecchio e la nuova tecnica di campionamento nell’altro orecchio, che i partecipanti potevano somministrare loro stessi. I ricercatori hanno anche analizzato campioni di capelli e sangue degli stessi partecipanti.

I ricercatori hanno scoperto che i campioni di cerume producevano più cortisolo rispetto ai campioni di capelli e la nuova tecnica era il metodo più veloce e potenzialmente più economico. La nuova tecnica è stata la meno influenzata da fattori di confusione come eventi stressanti o consumo di alcol che hanno contribuito alle fluttuazioni del cortisolo nel mese precedente. In un altro studio recente, i partecipanti hanno valutato il nuovo dispositivo di autocampionamento come più comodo dei metodi tradizionali.

Il dottor Herane-Vives sta ora fondando una società, Trears, per portare sul mercato il suo dispositivo per il campionamento del cerume , con il supporto dell’incubatore di startup UCL Hatchery.

Lui e il suo team stanno anche studiando se il dispositivo potrebbe essere utile per misurare i livelli di glucosio da campioni di cerume, per il monitoraggio del diabete e potenzialmente anche per gli anticorpi COVID-19.

Il dottor Herane-Vives ha dichiarato: “Dopo questo studio pilota di successo, se il nostro dispositivo resiste a ulteriori controlli in studi più ampi, speriamo di trasformare la diagnostica e la cura di milioni di persone con depressione o condizioni correlate al cortisolo come il morbo di Addison e Cushing sindrome e potenzialmente numerose altre condizioni “.

Categorie:Ricerca

Con tag:,